Contenuto Principale
Uno è il primo album della rock band romana 'I Dei Degli Olimpo' PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Marzo 2017 21:55

Tags: I Dei degli Olimpo | Luciano Ligabue

uno e liga

Siete un gruppo nato nel 2011, relativamente giovane, come voi.

Un gruppo in evoluzione come dimostrano i cambi di persone tra i vostri componenti. Ora avete trovato la vostra stabilità?

"Direi proprio di sì! Alcuni cambiamenti sono stati necessari, nel corso degli anni il progetto è cresciuto enormemente e quello che prima era un gioco è poi diventato un lavoro. I nostri ex compagni hanno deciso di intraprendere altre strade e continuare sul loro percorso, trasformandosi da membri attivi a fan super accaniti!"

Un bilancio della vostra partecipazione a Italia’s Got Talent, al Liga Rock Park e a Sanremo Music Awards?

"Questi traguardi sono la rappresentazione della nostra crescita costante e vedere realizzati gli sforzi personali è un’emozione enorme. L’onore di suonare sul palco di un artista del calibro di Luciano Ligabue, trovarsi di fronte ad una folla di 80.000 persone ed essere ospiti nella città di Sanremo è stato incredibile!"

Rifareste tutto di quello che avete fatto in questi anni?

"Assolutamente sì. Il nostro motto è cogliere il meglio da ogni situazione. Ciascuna esperienza ci ha aiutato nel processo di conoscenza del mondo musicale. Non è facile muoversi ai primi tempi, e vivere certe situazioni ci ha formato non poco..."

Dove volete arrivare? Vi ponete dei limiti?

"Il nostro sogno è di avere un palco tutto per noi come quello del Liga Rock Park, con tantissimi fan che amano la nostra musica. Il nostro sogno è crescere sempre di più, rimanendo fermamente noi stessi".

Come nasce la vostra musica?

"Dalla nostra vita. Le canzoni de 'I Dei degli Olimpo' la raccontano spesso, attraverso le emozioni e le incertezze di normalissimi ragazzi di vent’anni. Di solito Andrea, il nostro cantante, si dedica alla fase di stesura, poi segue un lavoro di arrangiamento tutti insieme in saletta ed infine la prova del nove sul palco per sottoporlo al pubblico. Se quello che vogliamo trasmettere passa, allora significa che abbiamo svolto un buon lavoro".

E’ il caso di dire: finalmente il primo album?

"Eh sì, quest’album ce lo siamo davvero sudato, tant'è che ce lo siamo anche auto-prodotto. Abbiamo risparmiato i soldi di quasi due anni di date e abbiamo deciso di coccolarcelo per bene. Grazie al sapiente aiuto di Marco Mastrobuono, il bassista degli Hour of Penance, e di Matteo Gabbianelli, il cantante dei Kutso, abbiamo realizzato alla Kick Recording Studio il disco dei nostri sogni!"

IDeidegliOlimpo

 

Come siete arrivati a questo lavoro?

"Paradossalmente quando abbiamo iniziato questo progetto non lo vedevamo come un lavoro, ma solo come un gioco per riuscire a rimorchiare qualche ragazza (che poi non sia praticamente mai successo è un’altra storia..); poi abbiamo iniziato a suonare sempre di più, a scrivere i nostri brani e a collezionare anche i primi 'risultati' importanti. Abbiamo capito che stava nascendo qualcosa di serio in occasione del nostro concerto a Parigi, quando abbiamo suonato davanti a una folla che non aveva la minima idea di chi fossimo, e siamo riusciti a conquistare il loro affetto in una delle serate più belle della nostra vita".

Parlatemi di questo nuovo disco.

"Esatto, qualcosa bolle in pentola! Stiamo scrivendo altri brani, ma diciamo che è ancora presto per parlare di album, c’è ancora tanto lavoro da fare!"

Il significato dei vostri contenuti?

"Il nostro desiderio è raccontarci attraverso le canzoni, quindi scriviamo tutto ciò che viviamo, dalle storie d’amore alle considerazioni su politica o religione".

Cosa ripudiate (se ripudiate qualcosa) della musica dei giorni nostri?

"Il vero dramma della situazione musicale dei giorni nostri è che la musica, l’arte, ormai è passata in secondo piano. L’unica cosa che conta è fare soldi e tra talent e televisione si è creata una trappola dalla quale difficilmente un musicista può sfuggire. Il rischio di essere avvinghiati e prosciugati è altissimo e ciò rende la vita degli artisti emergenti ancora più difficile".

Progetti futuri a medio o breve termine?

"Vogliamo suonare il più possibile, abbiamo già diverse date tra Roma e dintorni e ci muoveremo anche fuori dal Lazio. Il nostro obiettivo è quello di passare per tutti i palchi d’Italia per diffondere la nostra musica".

I Dei degli Olimpo cover

 

Il primo album

Uno è il primo album della giovane rock band romana I Dei Degli Olimpo.
Il disco, frutto di una crescita artistica dipanatasi nel corso di ben sei anni di attività, racchiude la voglia di esprimersi liberamente senza fare riferimento ad alcuna etichetta di genere, puntando sulla creatività e sfruttando molte influenze. La principale caratteristica di Uno infatti è quella di racchiudere numerosissime sfumature di stile all’interno dei dieci brani, senza rinunciare ad un sound energico, definito e riconoscibile dal quale la band trae la propria individualità. Le influenze spaziano dal blues al metal, dal pop alla bossanova conferendo un effetto caleidoscopico in grado, al tempo stesso, di mantenere un'identità definita. Dall’uscita di Uno I Dei Degli Olimpo partecipano al Liga Rock Park, un contest atto a scegliere gruppi per aprire i concerti di Luciano Ligabue a Monza il 24 e il 25 settembre del 2016. Passano le audizioni e vengono scelti per la data del 25 nella quale si esibiscono davanti ad 80.000 persone su uno dei palchi più grandi d'Europa. Durante lo show ricevono un riscontro più che positivo dal pubblico, così vasto ed eterogeneo, che li spinge verso la decisione di esplorare tutti gli stage italiani per rimanere vicini ai propri fan e scoprine di nuovi. Riuscire a creare un prodotto come Uno è stato possibile grazie al duro lavoro al Kick Recording Studio, durato più di cinque mesi, e ai saggi consigli di Marco Mastrobuono e Matteo Gabbianelli (Kutso) che hanno saputo indirizzare la band verso le scelte migliori. Il processo creativo che la porta a scrivere i brani è ormai rodato e consiste nello sviluppare una melodia che sappia trasmettere sensazioni all'ascoltatore, arrangiandola con la massima creatività e poi trasferendo il prodotto al test più importante: quello del pubblico. Esso è infatti il giudice più prestigioso e non esiste riconoscimento migliore di un gruppo di persone che canti le tue canzoni con te e riesca a condividerne i sentimenti trainanti. Essere creativi, in fondo, significa proprio questo.

Tracklist
1. Taci, Miserabile!
2. Società
3. Ma Siamo In Italia
4. Sono un Pagliaccio
5. Mille Anni Dall’Ombra
6. Strada Per Il Paradiso
7. Falso Alternativo
8. E’ Una Fotografia
9. Verdiana
10. Hey Don’t Forget Me


Biografia - I Dei Degli Olimpo sono una rock band laziale nata fra i banchi del liceo nel 2010 dall'amicizia di cinque ragazzi e dal loro amore per la musica. Formatosi per gioco, il gruppo deve il proprio curioso nome a una gaffe fatta durante le riprese di un video che diventò presto virale durante gli anni del liceo. Dalle prime esperienze live alle feste scolastiche, la band inizia a farsi spazio fra la realtà musicale del Lazio, proponendo brani inediti e finendo con il registrare un primo EP alla Cattedrale dei Suoni di Luca Bellanova, successivamente presentato con un mega concerto al CrossRoads, celebre live club appena fuori Roma. Al termine delle registrazioni la band compie anche la prima esperienza all’estero, suonando alla "Fête de la Musique" di Parigi. Durante questo periodo hanno il piacere di aprire il concerto di Gianmarco Dottori, noto cantautore romano semifinalista del programma televisivo “The Voice”, e dei Kutso, grazie ai quali vengono a conoscenza dello studio di registrazione del frontman Matteo Gabbianelli. Decidono quindi di registrare il primo CD “Uno”, curato da Marco Mastrobuono e dallo stesso Gabbianelli. Le sessioni comprendono il periodo tra ottobre 2015 e febbraio 2016. Della scorsa estate la partecipazione al contest Liga Rock Park, vincendo così l’apertura a Luciano Ligabue al Parco di Monza il 25 settembre 2016, davanti ad 80.000 persone. L’esperienza con il rocker di Correggio risulta per la band una tappa fondamentale per la presa di coscienza dei propri mezzi, un evento dal quale sono scaturite altre opportunità fantastiche, come essere invitati al Maker Faire di Roma.

Contatti
https://www.facebook.com/ideidegliolimpo

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Marzo 2017 22:07
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 1804 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

NEW YORK FASHION WEEK 2017

Fancy Talks, Viola VIVI

Music Credit: Jasper Sawyer

Viola Vivi wins Stevie® Awards

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...