Contenuto Principale
Quarti di finale Play Off : Busto stagione finita, la Pomì si prende gara 3 e stacca il pass per la semifinale. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Giovedì 20 Aprile 2017 22:44

Tags: Pomì Casalmaggiore | Unet Yamamay

34034407421 333799e707 b

foto Alemani - Volleybusto.com

La Unet Yamamay, smaltita la sconfitta casalinga nella finalissima di Coppa Cev, ha saputo subito rialzare la testa trovando l’impresa di una vittoria 0-3 al PalaRadi che ha allungato la serie di quarti di finali. Nella bella di Gara 3 la Pomì inverte la tendenza e trionfa 3-0 staccando il pass per la semifinale per Busto stagione ai titoli di coda.

A Cremona, Casalmaggiore questa volta non concede il bis e davanti al proprio pubblico trova il riscatto ribaltando tutto con un 3-0 che poi fine ai sogni di gloria bianco rossi. Le congiunzioni astrali, questa sera, certo non erano favorevoli alle ragazze di Mencarelli, che perdono Signorile ad inizio gara fermata da un problema al collo, prima di perdere anche Diouf ad inizio secondo set per un problema di affanno. Busto si deve inventare la formazione con le carte a disposizione vista la panchina corta e incerottata con Vasilantonaki che deve reinventarsi da opposto e Martinez a mezzo servizio che si alterna con Moneta. Le bianco rosse pagano molto, in avvio, le difficoltà in palleggio di Cialfi, con pochissime partite sulle spalle, non le si può certo chiedere di essere perfetta seppur dopo una partenza contratta Caterina si scioglie e gioca una buona partita variando i colpi e gestendo bene le attaccanti, che non la aiutano nell’arduo compito. La Pomì sfrutta le sue carte con Tirozzi a fare da martello nel primo e poi Guerra che sale in cattedra e sostituisce la capitana dando la scossa giusta all’attacco e al servizio delle padrone di casa. La Uyba si fa scivolare dalle mani l’occasione del secondo parziale e poi spreca tutto nel terzo dove, come di consueto, nel momento cruciale, si tira ancora una volta la zappa sui piedi. Molta fatica per le ragazze di Mencarelli a trovare gli equilibri giusti soprattutto in ricezione e in contro attacco, decisamente troppo sotto la sufficienza, per fronteggiare una squadra ben attrezzata come la Pomì. La squadra di Caprara mette in campo la reazione sperata e stacca il pass per la semifinale dove incontrerà l’Igor Gorgonzola Novara, vincitrice anche lei in 3 gare con Savino del Bene Scandicci. Busto archivia così la sua stagione stagione e si siede a fare da spettatrice, con un bilancio non molto positivo, una finale di Coppa Cev persa e un addio anticipato al campionato e soprattutto tanto rammarico per molte situazioni che si potevano gestire meglio e forse ottenere risultati certamente più gratificanti. Situazioni mal gestite che partono da un girone di ritorno dove le sconfitte pesano più delle vittorie e arrivano puntuali come un orologio svizzero contro tutte le squadre del retrotreno del campionato, passando poi ad alcune scelte di campo abbastanza discutibili nei moneti cruciali di gara. Insomma un bilancio dove l’amaro forse risulta un po’ di più del dolce nelle bocca bianco rossa.

Caprara, ancora privo di Lloyd, si schiera con lo stesso sestetto di gara 2 con Peric al palleggio in diagonale con Turlea, Gibbemeyer – Stevanovic coppia centrale, Bosetti e Tirozzi in banda con Sirressi libero. Turlea opposto e Tirozzi banda in partenza ieri. Mencarelli, deve rinunciare a Signorile bloccata per un problema al collo, al suo posto Cialfi in diagonale con Diouf, Berti – Stufi al centro, Vasilantonaki – Fiorin in banda, Spirito libero. Nel primo parziale sono le padrone di casa a trovare per prime il break e portarsi avanti. Busto in difficoltà con Vasilantonaki in seconda linea e Casalmaggiore che ne approfitta. Il turno di servizio di Stevanovic rompe gli equilibri con le padrone di casa che trovano il doppiaggio. La Uyba prova ad accorciare le distanze, ma la Pomì non ci sta e ritrova il vantaggio e gestisce nel finale. Le padrone di casa non si lasciano incalzare dalle bianco rosse e vanno a prendersi quattro set ball per portarsi avanti. Le “farfalle” ne annullano due, ma alla terza occasione Gibbemeyer approfitta della palla vagante a rete e chiude i conti (25-22). Busto paga qualche imprecisione di troppo, con Cialfi in difficoltà nelle prime battute di gioco a trovare le giuste geometrie e le traiettorie di gioco, oltre alla ricezione in difficoltà soprattutto con Vasilantonaki. Nella seconda frazione altra defezione pesante per le bianco rosso che perdono Diouf che resta seduta in panchina, Busto riparte con Vasilantonaki opposta e Martinez- Fiorin in banda. La Uyba non si perde d’animo e parte forte trovando il break. La Pomì perde soluzioni in attacco e va in difficoltà con “le farfalle” che provano a prender il volo. Turlea e Guerra, subentrata a Tirozzi, riportano Casalmaggiore incollata alle ospiti. Si gioca punto a punto con la Pomì che per prima rompe gli equilibri trascinata da una super Guerra che lancia il break sul turno di servizio. Non è ancora finito perché Busto ristabilisce l’equilibrio e torna a giocare il botta e risposta finale con tutto che si decide sul filo del rasoio. Doppio set ball annullato prima Busto poi Casalmaggiore, alla seconda occasione Bosetti capitalizza e mette fine al parziale (27-25). Il terzo set vede la Pomì partire con il piede giusto, prima di lasciare di nuovo spazio alla Uyba che si fa vedere negli specchietti retrovisori. Mencarelli prova Moneta in campo al posto di Martinez, buona la sua risposta con la palla che interrompe il botta e risposta. Vasilantonaki sbaglia due volte di seguito e Gibbemeyer trova il pallonetto che inverte la rotta . Casalmaggiore prova a gestire e trova il break sul turno di servizio della solita Guerra che spedisce le bianco rosse a meno quattro. Gibbmeyer chiude la palla vagante a rete regalando sei match ball alle compagne, che capitalizzano alla seconda occasione con la palla spedita out da Fiorin che mette fine alla gara (25-19).

Il quadro completo delle semifinali :

Imoco Conegliano – Liujo Nordmeccanica Modena

Pomì Casalmaggiore – Igor Gorgonzola Novara

La Cronaca :

Unet Yamamay Busto Arsizio : 2 Stufi, 4 Cialfi, 6 Fiorin, 8 Martinez, 13 Diouf , 15 Berti, 5 Spirito (L). All. Mencarelli, 2° Musso.

Pomì Casalmaggiore : 4 Peric, 6 Turlea, 8 Gibbemeyer, 9 Bosetti, 15 Stevanovic, 16 Tirozzi, 5 Sirressi (L) . All. Caprara, 2° Bolzoni

Arbitri : Santi - Oranelli

Primo set, primo mini break in favore delle padrone di casa con la palla spedita out in pipe da Vasilantonaki (2-4). La Pomì mantiene la distanza di sicurezza con Tirozzi che mette a terra la palla del più cinque a costringe Mencarelli a fermare il gioco (9-4). Busto non molla e accorcia le distanze con una palla millimetrica di Fiorin (11-8). Casalmaggiore schiaccia di nuovo sull’acceleratore con l’ace di Stevanovic che vale il più sei prima e poi la doppietta allunga a più otto (16-8). Mencarelli prova la carta Martinez, la domenicana risponde presente e costringe Caprara a fermare il gioco (17-12). Alla ripresa ci pensa il duo Tirozzi – Stevanovic a rilanciare la Pomì (21-13). Nel finale Busto torna a farsi vedere nei retrovisori, ma Guerra mette a terra una palla millimetrica che regala quattro set ball alle compagne (24-20). Buona la terza con Gibbemeyer che chiude la palla vagante a rete e mette fine al parziale (25-22).

Secondo set, Busto parte con il piede sull’acceleratore e trova il break in avvio (0-3). Busto prova a tenere la distanza di sicurezza con il muro di Stufi su Tirozzi (3-6). Caprara inserisce Guerra , ma la Pomì non trova soluzioni in attacco e Martinez mette la palla all’incrocio delle righe costringendo Caprara al time out (5-9). Il turno di servizio di Peric e il duo Turlea – Guerra riportano le padrone di casa all’equilibrio (10-10). Il botta e risposta si risolve in favore delle padrone di casa che vanno a più tre con l’ace di Guerra e il muro di Peric su Vasilantonaki (17-14). Busto rimane lì e trova la parità con Fiorin (20-20). Punto a punto finale con Vasilantonaki che in pipe trova il tocco e regala un set ball alle compagne (23-24). Guerra annulla tutto, ma Busto risponde ancora presente e annulla la palla set (25-25). Seconda occasione per le padrone di casa che chiudono i conti con Bosetti (27-25).

Terzo set, doppietta di Bosetti e mini break per le padrone di casa (3-1). Stevanovic alza il muro su Martinez e sigla il più tre (5-2). Cialfi alza il muro su Guerra e ristabilisce l’equilibrio (5-5). Doppietta di Guerra e Pomì avanti ancora due lunghezze (7-5). Ancora punto a punto con Busto che scappa a più tre con Moneta (7-10). Busto prova a tenere la distanza di sicurezza con Vasilantonaki (9-12). Il doppio errore di Vasilantonaki e il pallonetto di Gibbemeyer invertono la rotta (14-13). Turlea alza il muro su Moneta e sigla il più due costringendo Mencarelli a fermare il gioco (16-14). L’ace di Guerra e l’errore di Vasilantonaki valgono il più quattro per le padrone di casa (21-17). Nel finale la Pomì mette la quinta con Gibbemeyer che chiude la palla vagante a rete regalando sei match ball per staccare il pass per la semifinale (24-18). Buona la seconda con Fiorin che spedisce out e mette la parola fine alla gara (25-19).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Aprile 2017 09:21
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 7882 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

NEW YORK FASHION WEEK 2017

Fancy Talks, Viola VIVI

Music Credit: Jasper Sawyer

Viola Vivi wins Stevie® Awards

Videogallery Volley

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...