Contenuto Principale
Il romanzo di Leyla Ziliotto "Mia madre mi odia" sarà entro l'anno presentato a Torino e Roma PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabiana   
Venerdì 19 Maggio 2017 10:25

Tags: bocce | bocce tiro progressivo | Fabrizio Rossello | La Boccia Savona | Leyla Ziliotto | Piero Amerio | sport

Continua il percorso di Leyla Ziliotto, sempre ricco di novità e gradevoli sorprese. Entro fine anno il suo romanzo "Mia madre mi odia" uscirà con un vera casa editrice e si potrà acquistare in più librerie d'Italia. Oltre ai suoi impegni sportivi (recentemente ha realizzato un record continentale) e culturali, la Ziliotto ha deciso d'intraprendere una strada tutta nuova e per niente facile; quella di candidarsi consigliere di Municipio presso la circoscrizione in cui abita, quella di Levante.

IMG-20170505-WA0010

Dopo le recenti presentazioni del tuo libro "Mia madre mi odia" ad Albenga presso la Biblioteca Civica e a Genova Quinto in Piazza De Simoni, ne hai in programma altre?

"Sì, avrei in mente un'altra presentazione a Voltri prevista per fine di giugno o primi di luglio che sto organizzando grazie al supporto di Nadia Salvini, giovane collaboratrice del progetto culturale che sto portando avanti da ormai un anno chiamato "Lettura Continua"

Entro l'anno il tuo romanzo uscirà con una casa editrice e sarà di conseguenza distribuito in più librerie d'Italia. Vuoi rivelarci qualcosa di più?

"Finalmente il mio libro uscirà con un vero e proprio editore e quindi lo si potrà trovare anche nelle librerie e non più soltanto sui vari store online e su ordinazione alla Feltrinelli. Sarà emozionante vedere il mio romanzo fra altri libri esposti in una libreria o biblioteca ed in questo modo avrò la possibilità di farlo viaggiare anche fuori dalla mia regione: difatti sono previste anche due presentazioni a Torino e Roma!"

Oltre ad essere impegnata nella divulgazione del tuo romanzo, sappiamo che il 6 e 7 maggio hai partecipato ad un master nazionale in provincia di Cuneo. Vuoi parlarci di questa esperienza?

"L'esperienza al master è stata semplicemente stupenda. Il bellissimo gruppo di venti ragazze provenienti da Veneto, Liguria, Piemonte, Friuli e Valle d'Aosta che si sono confrontate in tre diverse prove agonistiche, con spirito di competizione e soprattutto la voglia di divertirsi, è stato l'esempio concreto che le bocce, a differenza di quanto parte dell'immaginario collettivo sostenga, siano non soltanto un gioco, bensì uno sport aperto alla pratica indistinta di giovani e meno giovani, uomini e donne. Comunque verrà poi stilata una classifica finale al termine dell'ultimo dei 4 master e le prime 12 atlete verranno premiate. Il prossimo sarà il 3-4 giugno a Buttrio (Udine).

Al termine del master hai ricevuto un attestato?

"No, non ho ricevuto alcun attestato, tuttavia la perfetta organizzazione dell'evento soto l'occhio clinico del CT della Nazionale Italiana Piero Amerio è stato, oltre alla bellissima sintonia creatasi fra noi atlete, il più bell'attestato virtuale di amicizia e stima che potessi ricevere"

Cambiamo argomento. Di recente se non sbaglio hai realizzato un record continentale. Vuoi parlarcene?

"Certo! Si tratta della specialità del tiro progressivo, prova in cui in 5 minuti bisogna colpire più bocce possibili poste su bersagli (bocce bianche) in progressione. Con il punteggio di 33 bocce colpite su 43 tirate ho superato il precedente record di 31 su 43 realizzato dalla Tunisia. Essendo italo marocchina e giocando in nazionale per il Marocco, ho avuto la possibilità di togliermi questa enorme soddisfazione. È stato faticoso, ma impagabile"

In che occasione hai realizzato questo risultato?

"Nell'ambito della finale del campionato italiano di società di serie A femminile a Chieri (TO). La società Carcarese, ovvero quella per cui ero in prestito per partecipare alla competizione, ha ottenuto la medaglia d'argento e quindi il titolo di vice-campione d'Italia a squadre. Per noi si è trattato di un obiettivo importantissimo. In finale il livello di gioco mostrato è stato molto elevato e la squadra vincitrice, la Borgonese, ha giocatrici di livello internazionale. Il record e la medaglia sono stati il coronamento di una stagione intensa, fatta di sacrifici ed allenamenti a distanza, insomma, la determinazione quasi sempre ripaga!"

C'è qualcuno in particolare al quale vorresti dedicare questo record?

"Sì, a me stessa, a mio marito, alla mia società La Boccia Savona del Presidente Fabrizio Rossello e a te Fabiana che ho avuto il piacere di conoscerti recentemente e che hai desiderato conoscere qualcosa di più dello sport delle bocce. Grazie"

Hai altre iniziative in programma per il momento?

"Sì, ho deciso di intraprendere una nuova avventura candidandomi a consigliere di Municipio nella circoscrizione in cui abito, ovvero Levante. Mi è sempre piaciuto svolgere attività sociali e culturali e perciò ho visto in questa candidatura la speranza di poter concretizzare certi miei desideri in tali ambiti"

Fabiana Rebora

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Maggio 2017 11:11
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 2362 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

NEW YORK FASHION WEEK 2017

Fancy Talks, Viola VIVI

Music Credit: Jasper Sawyer

Viola Vivi wins Stevie® Awards

Videogallery Volley

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...