Contenuto Principale
Tra Nazionale e Uyba, conosciamo più da vicino il gioiello bianco rosso e campionessa del Mondo Under 18, Virginia Peruzzo. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Lunedì 11 Settembre 2017 21:14

Tags: Uyba Giovani | Virginia Peruzzo

 IMG 7151 Medium

Intervista a 360° gradi con la giovanissima schiacciatrice bianco rossa Virginia Peruzzo, neo campionessa del mondo con la nazionale Under 18.

Campionessa del Mondo Under 18 e schiacciatrice della Uyba, lei è Virginia Peruzzo, classe 2000 di Rovellasca e giovanissimo talento di casa bianco rossa. La “piccola” Virginia muove i suoi primi passi pallavolistici proprio nella città natale, dove gioca le categorie Under 12 e Under 13 rispettivamente con Pallavolo Lomazzo, Volley Rovellasca e Virtus Cermenate. Le doti di Virginia la portano alla corte bianco rossa dove, la comasca non tradisce le aspettative e si prende la fascia di capitana con le formazioni di Under 18 e serie B2. Le doti della numero 7 non passano inosservate anche a Marco Mencarelli, che da nuovo tecnico bustocco la fa esordire nella massima serie aggregandola alla serie A1.In maglia azzurra Virginia ha passato un’ estate perfetta e indimenticabile con l’en plein di medaglie disponibili, in serie la vittoria nel Trofeo Otto Nazioni di Valladolid, poi il successo alle Olimpiadi europee giovanili di Gyor e infine uno strepitoso oro mondiale in Argentina con la nazionale under 18.Trionfo favoloso quello mondiale, con una cavalcata tutta a tinte azzurre fatta di 8 vittorie su 8 e una rimonta in semifinale con la Turchia da 18-24 alla vittoria 26-24 che ha proiettato le azzurre alla finalissima conto la Repubblica Dominicana.Un fiore all’occhiello del settore giovanile bianco rosso, Virginia, sempre con il sorriso sulle labbra, mostra di avere già le idee ben chiare, di essere un’atleta seria e con grande voglia di arrivare in altro, oltre che delle grandi doti tecniche, un mix importante che, a parere di chi scrive, la porteranno sempre più in alto fino ad arrivare a grandissimi livelli.

IMG 7158 Medium

Simpatia, dedizione, spirito di sacrificio, come dimostrano le pochissime vacanze con un’estate passata tutta sotto rete, e molte altre sono doti certamente non mancano a Virginia e saranno sicuramente un perfetto biglietto da visita per la sua crescita futura.Una medaglia mondiale al collo a soli 17 anni è il sicuramente un buon indizio, che prospetta una strada di successo per questa giocatrice che passo dopo passo sta incominciando a diventare grande tra le grandi.

Le sue parole sono la fonte migliore per conoscerla più da vicino e farci raccontare la sua estate azzurra e molto altro. Chi è Virginia Peruzzo ? “ Penso di essere stata nel tempo una giocatrice che è molto cambiata, nel senso che prima ero molto insicura di me mentre crescendo, anche grazie a questa società e tutto il contesto, sono diventata molto più sicura di me e fiduciosa e credo che questo sia stato un passo fondamentale nella mia crescita che mi ha permesso anche di raggiungere la medaglia mondiale. Fuori dal campo sono una ragazza normalissima, un po’ timida ma molto solare e a cui piace divertirsi”. Esperienza mondiale che rimarrà per sempre nel suo cuore : “ E’ stata sicuramente l’esperienza più bella e grande della mia vita e penso che sia irripetibile. Come squadra ci abbiamo creduto sempre nella vittoria, fin dall’inizio, perché se non ci credi fin dall’inizio non ci puoi arrivare però ci siamo davvero rese conto che potevamo farcela in semifinale quando abbiamo fatto questa rimonta dal 18-24 contro la Turchia che è stata davvero inimitabile”. Una rimonta quella della semifinale che ricorda a Virginia anche una situazione analoga, nelle finali nazionali Under 18 dove la rimonta era stata decisamente simile in maglia Uyba: “ Finale nazionale con l’under 18, eravamo al tie brek sull’ 11-14 per San Donà, ero in battuta in quel momento e ho pensato che noi ce la meritavamo davvero quella vittoria e così è stato, quindi mi è venuta subito in mente quando ho visto concretizzarsi la rimonta contro la Turchia.”

IMG 7162 Medium

 

La coesione e la forte unione e comunione di intenti certamente hanno fatto la forza del gruppo azzurro : “Il nostro punto di forza è stato proprio essere una squadra con la S maiuscola, eravamo davvero tutte molto unite, decise verso lo stesso obiettivo, abbiamo faticato in 3 mesi che abbiamo trascorso insieme perché oltre al mondiale abbiamo giocato anche Trofeo Otto Nazioni e Olimpiadi Giovanili, e anche lì non abbiamo fatto tanto questi tornei per vincere ma per crescere come squadra e arrivare pronte all’appuntamento più importante che era il mondiale e così effettivamente è stato”.

Estate sicuramente senza precedenti e perfetta quella di Virginia : “ Sì senza dubbio è stata un’estate davvero perfetta perché anche se non ho avuto molto tempo libero per essere un’adolescente, non potevo chiedere di meglio e non rimpiango assolutamente nulla, anzi è successo tutto quello che ho sempre sognato e penso qualsiasi atleta sogni”. Gli obiettivi per l’anno pallavolistico alle porte sono chiari: “ Per quanto riguarda l’under 18 l’obiettivo è quello di vincere il titolo provinciale e regionale dato che lo scorso anno siamo arrivate seconde. Per quanto riguarda a livello nazionale spero prima di tutto di arrivare a giocarcelo perché lo dovremo conquistare e spero di fare meglio dello scorso anno, anche perché è il mio ultimo anno di giovanile e lo voglio sfruttare al meglio. Per quanto riguarda la B2 spero che potremo essere una squadra competitiva e secondo me quest’ anno lo siamo e si è visto anche dalla prima amichevole che abbiamo fatto che è stato il mio primo 6 vs. 6 con loro e abbiamo risposto bene secondo me”. Crescita personale: “ Voglio crescere molto anche durante quest’anno e per fare questo ci metterò tutto il possibile e darò sempre il massimo in ogni occasione”.

La giovanissima età non permette di individuare un vero e proprio punto di forza : “ Penso che al momento una giocatrice non abbia un vero e proprio punto di forza ma debba migliorare in tutto, fisicamente il punto di forza deve essere la ricezione, la difesa e tutto quello che riguarda la seconda linea però anche in attacco devo migliorare molto e voglio crescere anche lì”. Non un vero e proprio idolo, ma una giocatrice a cui ispirarsi che si allenerà proprio sullo stesso terflex : “ Non ho un vero e proprio idolo, ma una giocatrice a cui mi ispiro è Alessia Gennari che proprio quest’anno giocherà a Busto, perché penso che sia una giocatrice con delle caratteristiche simili alle mie e anche Marco Mencarelli, due anni fa, quando ho fatto la mia prima esperienza con la nazionale in un collegiale a Chiavenna, mi aveva detto che ho delle caratteristiche simili a lei per cui dal quel momento io mi sto ispirando a lei”.

Virginia ha lei idee chiare per il suo futuro : “ Il mio obiettivo è quello di arrivare a giocare in prima squadra in A1 e il mio sogno è quello di riuscire ad arrivare ai massimi livelli a cui potrò arrivare”.

Una scritta portata sul braccio (“The Moment is Now”) per tutta la rassegna iridata dal significato particolare : “Fondamentalmente la scritta è una scritta che viene della testa ed è una frase che Mencarelli ci diceva spesso e continuava a ripeterci durante tutti i collegiali (Chiavenna, Centro Pavesi), ma anche durante i tornei. E’ una frase che ci ricordava che il momento è adesso, appunto, e una palla non può ricapitare in un altro momento e va giocata in quel preciso istante e quando si fa un errore bisogna subito cancellarlo perché ormai ciò che è stato è stato e bisogna concentrarsi su quello che accade dopo. Cancellare l’errore perché ogni palla è importante è importante per un nuovo punto”.

Il momento è davvero adesso, stagione alle porte e ripresa della scuola, per Virginia inizia una nuova avventura, non resta che augurale il meglio e godersi le sue performance e la sua crescita con la maglia bianco-rossa.

Roberto Bojeri

IMG 7168 Medium

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Settembre 2017 10:28
 

Commenti  

 
0 #1 alessia &virginiarobertino 58 2017-10-21 09:39
ti ho visto giocare sia nell under italiana che al torneo di legnano...anche a me piace molto il modo professionale di gennari e ti auguro vivamente di fare il suo percorso(scudet to e nazionale)ciao roby.. :roll: :roll:
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 9807 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

Videogallery Volley

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...