Contenuto Principale
Four Tramps alla seconda fatica in studio PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 12 Settembre 2017 21:06

Tags: Four Tramps | Led Zeppelin | The Police

Four Tramps3

Sei anni di carriera alle spalle. Il secondo album. Dove volete arrivare?

Ciao a Voi. Viviamo molto alla giornata, cerchiamo di muoverci passo per passo senza pianificare troppo le cose. Cerchiamo di farlo però in modo costruttivo. L’intento è semplicemente quello di allargare i nostri confini concertistici, suonare in posti diversi dal circuito battuto in questi anni. Poi chi vivrà, vedrà.

Siete nati nel 2011 come e perché?

Alcuni di noi erano già amici da anni, e solo il bassista è arrivato tramite un annuncio su un giornale locale come accade spesso in questi casi. Ognuno di noi veniva da esperienze musicali diverse e in quell’istante in cui si è deciso di formare la band eravamo musicalmente disoccupati. Allora perché non iniziare a fare qualche jam in studio e vedere cosa poteva nascere. Come sempre si inizia con qualche cover per approcciarsi, poi da cosa nasce cosa, e si scrivono le proprie canzoni.

Il passaggio dall'inglese all'italiano, come mai questa scelta?

E’ più che altro una scommessa. Un esperimento. Tendenzialmente noi ascoltiamo gruppi stranieri, ma anche nel panorama italiano qualcosa apprezziamo. Ho scritto esperimento perché la lingua italiana col nostro genere musicale ha un approccio difficile, però siamo soddisfatti del risultato finale. Questa scelta voleva essere anche un modo per avvicinarsi di più al pubblico dell’underground italiano che spesso predilige gruppi che cantano nella propria lingua. E’ giusto sottolineare che comunque è un album per metà cantato in italiano e per metà in inglese, per non staccarsi troppo dalle nostre abitudini…

Quali sono i segreti della vostra musica?

Probabilmente avere diverse anime, gusti musicali, e mixare (speriamo bene) le radici del classic rock con un rock più moderno e potente.

Tra di voi siete affiatati o vi scontrate spesso e, se si, per cosa?

Quando si tratta di salire su un palco o comunque suonare siamo molto affiatati. Come ogni relazione (di ogni genere) spesso ci si scontra, ma più che altro in questioni gestionali e organizzativi della band, su lavori non prettamente legati al suonare. Quindi niente di così preoccupante per il quieto vivere.

Parlatemi di questo nuovo disco, si parla della quotidianità...

Nel disco non manca il nostro occhio critico, senza voler essere giudici del mondo per carità, su diversi aspetti del quotidiano. Dagli atteggiamenti ignobili di politici, conduttori, certi mass media e quant’altro, alla società dell’immagine che sta prendendo sempre più piede, legata alla condizione di apparire in qualsiasi modo e in qualsiasi campo, per trovare una propria condizione soddisfacente discostandosi da cose molto più importanti della vita, e allontanandosi dunque dalla vera vita! Non mancano poi storie private, relazioni affettive e un omaggio a un piccolo locale che amiamo. Tutti questi aspetti vengono raccontati con un linguaggio diretto o in forma metaforica, attraverso storie reali o denunce a piede libero.

Ma la vostra quotidianità quanto la vorreste diversa e in cosa?

Risposta molto facile. Lavorare meno. Purtroppo ognuno di noi fa mestieri diversi lontani dalla musica, e questo porta via diverso tempo. Vorremmo anche che gli spazi culturali e musicali aumentassero e fossero incentivati il più possibile. La realtà invece è molto diversa, almeno dalle nostre parti. Salvo qualche corrente specifica, molti locali di musica live stanno chiudendo, e questo fa molto male.

Cosa ripudiate (se ripudiate qualcosa) della musica dei giorni nostri?

La musica buona c’è e ci sarà sempre. Quello che non ci piace è che è sempre più difficile reperirla. Viviamo in un periodo in cui c’è molta confusione, e anche i talent hanno contribuito notevolmente a questo aspetto negativo. Per quanto riguarda il genere rock, i dischi del giorno d’oggi probabilmente “soffrono” di una eccessiva produzione in studio che li allontana sempre più dai “garage”, metaforicamente e musicalmente parlando.

Four Tramps18

I vostri gruppi o cantanti preferiti e perché?

The Rolling Stones, Led Zeppelin (e tanti altri dell’epoca) per aver preso il vecchio blues Americano ed averlo plasmato in un rock esplosivo, divertente, epico. Ramones, per la loro incredibile attitudine e vivacità live, e per aver influenzato secondo noi tutta la musica rock (e non solo) da fine anni 70 in poi. Creedence Clearwater Revival, semplicemente la “grammatica del rock”. The Clash e Bruce Springsteen per la generosità live e per l’impegno della loro musica, seppur molto differente.

La canzone che vi ha uniti e quella preferita di ognuno di voi nella storia della musica?

Ogni tanto in fase di prova, per scaricarci, suoniamo Blitzkrieg Bop o The Kkk Took My Baby Away dei Ramones. Potrebbero essere i nostri punti d’incontro. Per quanto riguarda ognuno di noi:
Simone (cantante/chitarrista) Gimme Shelter / The Rolling Stones
Davide (chitarrista) I Fought The Law / nella versione The Clash
Elia (basso) Roxanne / The Police
Giovanni (batteria) Rock and Roll / Led Zeppelin

I vostri gusti musicali sono identici od ognuno di voi va per la propria strada?

Abbiamo molti punti in comune, e spesso ci capita di andare a concerti assieme. Però generalmente ognuno ha il proprio gusto e le proprie correnti musicali preferite. Questo, secondo noi, non è un difetto per la band. Tutt’altro!

Possiamo dire che tutti con l'aiutino tecnologico possono fare oggi musica?

Già il punk alla fine degli anni 70 ha dimostrato che tutti possono fare musica… Non serve aiutino tecnologico.

Progetti futuri a medio o breve termine?

Da qualche mese è uscito il disco nuovo, Pura Vida. Ora siamo nelle mani della nostra agenzia Blob Agency e dell’etichetta del disco Trb rec per ulteriori sviluppi. Intanto noi cerchiamo di esibirci dal vivo il più possibile, il nostro primo obiettivo da sempre, e continueremo a scrivere altre canzoni.

 

 

 

È disponibile su tutti i principali digital stores PURA VIDA, nuovo album degli emiliani Four Tramps.

Un disco di passaggio essenziale per la band, uno sguardo al passato, rappresentato dallo scrivere in inglese, e un ponte per il futuro, con l’utilizzo dell’italiano. Questo per contribuire a rafforzare il rock made in Italy, ma anche per cercare un approccio più diretto col pubblico.

PURA VIDA, come da sempre nelle produzioni dei Four Tramps, guarda in modo critico alcune situazioni e macroproblemi mondiali (alle volte con toni sarcastici, altre più diretti ed arrabbiati), oltre a trattare temi più intimi della band fatti di gioie e dolori della vita quotidiana.

Il titolo dell'album riesce ad esprimere essenzialmente tutti questi aspetti e risulta essere anche un omaggio a un piccolo locale della Pianura Padana, l’ex Teatro dei Tamburi (attualmente denominato appunto “Pura Vida Social Club”), che ha contribuito notevolmente alla formazione e all’esperienza della band, da sempre riconoscente a questo piccolo ma grande club dove in passato si sono esibiti grandi nomi nazionali e internazionali come Bob Margolin, tra gli ultimi chitarristi di Muddy Waters.

La componente musicale rimane essenzialmente la stessa, con i quattro membri originali della band, ma con l’aggiunta per gran parte dell’album di suoni di tastiere Hammond e pianoforte, grazie alla collaborazione di un “quinto elemento” spesso inserito anche nelle situazioni live.

FourTrampsPuraVidaAlbumCover

Come nei precedenti lavori si è dato particolare spazio alla ricerca sonora e all’utilizzo di strumenti adatti a ricreare il sound voluto (chitarre resofoniche, amplificatori vintage, batterie e armoniche di importazione dagli Stati Uniti ecc..) e tutte le fasi di registrazione, mixaggio e master sono state effettuate completamente su nastro analogico.

Le grafiche dell’album sono state realizzate direttamente dalla band partendo da uno shooting effettuato dal cantante durante un suo tour sulla Route 66 Americana che l’ha portato in paesaggi magici e ricchi di fascino e a visitare alcune dei luoghi in cui il blues e il rock’n’roll sono nati e hanno mosso i primi passi.

Il disco è stato interamente registrato in presa diretta presso il Bunker Studio di Rubiera (RE) con il prezioso aiuto di Andrea Rovacchi (Julie’s Haircut).
La modalità di registrazione è stata scelta per cercare di mantenere e riprodurre l’energia live della band che garantisce alle canzoni un sound più realistico ed energico.

Il primo video-single estratto da PURA VIDA s'intitola Indifferente, un grido di rabbia e dolore verso la società moderna sempre più volta all'individualismo, dominata da un profondo senso di alienazione e smarrimento.

https://www.youtube.com/watch?v=rmvQLZu3Dlo


Tracklist
1. A distanza dalla dignità
2. Indifferente
3. L'ultimo grido
4. Circo dell'immagine
5. Four Minutes
6. King Of The Words
7. Sad Song Love Song
8. Theater Of The Drums (Pura Vida)


Past Shows
2017
16.9 - Wartstall Festival – Guastalla (RE)
15.9 - Bier Keller - Sant'Ilario D'Enza (RE)
16.7 - Positive River Festival – Campovolo (RE)
9.7 - Weller Festival For Equality 2017 – Rubiera (RE)
1.7 - Rollin & Tumblin Beer and Blues Fest – c/o i Vizi Del Pellicano – Correggio (RE)
25.6 - Festa Democratica – San Martino in Rio (RE)
13.5 - Piazza Martiri – Reggio Emilia (Live for Emergency)
28.4 - Pura Vida Social Club (Teatro dei Tamburi) – San Bernardino di Novellara (RE)
7.4 - Hiroshima Mon Amour (TO) w/ Modena City Ramblers
1.4 - PURA VIDA RELEASE PARTY! – Harris Pub – Scandiano (RE)
23.3 - Riff Club – Prato (PO)
4.3- L’Ostrica Ubriaca – Scandiano (RE)
15.2 - Bastian Contrario – Parma
8.2 - Blu J – Reggio Emilia (RE)
28.1 - Marasma 51 – Codisotto di Luzzara (RE)
14.1 - Nuova Officina della Birra – San Polo d’Enza (RE)


iTunes https://itunes.apple.com/it/album/pura-vida/id1210383484
Deezer http://www.deezer.com/it/album/15488056


Biografia
Il progetto Four Tramps nasce nel 2011 a Reggio Emilia, avendo nel proprio bagaglio diverse anime che attingono dal classic rock americano, dall’esplosivo rock inglese anni ‘60-’70, e dall’onda d’urto “self-made” sfacciata del punk. La band si pone interrogativi sul mondo e l’attualità con la solida anima blues malinconica e sognante e al contempo irriverente. La formazione ha connotati classici a due chitarre, basso e batteria, con l’aggiunta talvolta di un’armonica.

Nel 2014 esce il loro primo album “Tramps & Thieves”. Dopo numerosi concerti in Italia e alcune esperienze all’estero, la band torna nel 2017 con un nuovo album, accompagnato da un lungo tour che non accenna a fermarsi, dal titolo “PURA VIDA” per l’etichetta TRB rec.

Contatti
https://fourtramps.com/
https://www.facebook.com/FourTramps
https://www.instagram.com/fourtramps/

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 9653 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...