Contenuto Principale
Giovedì 18 gennaio presso Palazzo Tursi ci sarà la presentazione del romanzo "Mia madre mi odia" di Leyla Ziliotto. Evento promosso da Lilli Lauro,consigliera comunale e regionale e con delega alle istituzioni PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabiana   
Venerdì 12 Gennaio 2018 16:20

Tags: Emanuela Guerra | Genova | Giorgia Fabiocchi | Leyla Ziliotto | Lilli Lauro | Luigi Sciabà | Miriam Pastorino | Palazzo Tursi | Voltarpagina

Giovedì 18 gennaio, alle ore 17, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, ci sarà la presentazione del romanzo di narrativa "Mia madre mi odia" di Leyla Ziliotto.

Il libro autopubblicato diventa un "sogno" concreto.
 
 
26755037 10211836296007727 415769880 n     
 
26793648 10211836333808672 1396944981 n
 
26793818 10211836333648668 690236201 n
 
Pubblichiamo il Comunicato Ufficiale della presentazione.
 
"Giovedì 18 gennaio 2018 alle ore 17, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi in via Garibaldi 9 a Genova, si svolgerà la presentazione del romanzo "Mia madre mi odia" della giovane scrittrice genovese Leyla Ziliotto. L'evento, promosso dalla consigliera comunale e regionale e con delega alle istituzioni Lilli Lauro, sarà moderato dalla giornalista Giorgia Fabiocchi, con interventi di Emanuela Guerra (avvocato), Gino Sciabà (docente e ricercatore universitario), Miriam Pastorino (presidente dell'Associazione culturale "Voltarpagina").
Il romanzo, nato nel 2017 come un'opera autoprodotta, è stato successivamente acquisito dalla Casa editrice Tabula Fati, che lo ha ripubblicato in una nuova veste editoriale e grafica, distribuendolo in tutta Italia, da Nord a Sud.
Il libro nasce con l'intento di dare voce a realtà poco convenzionali, a dolori solitari e apparentemente inconcepibili come l'odio di una madre nei confronti dei propri figli. È un libro che fa riflettere sull'assurdità di taluni stereotipi moderni, come quello secondo cui la violenza è una prerogativa esclusivamente maschile, ma anche su altre tematiche attuali come l'integrazione, spesso forzata, di elementi culturali difficilmente assimilabili all'interno della realtà occidentale, l'esterofilia intesa come dovere, la generalizzata perdita di valori e identità, i figli ostaggio di una società assente e muta dinanzi ai loro bisogni"
 
F.R.
 
 
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 6611 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

Videogallery Volley

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...