Contenuto Principale
Gf della Versilia: alla scoperta della Versilia perduta PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 20 Febbraio 2018 08:05

 


Splendidi paesaggi alla Gran Fondo della Versilia (ph Play Full)

 Quando si CORRE una Gran Fondo, raramente ci si sofferma a guardare il panorama. Il naso sta sul manubrio, l'occhio fisso sulla ruota davanti, la concentrazione massima per dare il massimo. Quello che conta è il traguardo dove si cerca di arrivare nel minor tempo possibile.

Ma le gran fondo si possono "correre" anche diversamente, spostando il mirino non tanto sul punto d'arrivo, ma sul percorso. E qui comincia il nostro viaggio alla scoperta di una Versilia perduta o dimenticata, che solo pedalando si può (ri)scoprire.

Partiamo da Lido di Camaiore che, con oltre 4 chilometri di spiaggia dalla sabbia finissima, è, fin dai primi del '900, una delle più rinomate località di villeggiatura balneare in Italia. Il Vate in persona fu tra i primi a scegliere questa zona per consumare la sua passione per l'attrice Eleonora Duse.

Sfioriamo l'abitato di Camaiore, dove si trova il teatro più antico della provincia di Lucca, il Teatro dell'Olivo, costruito intorno al 1600 grazie all'impegno dell’Accademia dei Deboli, con la caratteristica forma ovale.

Scendiamo poi verso Massarosa e troviamo subito l'abitato di Corsanico: bello la cinquecentesca fonte battesimale (chiesa di S. Michele Arcangelo di Corsanico, XII sec.), bellissimo il monumentale organo veneziano, costruito ai primi del 1600 e recentemente ristrutturato per dar luogo alla serie di concerti, che si programmano tutti gli anni nella stagione estiva.

Proseguendo verso l'entroterra, dopo pochi chilometri passiamo vicino alla settecentesca Villa Borbone Le Pianore dove, alla fine dell'800, è nata l'ultima imperatrice d'Austria, Zita di Borbone. Da non perdere il parco che circonda la villa, opera dell'architetto e paesaggista Dechamps.

Affrontiamo quindi la prima salita della Gran Fondo, quella che porta ai colli di Pedona che, con i suoi 5,3 chilometri e una pendenza media di quasi 6%, con punte al 12.5%, comincia a fare la selezione fra i corridori.

Ma noi che andiamo piano possiamo goderci il passaggio nel bosco e, all'arrivo al piccolo e delizioso paese, uno strepitoso panorama dalla conca di Camaiore fino al mare ci ripaga della fatica fatta per arrivare fin quassù.

Pochi chilometri più a valle troviamo il paese di Bargecchia, conosciuto soprattutto per le quattro campane che vennero fuse alla fine dell'800 e si racconta che, durante la fusione, numerosi bargecchini gettarono il proprio oro nella colata. Il suono risultò così armonioso che il Maestro Giacomo Puccini, durante le visite all'amico dr. Giacchi, medico condotto del paese, decise di inserirle alla fine del primo atto della Tosca, durante il duetto tra Tosca e Scarpia.


MASSAROSA

Il territorio comunale di Massarosa è caratterizzato, soprattutto nelle sue porzioni collinari, dalla presenza di numerose sorgenti, particolarmente importanti sia per quanto riguarda gli aspetti legati alla valorizzazione ed alla salvaguardia della risorsa "acqua" come elemento fondamentale della vita di tutti i giorni, sia per il valore storico e culturale che alcune fonti hanno rappresentato e rappresentano tuttora, come punto di ritrovo ed aggregazione sociale soprattutto nelle frazioni più isolate.

IL PERCORSO DELLA GRANFONDO

Saliamo verso il Monte Pitoro con un'ascesa, il Piantoneto, di poco più di 3 chilometri, ma con una pendenza di tutto rispetto (media 6,25%, massima 13,5%). Scendiamo in Val Freddana, dove incrociamo la via Francigena.

Ci dirigiamo poi verso Monte San Quirico e, dopo un paio di brevi salite pedalabili (gli Anziani, 1 km pendenza massima 10% e Vigna Ilaria, poco più di 3 chilometri tutti fra gli ulivi), si affronta la "classica" della Gran Fondo della Versilia, il Piccolo Mortirolo, che, con 5 tornanti con pendenza media del 6,5% con punte al 13.5%, dopo circa 4 chilometri ci porta a Pieve Santo Stefano, da dove si gode un bellissimo panorama delle colline su cui si estende per buona parte la Tenuta di Forci (da provare l'ottimo vino!).

Ci dirigiamo poi verso le Gavine, con una salita pedalabile di poco più di 2 km, pendenza media di circa il 6% e un massimo del 8%. In cima alla salita troviamo l'abitato di Piazzano, sede della famosa apicoltura Andreini e tappa della via Francigena che, da Camaiore, portava a Lucca. Qui troviamo un bellissimo pozzo per il rifornimento dell'acqua.

Scendiamo giù e ci dirigiamo verso la Piccola Atene: non c'è posto migliore di un caffè in centro a Pietrasanta per incontrare qualche artista famoso. Pietrasanta, infatti, è il centro della lavorazione del marmo, ma anche delle fonderie artistiche del bronzo; insomma è un po' il cuore "artistico" della Versilia. Nel passato di questa città d'arte ci sono firme illustri: Michelangelo Buonarroti, il Giambologna, Vincenzo Danti, l'Ammannati e il Vasari. Nel "libro d'onore" degli artisti moderni c'è la firma di Henry Moore, che ha lavorato molto in Versilia, seguita da altri nomi di primaria importanza del panorama artistico internazionale come Botero, Pomodoro, Cascella, Kan Yasuda, Mitoraj e molti altri. Poco prima dell'abitato di Pietrasanta sulla destra abbordiamo l'ultima salita, che, dopo 5 chilometri e mezzo, ci porterà a Capezzano Monte, con una pendenza media del 6,4%, massima 12%.

Invertiamo quindi il cammino e, mentre qualcuno torna all'arrivo seguendo lo stesso percorso dell'andata (Monte Pitoro, discesa del Piantoneto e salita di Bargecchia-Corsanico-Pedona), noi seguiamo i corridori del percorso Marathon che, a Camaiore, si dirigono verso la salita di Montebello fino ad arrivare a Monteggiori, sede di un castello feudale citato per la prima volta nel 1224: il paese, posto su uno sperone roccioso, conserva la sua struttura medievale fortificata, con alcuni resti della cinta muraria e la porta di accesso del castello.

Una sosta è d'obbligo al belvedere di Capriglia, da dove si può godere forse il miglior panorama della Versilia, che spazia sul Mar Ligure dall'Elba alla Corsica e alla Liguria (tutte visibili nelle giornate limpide, in quelle eccezionali si vedono anche le Alpi Marittime ed il Monviso).

Si scende poi verso Marina di Pietrasanta, costeggiando il parco della Versiliana, autentico polmone verde del litorale versiliese, Gabriele D’Annunzio, che amava cavalcare tra le dune assolate e lungo la battigia, ma apprezzava anche il paesaggio fresco e riposante a ridosso dell’arenile dove “la macchia è attraversata da larghi viali sòffici su cui si galoppa senza rumore, come in sogno”.

Arriviamo infine sul lungomare e, con 125 chilometri nelle gambe, torniamo al punto di partenza dove ci aspetta un pasta party da re!


 

Per iscriversi, fare riferimento alle modalità espresse nella pagina dedicata del sitohttp://www.granfondoversilia.it/iscrizioni

Tutti i dettagli sono disponibili sul sito della manifestazionehttp://www.granfondoversilia.it

 
KTM PROTEK DAMA si presenta per un 2018 ancora da protagonisti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Febbraio 2018 21:57

team giovanile

KTM PROTEK DAMA ha tenuto la sua presentazione, sabato 17 febbraio, presso il Palazzetto dello Sport di Besana Brianza, location già utilizzata nel 2017.

 
Suzuki è Auto Ufficiale del Giro d’Italia Under 23 2018 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Febbraio 2018 15:08

Suzuki è di nuovo Auto Ufficiale del Giro d’Italia Under 23 2018, ruolo che aveva assunto anche lo scorso anno. Come nel 2017, la Casa di Hamamatsu fornirà all’organizzazione una flotta di 10 auto: in questa edizione saranno tutte VITARA, che permetteranno allo staff di muoversi lungo il percorso rapidamente, nel massimo comfort e in totale sicurezza.

 
Master Tricolore: il 3 giugno appuntamento con la Terminillo Marathon PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Febbraio 2018 14:16

La quarta prova del Master Tricolore sarà la Terminillo Marathon, che si terrà domenica 3 giugno nel comune di Rieti.

 
SOUTHGARDABIKE 20 GIORNI ALLO START PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Febbraio 2018 09:34

Alla South Garda Bike arriva la carica dei oltre mille.

 
Tanta sicurezza alla Gf Città di Ancona PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Febbraio 2018 07:32

 


Sempre altissimo il livello di sicurezza alla Granfondo Città di Ancona (ph Play Full)

 Sicurezza. Una parola molto sentita dagli organizzatori della Granfondo Città di Ancona, la cui quarta edizione si terrà domenica 11 marzo.

Anche quest'anno, infatti, gli uomini del Pedale Chiaravallese hanno approntato un piano di sicurezza di alto livello, che prevede il coinvolgimento di oltre 300 persone tra ASA, uomini della Protezione civile, scorte tecniche, staffette, direttori di organizzazione, medici e Polizia municipale. 

Quattro le ambulanze in movimento e una postazione fissa, oltre a decine di auto e moto che veglieranno sulla manifestazione. 

Uno spiegamento di forze davvero importante, che intende garantire la massima sicurezza a tutti i partecipanti. 

Si ricorda che il quartier generale, la partenza, il pranzo e le premiazioni della granfondo saranno a pochi metri dal Grand Hotel Passetto, che ha messo a disposizione una serie di interessanti soluzioni alberghiere presenti nell'apposita pagina del sito ufficiale

Quote d'iscrizione alla granfondo 
- 35 euro sino al 28 febbraio 
- 40 euro sino all'8 marzo 
- 45 euro il 10 marzo in loco presso la segreteria 

Quota d'iscrizione al Giro dei forti in mtb del sabato
- 10 euro in loco sabato sabato 10 marzo

Ulteriori dettagli sul sito dell’evento. Si ricorda anche la pagina Facebook ufficiale.

 
Spes Alberobello: il 2018 riparte in mountain bike a Coreggia con il Trofeo Bosco Calmerio PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 18 Febbraio 2018 22:22

corsa bosco calmerio

Domenica 25 febbraio, ad Alberobello, il Trofeo Bosco Calmerio apre ufficialmente la stagione delle ruote grasse in terra di Puglia.

 
Team Somec MG.K Vis LGL buona la prima PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 18 Febbraio 2018 21:45

Barbara Lancioni vince la prima granfondo della stagione (ph Play Full)

 E' partita subito con il botto la marchigiana Barbara Lancioni, che alla Granfondo Città di Loano, la prima manifestazione della stagione, ha firmato l'albo d'oro.

Un esordio di grande successo per il Team Somec - MG.K Vis – LGL, che ha già scoperto le sue carte con parte della sua formazione.

Oltre Barbara Lancioni, che come detto ha vinto la gara femminile, si sono messe in evidenza la giovane Alexia Pantieri (5a della sua categoria) e Gabriella Emaldi, la mamma della Pantieri, seconda di categoria.

Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 25 febbraio a Laigueglia (Sv), per la Granfondo Laigueglia.

Scopri il Team Somec MG.K Vis LGL sul sito ufficiale

Segui l'attività del Team anche su Facebook

 
Giovine e Lancioni firmano la Gran Fondo Loano PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 18 Febbraio 2018 18:55
 

Il podio maschile della Granfondo Città di Loano (ph Play Full)

 Il vero grande nemico da combattere, domenica 18 febbraio, alla ottava edizione della Gran Fondo Città di Loano, è stato il forte vento, che ha preso forza un'ora prima della partenza.

Vento che ha però permesso di avere una splendida giornata assolata, che ha regalato panorami mozzafiato, così come lo scenario spettacolare del porto della Marina di Loano.

La corsa maschile assoluta l'ha vinta il torinese di Sestriere, Dario Giovine, che a Villanova d'Albenga si è inserito nella fuga giusta. I fuggitivi hanno subito accelerato il passo per prendere margine che, all'attacco della prima salita, vantava già oltre due minuti.

Una errata valutazione del gruppo, ha lasciato ai fuggitivi troppo margine, diventato poi incolmabile nonostante gli sforzi della Cicli Copparo per annullare il gap e rimettere in gara il capitano Federico Pozzetto.

Ma Giovine non demorde. Il ragazzo tiene duro e, anzi, attacca. Sulla salita che porta a Castelvecchio di Rocca Barbena, e poi allo scollinamento dello Scravaion, attacca e lascia per strada il compagno di fuga, il marchigiano Mattia Fraternali, che verrà poi riassorbito dal gruppo.

Ma Cini e Nucera, della Cicli Copparo, insistono nell'inseguimento, ma a Bardineto il torinese vanta ancora 40” di vantaggio. Deve solo amministrarsi bene e fare un'ottima discesa.

A Toirano, quando manca solo l'ultimo strappo di Boissano, il margine è di 32”, ma ormai mancano 5 chilometri all'arrivo. Un margine risicato, ma che gli è sufficiente per giungere solitario all'arrivo.

La volata degli inseguitori assegna al fiorentino Federico Pozzetto il secondo posto e all'astigiano Andrea Gallo il terzo posto.

Non manca la suspense nemmeno nella gara femminile, dove subito al comando si porta la forte marchigiana di Filottrano (An), Barbara Lancioni, inseguita dalla cuneese Annalisa Prato e dalla torinese Olga Cappiello. I chilometri passano e nessuna delle tre molla, anzi, dalle retrovie si va alla caccia della Lancioni, che comunque riesce a giungere sul traguardo della Marina di Loano con un margine di una trentina di secondi sulla giovane cuneese. Poco dietro la Cappiello a completare il podio femminile.

Tra le squadre, per partecipazione, la vittoria va alla torinese Rodman Azimut Squadra Corse, che precede la cuneese G.S. Passatore e la torinese Jolly Europrestige.

Una partecipazione un po' sottotono a causa del solito terrorismo meteorologico che ormai rovina le domeniche degli organizzatori di attività outdoor, che aveva previsto una domenica di pioggia con neve in quota, mentre il sole ha baciato i concorrenti, sebbene il sabato sia stato freddo e piovoso. Anche la fitta nebbia, che ha insistito sulla Pianura Padana, non ha certo stimolato i ciclisti dell'ultima ora nell'intraprende il viaggio verso Loano.

Sono stati quindi 700 gli iscritti alla granfondo di cui in 600 hanno preso ufficialmente il via.

Con la manifestazione loanese è stato dato il via al Trofeo Loabikers, il challenge promosso dal Gs Loabikers, sodalizio organizzatore la gara.

Contemporaneamente ha preso il via anche il Gran Premio Costa Ligure. Entrambi i circuiti vedranno la seconda prova il 4 marzo ad Andora (Sv) con la Granfondo Andora organizzata sempre dal Gs Loabikers.

Tutte le informazioni e i dettagli sulla manifestazione sono disponibili sul sito ufficiale


 

CLASSIFICHE

MASCHILE

1. Giovine Dario (Team Isolmant); 02:53:14.31

2. Pozzetto Federico (Cicli Copparo); 02:53:37.81

3. Gallo Andrea (Team Isolmant); 02:53:38.56

4. Di Donato Matteo (Cannondale-Gobbi-Fsa); 02:53:39.35

5. Nucera Giovanni (Cicli Copparo); 02:53:39.81

6. Busuito Davide (Cicli Colomba); 02:53:40.30

7. Dracone Guido Paolo (Scott Team Granfondo); 02:53:40.31

8. Rosso Fulvio (Asd Roero Speed Bike); 02:53:40.81

9. Castelnovo Paolo (Asd Team Mp Filtri); 02:53:41.06

10. Podesta' Matteo (Team Procycling Promotech); 02:53:41.33

FEMMINILE

1. Lancioni Barbara (Somec-Mg.K Vis-Lgl); 03:16:26.70

2. Prato Annalisa (Team De Rosa Santini); 03:16:54.87

3. Cappiello Olga (Team De Rosa Santini); 03:18:22.86

4. De Marchi Sabrina (Team Bike Tartaggia); 03:22:52.12

5. Altomare Ylenia (Gs Bicisport Ospedaletti); 03:27:01.63

6. Pantieri Alexia (Somec-Mg.K Vis-Lgl); 03:36:20.29

7. Ramorino Barbara (Bicistore Cycling Team); 03:37:54.92

8. Emaldi Gabriella (Somec-Mg.K Vis-Lgl); 03:37:57.92

9. De Sanctis Francesca (Bicistore Cycling Team); 03:41:07.42

10. Lari Marina (Team Bike Innovation Focus Rosti); 03:45:24.93

Classifiche complete sul sito di SMS Sport 

 
Marche Marathon: ancora pochi giorni per abbonarsi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 18 Febbraio 2018 15:57

Ultimi giorni per aderire al Marche Marathon (ph Play Full)

Ancora pochi giorni per abbonarsi al Marche Marathon - Ciclo Promo Components - Trofeo Namedsport. Infatti la quota di 190 euro sarà sottoscrivibile sino al 24 febbraio.

Aderendo al circuito marchigiano si sceglieranno otto gioielli organizzativi, che porteranno a pedalare in splendide località dell'entroterra e della costa adriatica, attraverso un lungo viaggio tra montagna, collina e pianura, salite impegnative e discese tecniche.

CALENDARIO
11 marzo - Granfondo Città di Ancona - Ancona
22 aprile - Granfondo Michele Scarponi - Filottrano (An)
13 maggio - Granfondo Squali-Carrera-Cattolica & Gabicce Mare - Cattolica (Rn)
27 maggio - Granfondo San Benedetto del Tronto-Ciù Ciù - San Benedetto del Tronto (Ap)
3 giugno - Granfondo Terre dei Varano - Camerino (Mc)
24 giugno - Granfondo Straducale - Urbino (Pu)
15 luglio - Granfondo Sibillini-La Cicloturistica - Caldarola (Mc) PROVA IN OMAGGIO
16 settembre - Granfondo Leopardiana - Recanati (Mc)

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 1452
Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 2738 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

Videogallery Volley

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...