Contenuto Principale
45° Campionato Italiano Indoor PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 22 Febbraio 2018 19:28

 


Rimini è pronta a partire con il 4° Italian Challenge e il 35° Campionato Italiano Indoor presso Rimini Fiera, Padiglioni B5 e D5. Sarà un’edizione record come numero di iscritti, quella del 2018: complessivamente 954 gli arcieri partecipanti (nel dettaglio: 456 nella specialità arco olimpico o ricurvo, 249 nella divisione compound e 269 nell’arco nudo) dai Ragazzi fino ai Master passando per le stelle azzurre della disciplina, con un incremento di 34 atleti rispetto al 2016, quando i Campionati Italiani Indoor si disputarono sempre in riva all’Adriatico, e 120 adesioni in più rispetto allo scorso anno, quando l’appuntamento venne organizzato a Bari. 
L’evento è stato presentato oggi nella Sala Giunta della Residenza Comunale di Rimini, alla presenza dell'Assessore allo Sport del Comune Gian Luca Brasini, del Consigliere Federale e Delegato Tecnico Fabio Cinquini, del Presidente del Comitato Regionale FITARCO Emilia Romagna Lorenzo Bortolamasi e del Presidente del Comitato Organizzatore dell'Evento Raimondo Luponetti. 

GLI INTERVENTI DEI PRESENTI
“Dopo un anno di pausa la Federazione Tiro con l’Arco torna ad onorare la nostra città – ha sottolineato nel suo intervento da ‘padrone di casa’ l'assessore allo sport del Comune di Rimini, Gian Luca Brasini – che ospita i Tricolori per la quinta volta. Un’ulteriore dimostrazione di come Rimini, al di là delle strutture ricettive legate al turismo, è in grado di fornire sedi idonee anche per manifestazioni sportive per le quali non basterebbe un palazzetto dello sport, proprio per l’imponente numero di partecipanti. E questo grazie ai padiglioni della Fiera, che consentono di portare dunque alcune migliaia di persone nella nostra città in febbraio, dimostrandosi un prezioso fattore di destagionalizzazione. Basti pensare ad eventi organizzati nel 2017 nella struttura del gruppo IEG come Sportdance, Ginnastica in Festa o le Final 8 di basket, un qualcosa di sinceramente inimmaginabile solo pochi anni fa, ma con ricadute importanti, anche sul piano economico, per la nostra realtà. Inoltre mi preme sottolineare che per questo genere di manifestazioni la Federazione si appoggia dove sa di poter contare su una società ben strutturata, il che rappresenta un ulteriore valore aggiunto. E quindi non mi resta che augurare un caloroso in bocca al lupo agli organizzatori, così come ad atleti, tecnici e accompagnatori che in questo fine settimana accoglieremo nella nostra città”.   

Ad illustrare i dettagli della macchina organizzativa è stato Raimondo Luponetti, presidente del Comitato Organizzatore denominato ‘Team Italian Challenge’ e formato da sei società emiliano-romagnole, con ruolo di primo piano giocato all’Arco Club Riccione (Castenaso Archery Team, Arcieri Cesena, Arcieri Bizantini, Arcieri MASF Cotignola e Arcieri Aquila Bianca Modena le altre). “Rispetto al 2013, quando partimmo con questa sorta di scommessa, siamo progressivamente sempre cresciuti – ha spiegato Luponetti, affiancato nell’occasione dal segretario Andrea Bertolino – nonostante l’impegno sia notevole e spesso anche le preoccupazioni per riuscire ad essere all’altezza. E se nelle precedenti edizioni eravamo arrivati a 124 paglioni, quest’anno abbiamo allestito una linea di tiro con qualcosa come 131 bersagli, senza tema di smentita unica al mondo, da Guinness dei primati se esistesse come casistica di omologazione. Da parte nostra è doveroso ringraziare il Comune di Rimini per il costante supporto, come pure l’Ente Fiera che ci mette a disposizioni due padiglioni per questa competizione, ma anche e soprattutto le tante persone che dedicano il loro tempo e le loro energie per permettere di organizzare tutto ciò. Abbiamo 80 volontari da tutta l’Emilia Romagna e non solo, mossi semplicemente dalla passione e dall’amore per il tiro con l’arco. L’idea dell’Italian Challenge è nata qualche anno fa, dopo che nell’ambito di SportDay organizzammo una gara sperimentale a coppie mista, formula che ancora non esisteva a livello indoor. Insomma, dal 2013 possiamo dire che di strada ne abbiamo fatta, acquisendo man mano sempre più esperienza, riconosciutaci anche dai partecipanti stranieri”.

In rappresentanza della Fitarco era presente il Consigliere Federale Fabio Cinquini, nelle vesti di Delegato Tecnico dell'evento. 
“Porto il saluto del presidente Mario Scarzella e dell’intero Consiglio Federale a un territorio famoso per la sua ospitalità e la cordialità e accoglienza della sua gente – le parole di Cinquini – A Rimini sappiamo di poter contare dal punto di vista logistico su una struttura di prim’ordine ma anche su un team di volontari ormai collaudato e che ha dimostrato nel tempo notevole affidabilità, e questa non è una peculiarità da poco. Sono certo che sarà un weekend avvincente sul piano sportivo: non a caso siamo uno degli sport più medagliati alle Olimpiadi, sul podio per quattro edizioni di fila prima di Rio 2016, anche se a volte i media se lo dimenticano…”.

Non a caso, i protagonisti più attesi sulla linea di tiro di RiminiFiera sulla distanza di 18 metri sono i nazionali azzurri che arriveranno nella città di Fellini direttamente dagli Stati Uniti, dopo aver preso parte a Yankton ai Mondiali indoor, dove l’Italia ancora una volta ha brillato: oro a squadre arco olimpico femminile Junior (Giaccheri, Andreoli e Rolando), argenti nel compound di Elisa Roner, Sergio Pagni e della squadra maschile formata da Alberto Simonelli, Sergio Pagni e Viviano Mior, e bronzo a squadre compound femminile Junior (Bazzichetto, Ret e Roner). Dunque occhi puntati in particolare nel ricurvo su Massimiliano Mandia (Fiamme Azzurre), Mauro Nespoli e David Pasqualucci, entrambi dell'Aeronautica Militare, o al femminile Claudia Mandia (Fiamme Azzurre), mentre in divisione compound sono attesi Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia), Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), Viviano Mior (Kosmos Rovereto) e al femminile Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino), Irene Franchini (Fiamme Azzurre) ed Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre).

Ad accrescere l’importanza della tre giorni riminese contribuisce anche la prima uscita ufficiale di Mauro Berruto nelle vesti di nuovo Direttore Tecnico della Federazione Italiana Tiro con l’Arco. L’ex C.T. della Nazionale italiana di pallavolo sabato 24,intorno alle ore 13.30, prima del via alla gara di arco olimpico, verrà presentato al popolo dell’arceria tricolore presente in Fiera.

IL PROGRAMMA
Venerdì 23 il 4° Italian Challenge - Ad aprire l’intensa tre giorni di competizioni nel segno di frecce e spettacolo sarà venerdì 23 la quarta edizione dell’Italian Challenge, gara a squadre miste iscritta a calendario internazionale World Archery per le divisioni compound, arco olimpico ed interregionale per arco nudo, con abbinato un Torneo Secondario individuale. La manifestazione prevede premi in denaro per i vincitori. 
Sabato 24 il via ai Tricolori e la presentazione del D.T. Mauro Berruto - Sabato 24 il via ai Campionati Italiani con le 60 frecce di qualifica che assegneranno i titoli italiani di classe delle divisioni arco nudo e compound al mattino dalle 9:30 alle 12:30 circa e poi il ranking round del ricurvo nel pomeriggio, dalle 14:30 alle 18:00 circa. Intorno alle ore 13:30, prima del via alla gara degli olimpici, verrà presentato ai numerosi presenti nei padiglioni della Fiera il nuovo Direttore Tecnico FITARCO Mauro Berruto.  
Domenica 25 le finali per i titoli assoluti - Domenica 25 sarà la giornata decisiva per l'assegnazione dei titoli italiani assoluti delle tre divisioni. Si parte dalle ore 9:30 con le eliminatorie (dai quarti di finale) a squadre fino all'assegnazione dei bronzi e, a seguire, le eliminatorie individuali dagli ottavi fino alle sfide per il terzo posto. Dalle ore 14:30 circa tutte le sfide per il titolo italiano a squadre e, dalle 16:30 circa, i match per i tricolori assoluti individuali. 

I CAMPIONI USCENTI – La scorsa edizione dei Campionati Italiani Indoor è andata in scena a Bari e ha regalato il titolo italiano ad alcuni grandi campioni dell’arco azzurro. Nell’olimpico maschile ha trionfato Michele Frangilli (Aeronautica Militare), alla nona vittoria assoluta in carriera. Nel femminile la vittoria è andata a Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga), una “promessa” diventata realtà negli ultimi anni grazie anche alla convocazione per le Olimpiadi di Rio 2016 in età giovanissima. Nel compound a prendersi il Tricolore è stato Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), bicampione paralimpico in carica capace di imporsi anche nella massima competizione nazionale al chiuso contro i normodotati. Al femminile a gioire alla fine è stata Marcella Tonioli (Polisportiva Adrense). Nell’arco nudo i campioni in carica sono Demetrio Bruschi (Arcieri Aries Montone) e Valeria Congiunti degli Arcieri Mejlogu.
Nelle competizioni a squadre in terra pugliese a vincere sono stati: Arcieri Torrevecchia e Iuvenilia, nell’arco olimpico, Kappa Kosmos e Arcieri delle Alpi, nel compound e Arcieri Rocca Flea e Arcieri Romani, nell’arco nudo.

COME SEGUIRE LE GARE - I Campionati Italiani Indoor di Rimini saranno trasmessi in diretta streaming da YouArco, canale ufficiale Youtube della Fitarco, mentre una sintesi della manifestazione verrà trasmessa da Rai Sport + HD. I risultati in diretta potranno essere seguiti attraverso la piattaforma Ianseo.net, senza dimenticare che i momenti salienti e tutte le curiosità sulle sfide saranno postati anche sui social della Federazione: Facebook, Twitter e Instagram.

 
LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NOTIZIE E I LINK UTILI
 
45° Campionato Italiano Indoor PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 21 Febbraio 2018 16:06

 

 


Sarà un’edizione record, quella dei 45esimi Campionati Italiani indoor di tiro con l’arco, in programma da venerdì 23 a domenica 25 febbraio, nei padiglioni B5-D5 di RiminiFiera, abbinati al 4° “Italian Challenge”, gara internazionale mixed team per le divisioni arco olimpico, arco nudo e compound. 

Giovedì ci sarà l’antipasto della tre giorni di arco con la conferenza stampa di presentazione dei Tricolori alle 12:00 nella Residenza Comunale in piazza Cavour. 

Alla rassegna tricolore – come comunicato dalla Federazione Italiana Tiro con l’Arco - risultano infatti iscritti complessivamente 954 arcieri (nel dettaglio: 456 nella specialità arco olimpico o ricurvo, 249 nella divisione compound e 269 nell’arco nudo), numero record di partecipanti appunto, con un incremento di 34 atleti rispetto al 2016, quando i Campionati Italiani indoor si disputarono sempre in riva all’Adriatico, e ben 120 adesioni in più rispetto allo scorso anno, quando l’appuntamento venne organizzato a Bari. Un dato significativo, al quale va aggiunto poi il numero di tecnici e accompagnatori (stimabile attorno alle cinquecento persone), che porterà con ogni probabilità a superare le 1500 presenze nelle tre giornate riminesi, oltre ad almeno duemila visitatori nell’arco della manifestazione, a conferma che si tratta di un evento di rilievo anche sul fronte del turismo sportivo.

Naturalmente i protagonisti più attesi sulla linea di tiro di RiminiFiera (124 i bersagli allestiti), sulla distanza di 18 metri, sono i nazionali azzurri che arriveranno nella città di Fellini direttamente dagli Stati Uniti, dopo aver preso parte a Yankton ai Mondiali indoor, dove l’Italia ancora una volta ha brillato: oro a squadre arco olimpico femminile Junior (Giaccheri, Andreoli e Rolando), argenti nel compound di Elisa Roner, Sergio Pagni e della squadra maschile formata da Alberto Simonelli, Sergio Pagni e Viviano Mior, e bronzo a squadre compound femminile Junior (Bazzichetto, Ret e Roner). Dunque occhi puntati in particolare nel ricurvo su Massimiliano Mandia (Fiamme Azzurre), Mauro Nespoli e David Pasqualucci, entrambi dell'Aeronautica Militare, o al femminile Claudia Mandia (Fiamme Azzurre), mentre in divisione compound sono attesi dopo la trasferta americana Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia), Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), Viviano Mior (Kosmos Rovereto) e al femminile Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino), Irene Franchini (Fiamme Azzurre) ed Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre). 

 

IL PROGRAMMA

Giovedì 22 febbraio la conferenza stampa - La presentazione dell'Evento si terrà giovedì 22 febbraio, alle ore 12, presso la Residenza Comunale, alla presenza dell'assessore allo sport del Comune di Rimini Gian Luca Brasini, del Consigliere Federale Fitarco e Delegato Tecnico dell'Evento Fabio Cinquini e dei componenti del Comitato Organizzatore della manifestazione.  

Venerdì 23 il 4° Italian Challenge - Ad aprire l’intensa tre giorni di competizioni nel segno di frecce e spettacolo sarà venerdì 23 la quarta edizione dell’Italian Challenge, gara a squadre miste iscritta a calendario internazionale World Archery per le divisioni compound, arco olimpico ed interregionale per arco nudo, con abbinato un Torneo Secondario individuale. La manifestazione prevede premi in denaro per i vincitori. 

Sabato 24 il via ai Tricolori e la presentazione del D.T. Mauro Berruto - Sabato 24 il via ai Campionati Italiani con le 60 frecce di qualifica che assegneranno i titoli italiani di classe delle divisioni arco nudo e compound al mattino dalle 9:30 alle 12:30 circa e poi il ranking round del ricurvo nel pomeriggio, dalle 14:30 alle 18:00 circa. Intorno alle ore 13:30, prima del via alla gara degli olimpici, verrà presentato ai numerosi presenti nei padiglioni della Fiera il nuovo Direttore Tecnico FITARCO Mauro Berruto.  

Domenica 25 le finali per i titoli assoluti - Domenica 25 sarà la giornata decisiva per l'assegnazione dei titoli italiani assoluti delle tre divisioni. Si parte dalle ore 9:30 con le eliminatorie (dai quarti di finale) a squadre fino all'assegnazione dei bronzi e, a seguire, le eliminatorie individuali dagli ottavi fino alle sfide per il terzo posto. Dalle ore 14:30 circa tutte le sfide per il titolo italiano a squadre e, dalle 16:30 circa, i match per i tricolori assoluti individuali. 


I CAMPIONI USCENTI – La scorsa edizione dei Campionati Italiani Indoor è andata in scena a Bari e ha regalato il titolo italiano ad alcuni grandi campioni dell’arco azzurro. Nell’olimpico maschile ha trionfato Michele Frangilli (Aeronautica Militare), alla nona vittoria assoluta in carriera. Nel femminile la vittoria è andata a Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga), una “promessa” diventata realtà negli ultimi anni grazie anche alla convocazione per le Olimpiadi di Rio 2016 ottenuto in età giovanissima. Nel compound a prendersi il Tricolore è stato Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), vicampione paralimpico in carica capace di imporsi anche nella massima competizione Nazionale al chiuso contro i normodotati. Al femminile a gioire alla fine è stata Marcella Tonioli (Polisportiva Adrense). Nell’arco nudo i campioni in carica sono Demetrio Bruschi (Arcieri Aries Montone) e Valeria Congiunti degli Arcieri Mejlogu.
Nelle competizioni a squadre in terra pugliese a vincere sono stati: Arcieri Torrevecchia e Iuvenilia, nell’arco olimpico, Kappa Kosmos e Arcieri delle Alpi, nel compound e Arcieri Rocca Flea e Arcieri Romani, nell’arco nudo.

COME SEGUIRE LE GARE - I Campionati Italiani Indoor di Rimini saranno trasmessi in diretta streaming da YouArco, canale ufficiale Youtube della Fitarco, mentre una sintesi della manifestazione verrà trasmessa da Rai Sport + HD. 

I risultati in diretta potranno essere seguiti attraverso la piattaforma Ianseo.net, senza dimenticare che i momenti salienti e tutte le curiosità sulle sfide saranno postati anche sui social della Federazione: Facebook, Twitter e Instagram.

 

 
LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NOTIZIE E TUTTI I LINK UTILI
 
 
"FOTO FITARCO" 
 
Campionati Mondiali Indoor PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 20 Febbraio 2018 14:09



L’Italia chiude i Mondiali Indoor di Yankton (Usa) con cinque medaglie.

Gli azzurri, dopo essersi portati a casa l’oro a squadre arco olimpico femminile junior con Tanya Giaccheri, Tatiana Andreoli e Aiko Rolando vincenti 6-0 sulla Russia (Budaeva, Gomboeva, Plotnikova) e il bronzo a squadre compound femminile junior con Elisa Bazzichetto, Sara Ret ed Elisa Roner che hanno superato la Gran Bretagna (Annison, Gibson e Sargeant) 233-231, festeggiano nell'ultima giornata di gare tre argenti nel compound. 

La junior Elisa Roner superata da Cassidy Cox (Usa) 145-143, mentre il trio senior con Alberto Simonelli, Sergio Pagni e Viviano Mior si è arresa ai padroni di casa USA (Broadwater, Morgan, Schaff) 235-234. Nella finale che ha chiuso la rassegna iridata il campione azzurro Sergio Pagni è stato superato dall'olandese Mike Schloesser 146-145.

Il medagliere dice che l'Italia è la terza Nazione come numero di medaglie vinte, ma al 5° posto del medagliere che vede gli USA al primo (5 ori, 1 argento, 2 bronzi), l'Olanda seconda (3 ori, 1 bronzo), la Russia terza (2 ori, 4 argenti) e la Germania quarta (2 ori).   


ARGENTO PER SERGIO PAGNI – L'ultimo match della rassegna iridata finisce con una onorevole sconfitta che vale l’argento nella finale individuale compound in cui Sergio Pagni viene superato 146-145 dall’olandese Mike Schloesser. L’azzurro pareggia il primo parziale 29-29, va sotto nel secondo (30-29), poi infila altri due 29 con cui prima firma il pari (29-29 la terza volée) e poi perde il quarto parziale (30-29). Nelle ultime tre frecce il mancino della Nazionale vince 29-28 ma non basta per riuscire a ribaltare la situazione.

GLI UOMINI DEL COMPOUND SECONDI - La finale maschile a squadre compound finisce con Alberto Simonelli, arciere paralimpico portacolori delle Fiamme Azzurre, Viviano Mior e Sergio Pagni battuti dai padroni di casa degli Stati Uniti (Broadwater, Morgan e Schaff) 235-234 al termine di una finale bellissima. La Nazionale a stelle e strisce parte meglio e con sei 10 di fila costringe l’Italia a rimanere solo in scia nella prima volée (60-58), la risposta azzurra è da manuale con il 59-57 che rimette la partita in equilibrio. Nel terzo parziale il nuovo sorpasso degli States che si rivelerà decisivo, dopo il 59-58 della terza tornata di frecce infatti la quarta e ultima finisce in parità 59-59 regalando così il successo ai padroni di casa e il secondo argento di giornata all’Italia.

ARGENTO PER RONER - Anche la prima finale azzurra dell’ultima giornata si era chiusa con un argento. Nel compound junior la trentina Elisa Roner si arrende alla statunitense Cassidy Cox con il risultato di 145-143. Il match inizia subito bene per l’azzurrina che vince la prima volée 30-28 e mantiene il vantaggio nelle successive sei frecce chiuse con i parziali di 29-29 e 28-28. Nell'ultima tornata però la sua avversaria sale di colpi piazzando gli ultimi sei tiri tutti sul 10, andandosi ad aggiudicare i singoli parziali 30-27 e 30-29. 

 
LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NEWS E I LINK UTILI
 
 
"FOTO WORLD ARCHERY"
 
Campionati Mondiali Indoor PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 18 Febbraio 2018 19:35

Dopo il titolo iridato conquistato la scorsa estate ai Mondiali Outdoor con Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Vanessa Landi, l'Italia, già vincitrice del titolo al chiuso nel 2016, conferma l'oro iridato anche ai Mondiali Indoor di Yankton (Usa). Tatiana Andreoli, Tanya Giaccheri e Aiko Rolando raggiungono il titolo a squadre juniores battendo in finale la Russia (Budaeva, Gomboeva, Plotnikova) con un netto 6-0. 

Nella serata di ieri era arrivata invece la prima medaglia italiana. Il bronzo delle junior compound Elisa Roner, Sara Ret ed Elisa Bazzichetto che hanno battuto 233-231 la Gran Bretagna (Annison, Gibson, Sargeant). 

Domani l’Italia si gioca altri tre ori nel compound: Elisa Roner il titolo junior contro Cassidy Cox (Usa), la squadra maschile col vicecampione paralimpico Alberto Simonelli, Sergio Pagni e Viviano Mior il titolo senior con gli Stati Uniti e infine Sergio Pagni affronterà l’olandese Mike Schloesser per il titolo iridato individuale.


I Mondiali Indoor di Yankton si tingono d’azzurro grazie alle frecce di Tatiana Andreoli, Tanya Giaccheri e Aiko Rolando che vincono l’oro nella gara a squadre arco olimpico junior contro la Russia (Budaeva, Gomboeva, Plotnikova) . La finale di oggi è un dominio assoluto del terzetto italiano che vince il primo parziale 58-56, si ripete con il 59-58 del secondo e chiude i conti con il 59-57 che vale il 6-0 finale. 

Per Giaccheri e Andreoli è il secondo titolo mondiale indoor di fila a squadre dopo quello del 2016 ad Ankara, in Turchia la loro compagna era Loredana Spera, oggi è Aiko Rolando alla prima grande affermazione internazionale della carriera. Un risultato eccellente che fa il seguito dello storico titolo iridato conquistato da Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Vanessa Landi ai Mondiali Outdoor della scorsa estate a Buenos Aires. 

Per l'Italia quella di oggi è la seconda medaglia ai Mondiali di Yankton dopo il bronzo vinto ieri sera dal trio junior compound: 
Elisa Roner, Sara Ret ed Elisa Bazzichetto hanno infatti battuto 233-231 la Gran Bretagna (Annison, Gibson, Sargeant). 

 

Domani (lunedì 19 febbraio) l’Italia ha altre tre possibilità di salire sul podio grazie alle finali per l’oro conquistate dai compoundisti. 

La prima a scendere sulla linea di tiro sarà Elisa Roner che sfiderà la padrona di casa Cassidy Cox per il titolo junior, poi toccherà alla squadra maschile formata dal vicecampione paralimpico Alberto Simonelli, Sergio Pagni e Viviano Mior giocarsi la finale con gli Stati Uniti e infine ancora a Sergio Pagni affrontare l’olandese Mike Schloesser per il titolo iridato individuale. 

 
 
LA PAGINA DELL'EVENTO CON I LINK UTILI
IL VIDEO DELLE FINALI JUNIORES
 
 
 "FOTO WORLD ARCHERY"
 
Campionati Mondiali Indoor PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 17 Febbraio 2018 19:39

E' grande Italia ai Mondiali Indoor di Yankton (Usa): gli azzurri conquistano 3 finali per l'oro, tutte nella divisione compound, in attesa delle eliminatorie a squadre juniores. Nella serata di ieri, al termine delle eliminatorie individuali, Sergio Pagni tra i senior ed Elisa Roner tra le junior sfideranno per il titolo mondiale rispettivamente l'olandese Mike Schloesser e la statunitense Cassidy Cox. 

Eliminati invece gli azzurri del ricurvo David Pasqualucci, Massimiliano Mandia e Claudia Mandia. 

Questo pomeriggio nelle eliminatorie a squadre altra grande soddisfazione per l'Italia: il trio compound maschile composto da Viviano Mior, Sergio Pagni e il vicecampione paralimpico Alberto Simonelli si guadagnano la finale per il titolo contro i padroni di casa degli Stati Uniti (Braodwater, Morgan, Schaff). L'Italia è campione uscente e lunedì sarà uno scontro tra colossi, visto che gli USA contano ben 8 titoli iridati nel compound maschile a squadre, contro i 2 conquistati dall'Italia nel 2016 e nel 2001.   

Delusione invece per gli azzurri dell'olimpico: David Pasqualucci, Mauro Nespoli e Massimiliano Mandia sono stati fermati ai quarti dalla Russia 5-4 dopo uno spareggio da dimenticare. 

Nella serata italiana si disputeranno le altre eliminatorie squadre, mentre domani si svolgeranno le finali del ricurvo e lunedì tutte quelle del compound con gli azzurri a giocarsi il titolo mondiale.  


LE ELIMINATORIE A SQUADRE

Salgono a tre le finali per l’oro dell’Italia impegnata nei Campionati Mondiali Indoor di Yankton (USA). Dopo il raggiungimento delle sfide più importanti da parte di Pagni e Roner nelle gare individuali di ieri, oggi a guadagnarsi il match che vale il titolo iridato è la squadra compound maschile formata da Viviano Mior, Sergio Pagni e dall’arciere paralimpico Alberto Simonelli, portacolori anche delle Fiamme Azzurre oltre che della Nazionale. 
Il terzetto italiano, testa di serie numero due del tabellone grazie all’ottima qualifica di due giorni fa, batte prima l’Iran (Ebadi, Kazempour, Mahboubi Matbooe) 239-234 e poi la Croazia delle stelle Domagoj Buden e Mario Vavro, oltre che Ivan Markes, per 239-231: in entrambi i casi il 239 realizzato vale anche come nuovo record italiano, migliorato di 2 punti. 
Gli ultimi avversari per il match che vale l’oro mondiale saranno gli Stati Uniti padroni di casa e grandi specialisti del settore, vincitori di ben 8 titoli iridati col trio maschile dal 1995 ad oggi. La formazione a stelle e strisce nella serata italiana di lunedì si schiererà con Jesse Braodwater, Tate Morgan e Kristofer Schaff. Questa volta però è l'Italia campione uscente, ma ai Mondiali di Ankara 2016 in gara c'erano Sergio Pagni con Luigi Dragoni e Michele Nencioni, mente il precedente titolo dei compound risaliva al 2001. 

Sfortunata invece l’avventura della squadra arco olimpico formata da Massimiliano Mandia, Mauro Nespoli e David Pasqualucci sconfitta allo shoot off dalla Russia (Baldanov, Makhenko, Tsybekdorzhiev) 5-4 (29-20).

 

I RISULTATI DEL COMPOUND INDIVIDUALE Doppia grande soddisfazione per gli azzurri del compound. Al maschile Sergio Pagni vince tutti gli scontri di oggi e lunedì si giocherà la finale per l’oro contro l’olandese Mike Schloesser. L’azzurro batte allo shoot off prima il francese Sebastien Peineau 149-149 (10*-10) e poi Tate Morgan (USA) 149-149 (10-9) e infine vince la semifinale Jesse Broadwater (USA) 149-147. 
Tra le Junior vola in finale per l’oro Elisa Roner che lunedì affronterà la statunitense Cassidy Cox. L’azzurrina vince 146-145 con la messicana Maria Fernaanda Garza Espinosa e poi 144-141 Layla Annison (GBR).
Si ferma ai quarti la corsa di Viviano Mior che prima vince il derby azzurro con Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre) 149-147 ma poi si arrende all’olandese Mike Schloesser 150-145. 

Tra le donne i quarti di finale sono fatali sia per la campionessa uscente Irene Franchini, portacolori delle Fiamme Azzurre, brava a battere Hope Greenwood (GBR) 146-142 ma eliminata dalla turca Yesim Bostan 150-148, che per Marcellla Tonioli, per lei successo allo shoot off 148-148 (10-9) e sconfitta 144-143 con la danese Sarah Sonnichsen. Fuori agli ottavi Eleonora Sarti, paralimpica delle Fiamme Azzurre, battuta 140-139 dalla canadese Dawn Groszko. 
Nella categoria Junior Jesse Sut si ferma agli ottavi dopo il 148-147 rifilatogli dall’australiano Remy Leonard. Stessa sorte per Elisa Bazzichetto sconfitta dalla statunitense Cassidy Cox 147-141, fa solo un passo in più Sara Ret, vittoriosa 145-141 sull’australiana Madeline Boyle, ma battuta 147-143 Layla Annison 147-143. 

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO INDIVIDUALE – L’avventura degli azzurri dell’arco olimpico nelle sfide individuali si chiude senza nessuna possibilità di arrivare a medaglia. Il migliore in assoluto è Massimiliano Mandia, portacolori anche delle Fiamme Azzurre, che prima batte 6-2 l’austriaco Andreas Gstoettner ma poi deve arrendersi con lo stesso risultato all’infallibile olandese Sjef Van Den Berg che tira tutti dieci e un solo nove nel match dando così seguito al record europeo fatto segnare nelle frecce di qualifica di ieri. 
Tutti gli altri esponenti della Nazionale vengono eliminati agli ottavi: l’aviere David Pasqualucci perde 6-2 contro l’ucraino Olksii Hunbin, Claudia Mandia, tesserata per le Fiamme Azzurre, viene sconfitta 6-4 dalla tedesca Elena Richter, mentre nella classe Juniores a Simone Guerra è fatale il 6-4 contro il polacco Oksar Kasprowski. Escono di scena con lo stesso punteggio anche Aiko Rolando e Tatiana Andreoli, rispettivamente battute da Zanna Naumova (UKR) e Sandra Vanessa Garza Garcia (MEX). Bruciante l’addio alla competizione di Tanya Giaccheri sconfitta allo shoot off 6-5 (9-8) dall’ucraina Orysia Didych.

LA PAGINA DELL'EVENTO CON LE NEWS E I LINK UTILI
 
 
"FOTO WORLD ARCHERY"
 
Mondiali Indoor: azzurri avanti, stop per Nespoli PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 16 Febbraio 2018 14:43

Conclusa nella notte italiana la prima giornata dei Mondiali Indoor di Yankton (USA). Dopo le 60 frecce di ranking round, che hanno registrato buone posizioni da parte degli azzurri, sono proseguiti positivamente anche i primi scontri diretti: nelle sfide individuali sono infatti ancora tutti in gara gli arcieri italiani ad eccezione di Mauro Nespoli, fermato 6-4 dallo svizzero Florian al primo turno dopo un match equilibrato. Avanzano anche tutte le squadre, sia senior che junior. Tra stasera e stanotte si disputeranno tutti i match individuali del ricurvo e del compound, dagli ottavi fino alle semifinali. Domani le eliminatorie a squadre.


I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO SENIOR – Il bilancio della prima tornata di frecce per gli azzurri dell’arco olimpico è tutto sommato positivo: in due accedono agli ottavi di finale individuali. Al maschile la qualifica vede Massimiliano Mandia settimo con 592 punti, Mauro Nespoli ottavo (590) e David Pasqualucci tredicesimo (588). Il primo, atleta delle Fiamme Azzurre, vince il primo scontro diretto allo shoot off dopo una lunga battaglia contro il tedesco Florian Kahllund 6-5 (10*-10), Nespoli esce di scena invece sconfitto 6-4 dallo svizzero Florian Faber al termine di una sfida equilibratissima che vede l'aviere realizzare praticamente gli stessi punteggi dell'avversario. Il suo compagno di Aeronautica Militare David Pasqualucci ha la meglio sul russo Artem Makhenko 6-2. 

Agli ottavi, in programma oggi (venerdì) Mandia se la vedrà con l’austriaco Andreas Gstoettner mentre Pasqualucci si troverà di fronte l’ucraino, numero 4 del tabellone, Oleksii Hunbin.
Al femminile Claudia Mandia, altra atleta delle Fiamme Azzurre, chiude tredicesima con 566 punti la qualifica, batte 6-4 l’ucraina Solomiya Trapeznikova e agli ottavi affronterà la tedesca Elena Richter. 

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO JUNIOR – Nella competizione dedicata agli junior Simone Guerra resta in gara dopo il nono posto in qualifica con il punteggio di 578 punti e la vittoria 6-4 sull’iraniano Kiyan Moradi. Il suo prossimo avversario sarà il polacco Oskar Kasprowski. 
E’ super Italia al femminile con Tatiana Andreoli terza con 578 punti, Tanya Giaccheri quarta (575) e Aiko Rolando ottava (571). I risultati permettono alle azzurrine di saltare il primo scontro diretto ed accedere direttamente agli ottavi, questi gli incroci che le vedranno protagoniste: Andreoli-Sandra Vanessa Garza Garcia (MEX), Giaccheri-Orysia Didych (UKR) e Rolando-Zhanna Naumova (UKR). 

 

I RISULTATI DEL COMPOUND SENIOR – Ottima prima parte di gara per gli azzurri del compound maschile. Il migliore è Viviano Mior, quinto in qualifica con 596 punti, bene anche Sergio Pagni, settimo con 595, e Alberto Simonelli, dodicesimo con 590. I tre azzurri passano anche il primo turno di scontri ma la brutta sorpresa del tabellone è che Mior e Simonelli, dopo i successi rispettivamente con Arnoldo Padilla (MEX) 149-141 e Amir Kazempour (IRI) 149-147, si troveranno uno di fronte all’altro agli ottavi. Percorso fino ad ora netto anche per Sergio Pagni che batte 148-137 Alan Padilla (MEX) e al prossimo scontro se la vedrà col francese Sebastien Peineau. 
Restano tutte in gara anche le donne del compound. A brillare è soprattutto l'iridata in carica Irene Franchini, portacolori delle Fiamme Azzurre, quarta in qualifica con 593 punti e ammessa di diritto agli ottavi dove affronterà la britannica Hope Greenwood. Decimo posto in qualifica con il punteggio di 583 per Marcella Toniolli che al primo scontro batte 145-142 la svizzera Clementine De Giuli e agli ottavi sfiderà la russa Alexandra Savenkova. Buon inizio di mondiale anche per la paralimpica delle Fiamme Azzurre Eleonora Sarti che in qualifica fa segnare il 24esimo punteggio con 570 e poi batte la turca Gizem Elmaagacli 144-141, il suo prossimo avversario sarà la canadese Dawn Groszko. 

I RISULTATI DEL COMPOUND JUNIOR 
– Grande impresa al maschile per Jesse Sut che si prende il primo posto in qualifica con 594 punti e accede direttamente al secondo turno delle sfide dirette dove se la vedrà con Remy Leonard (AUS). 
Discorso analogo al femminile per Elisa Roner, anche lei prima dopo le qualifiche con 584 punti e ammessa di diritto agli ottavi dove affronterà l’australiana Anna Scarbrough. Buone le prove anche delle altre due azzurrine: Sara Ret è quinta dopo la ranking round (579) e accede agli ottavi, l’avversario sarà Madeline Boyle, Elisa Bazzichetto dopo il quindicesimo posto in qualifica (566) vince il match con la messicana Lucia Valeria Chavarria 143-139 e si appresta a sfidare la numero due del tabellone Cassidy Cox (USA).

I RISULTATI A SQUADRE – L’ottima qualifica di tutti gli azzurri permette anche alle squadre di piazzarsi in alto in classifica. Gli uomini (Mandia, Nespoli, Pasqualucci) sono terzi dopo le qualifiche con 1770 punti dietro solamente ad Olanda e Giappone e accedono direttamente ai quarti dove affronteranno l’Iran (Akhgari, Ashrafi, Ebrahimi Sadrabi). Meglio ancora fanno le Junior Giaccheri, Rolando e Andreoli, seconde in qualifica con 1721 punti, a due sole lunghezze dalla Russia. Il punteggio vale la semifinale dove si troveranno davanti il Messico (Garza Garcia, Rivera, Vazquez). Gli scontri a squadre sono in programma sabato.
La squadra  maschile compound (Mior, Simonelli, Pagni) si prende il secondo posto in qualifica con 1781 punti e ai quarti affronterà l’Iran (Ebadi, Kazempour, Mahboubi), quarto posto a quota 1746 per le azzurre Franchini, Tonioli, Sarti che al primo turno degli scontri se la vedranno con il Canada (Grszko, Hart, McClean). Ancora meglio fanno le Junior Ret, Bazzichetto e Roner prime con 1729 punti e già qualificate per le semifinali dove affronteranno una tra Messico e Canada. 

 

IL PROGRAMMA - Oggi, venerdì 16 febbraio, si disputeranno le eliminatorie individuali dagli ottavi fino alle semifinali del ricurvo, sia junior che senior che termineranno intorno alle 23:00, ora italiana. Successivamente le sfide dagli ottavi alle semifinali della divisione compound. Domani sabato 17 febbraio, si disputeranno invece le eliminatorie a squadre. Domenica le sfide per il podio arco olimpico e lunedì per il compound. 
 
 
LA PAGINA DELLEVENTO CON LE NEWS I LINK UTILI
 
I RISULTATI IN TEMPO REALE
 
 
 "FOTO WORLD ARCHERY" 
 
Continuano i successi degli arcieri 5 stelle PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 15 Febbraio 2018 09:47

Siamo quasi al termine della stagione indoor del tiro con l’arco e gli atleti degli arcieri 5 Stelle continuano a sfoderare ottime prestazioni.

 
Campionati Mondiali Indoor PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Febbraio 2018 19:30

La Nazionale FITARCO è sbarcata a Yankton (USA) dove, da giovedì 15 febbraio scattano i Campionati Mondiali Indoor 2018. Diciotto gli azzurri in gara per difendere i 5 ori, 2 argenti e 3 bronzi conquistati nell'edizione 2016. Le finali sono in programma domenica 18. Nell'olimpico senior sulla linea di tiro David Pasqualucci, Mauro Nespoli, Massimiliano Mandia e Claudia Mandia. Tra gli junior Simone Guerra, Tanya Giaccheri, Tatiana Andreoli e Aiko Rolando. Nel compound Sergio Pagni, Alberto Simonelli, Viviano Mior, Marcella Tonioli, Irene Franchini ed Eleonora Sarti. Per i due assi del tiro con l’arco paralimpico Simonelli e Sarti è il secondo Mondiale di fila con la Nazionale normodotati. Tra gli junior in campo Jesse Sut, Sara Ret, Elisa Roner ed Elisa Bazzichetto. 


Gli Stati Uniti d’America tornano ad essere il centro mondiale del tiro con l’arco. Dopo le Finali di Coppa del Mondo dello scorso week end a Las Vegas, il mirino degli arcieri internazionali si sposta sui paglioni di Yankton sede dei Campionati Mondiali Indoor. Il programma partirà il 15 febbraio e si concluderà con le finali di domenica.  Il Responsabile Tecnico Wietse Van Alten ha deciso per questa edizione di convocare 18 azzurri divisi tra arco olimpico e compound e tra le classi Senior e Junior.

I CONVOCATI AZZURRI - Tra gli uomini dell’olimpico la maglia azzurra verrà vestita da Massimiliano Mandia (Fiamme Azzurre), Mauro Nespoli e David Pasqualucci, entrambi dell’Aeronautica Militare. Al femminile l’unica convocata è Claudia Mandia (Fiamme Azzurre). Sempre nel ricurvo ma nella categoria Junior l’Italia schiererà Simone Guerra (Arcieri Vicenza), Tanya Giaccheri (Compagnia D'Archi), Tatiana Andreoli (Iuvenilia) e Aiko Rolando (Arcieri Iuvenilia). 
Squadre al gran completo per i compound dove a giocarsi le frecce iridate saranno: Sergio Pagni (Arcieri Città di Pescia), Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), Viviano Mior (Kosmos Rovereto) e al femminile Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino), Irene Franchini (Fiamme Azzurre) ed Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre).  Per i due assi del tiro con l’arco paralimpico Simonelli e Sarti è il secondo Mondiale di fila con la Nazionale normodotati. Tra gli Junior convocazione per Jesse Sut (Kosmos Rovereto), Sara Ret (Arcieri Cormòns), Elisa Roner (Kosmos Rovereto) ed Elisa Bazzichetto (Arcieri del Torresin). 


Lo staff azzurro che accompagnerà la squadra negli Stati Uniti sarà formata dal Capo delegazione Maurizio Belli, dal Responsabile Tecnico Wietse Van Alten, dal tecnico compound Flavio Valesella, dal Responsabile Tecnico Giovanile Stefano Carrer, dal Tecnico Olimpico Giovanile Gianni Falzoni e il tecnico del Compound Giovanile Tiziano Xotti. 

Presenti negli USA anche il Presidente FITARCO e Vicepresidente Vicario World Archery Mario Scarzella con il Segretario Generale Marcello Tolu alla sua prima trasferta internazionale da quando si è insediato in questo ruolo la scorsa estate. 

IL PROGRAMMA DI GARA – Giovedì 15 febbraio sarà la giornata inaugurale della rassegna iridata, al mattino sono in programma le qualifiche dell’arco olimpico e il primo turno di scontri diretti individuali, al pomeriggio stesse fasi di gara ma dedicate ai compound. 
Venerdì sarà una giornata molto intensa con tutti gli scontri uno contro individuali fino alle semifinali mentre sabato toccherà invece alle squadre con le sfide fino ai bronzi. Domenica la giornata conclusiva con l’assegnazione di tutte le medaglie individuali e degli ori a squadre.

ITALIA PIGLIATUTTO NELL’INDOOR – Le gare internazionali al chiuso sono ormai terra di conquista per gli azzurri. Nell’ultima edizione dei Mondiali, svolti ad Ankara nel 2016, la Nazionale riuscì a vincere 10 medaglie (5 ori, 2 argenti e 3 bronzi) portandosi a casa il primo posto nel medagliere. In Turchia a prendersi il titolo iridato furono: Irene Franchini e la squadra maschile composta da Sergio Pagni, Luigi Dragoni e Michele Nencioni nel compound e tra gli Junior dell’olimpico David Pasqualucci e le due squadre formate allora da Pasqualucci, Dino Bizzotto e Yuri Belli, nel maschile, e da Tatiana Andreoli, Loredana Spera e Tanya Giaccheri al femminile. 
La linea di tiro turca portò sul podio anche Claudia Mandia, bronzo individuale nell’olimpico, Tatiana Andreoli, argento tra le Junior, la squadra compound femminile (Franchini, Longo, Sarti), argento, la squadra Junior compound maschile (Sut, Festi, Mior), argento e la squadra compound Junior femminile (Grascelli, Tozzi, Alberti), bronzo.
I successi del 2016 sono stati ripetuti anche nella passata stagione quando gli azzurri hanno dominato l’Europeo di Vittel con 10 medaglie di cui sei d’oro, due d’argento e 2 di bronzo. 

 
LA PAGINA DELL'EVENTO CON TUTTI I LINK UTILI
 
 
 "FOTO ALBERGA"
 
Assegnati a Genova i titoli regionali indoor PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 13 Febbraio 2018 17:09

Domenica scorsa, nel prestigioso contesto della palestra del CUS Genova, si è svolto il Campionato Regionale indoor ligure di tiro con l’arco a cura dell’AGA di Genova.

 
World Cup Indoor: i vincitori delle finali di Las Vegas PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 12 Febbraio 2018 09:45

Conclusa a Las Vegas la Coppa del Mondo Indoor 2018. Gli italiani si qualificano per gli scontri diretti ma non riescono a salire sul podio: il migliore è Massimiliano Mandia che sfiora il bronzo e conclude quarto nell’arco olimpico. 

Per gli arcieri azzurri è stato l'ultimo banco di prova prima dei Campionati Mondiali Indoor che si disputano sempre negli USA, a Yankton, dal 14 al 19 febbraio. 


La World Cup Indoor 2018 va in archivio mettendo a referto quattro nuovi campioni e lasciando spazio, dal 14 al 19 febbraio, al mondiale al chiuso di Yankton. 

A Las Vegas vince nell’arco olimpico maschile il coreano Han davanti al padrone di casa Ellison e al giovane olandese Wijler che ha superato l'azzurro Max Mandia nella finalina; al femminile a spuntarla è la tedesca Lisa Unruh, argento alla russa Tsyrempilova, bronzo alla coreana Jin. Nel compound maschile tripletta statunitense con Broadwater primo, Schaff secondo e Gellenthien terzo, tra le donne ha la meglio la russa Savenkova, davanti alla danese Jensen e alla coreana So.

LA CORSA DEGLI ITALIANI – Nell’arco olimpico maschile sono due gli italiani che hanno avuto accesso agli scontri delle Finali di Coppa del Mondo grazie anche i piazzamenti delle altre tappe di Coppa del Mondo. A fare più strada è Massimiliano Mandia delle Fiamme Azzurre che si ferma ai piedi del podio battuto solamente nella finale per il bronzo dall’olandese Steve Wijler 6-0. In precedenza per Mandia sono arrivati i successi, tutti alllo shoot off, con il coreano Min Byeongyeon 6-5 (10-9) e lo statunitense Jack Williams 6-5 (10*-10) e la sconfitta in semifinale con il coreano Han Jaeyeop 7-3. Si interrompe al primo turno la corsa di Matteo Fissore battuto 6-0 dall’austriaco Andreas Gstoettner. 
Nell’olimpico femminile Claudia Mandia, anche lei portacolori delle Fiamme Azzurre, esce al primo scontro diretto sconfitta 6-4 dalla russa Sayana Tsyrempilova che andrà poi a vincere l’argento. 
Nel compound maschile Sergio Pagni chiude la sua avventura ai quarti di finale dopo il 149-148 inflittogli dallo statunitense Jesse Broadwater, in precedenza l’arciere italiano aveva vinto 147-146 con il turco Demir Elmaagacli. Federico Pagnoni si arrende invece al primo turno inchinandosi davanti all’olandese Mike Schloesser 149-144. Nessuna italiana ha invece partecipato agli scontri finali in campo femminile. 

 

 

TUTTI I RISULTATI
 
 
"FOTO WORLD ARCHERY" 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 138
Ricerca / Colonna destra

Google +1 Button


Chi è online

 2204 visitatori online

Acquisto spazio pubblicitario

Inviaci il tuo articolo

 Clicca qui, inviaci il tuo articolo e lo vedrai
 pubblicato sul nostro sito.

Videogallery Volley

Zam Guida TV

Guida Tv

Programmi tv

Risultati Calcio

Risultati Calcio

Annunci di LAVORO

Annunci di lavoro

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...