Home Altri sport Sport Invernali Hockey Club Bolzano punta sul benessere psicofisico degli atleti con il nuovo...

Hockey Club Bolzano punta sul benessere psicofisico degli atleti con il nuovo Performance Center

189
0

Ph. Gaia Panozzo
Ziano di Fiemme, Bolzano _ Il benessere psicofisico come base della performance atletica, la rigenerazione e il recupero come fondamenta della prestazione: concetti sempre più diffusi nell’universo sportivo, di cui è convinto sostenitore il team dell’Hockey Club Bolzano.

Squadra di punta dell’hockey italiano e protagonista della ICE Hockey League, campionato mitteleuropeo con 14 squadre proveniente da 6 Nazioni, l’HCB Alto Adige Alperia si è affidato all’esperienza Starpool, azienda italiana da oltre 45 anni specializzata in wellness design, e alla consulenza del dottor Christian Thuile, medico-chirurgo specializzato in medicina sportiva e rigenerativa e coordinatore del Medical Team dei Foxes, per la realizzazione del nuovo Performance Center. Uno spazio di oltre200 metri quadrati all’interno del Palaonda di Bolzano dove, dopo gare e allenamenti, i giocatori della prima squadra possono ripristinare i giusti valori fisiologici e biologici, recuperando e, soprattutto, incrementando le forze.

Ma non solo: il Performance Center aiuta i campioni a lavorare anche sulla concentrazione mentale, elemento fondamentale per raggiungere ottimi risultati sul ghiaccio.

Il Performance Center si configura come un format innovativo dedicato al recupero degli atleti e al potenziamento delle prestazioni: i benefici tradizionali del wellness – in particolare quelli originati dalle alte temperature della sauna – si uniscono alla rigenerazione psicofisica derivata dal galleggiamento asciutto in assenza di gravità e agli effetti della crioterapia. A guidare gli atleti nel corretto utilizzo di queste attrezzature all’avanguardia, speciali protocolli scientifici elaborati ad hoc dal dottor Thuile in collaborazione con Starpool. I giocatori possono così godere dell’azione combinata di sauna, galleggiamento e crioterapia, potenziando gli effetti dell’antica formula di salute e benessere “calore, acqua e riposo”.

I medici sportivi invitano gli atleti a trascorrere del tempo in sauna, se possibile anche ogni giorno. La sauna, infatti, stimola la circolazione periferica e ha effetti benefici sul sistema nervoso centrale, ma soprattutto favorisce un più rapido recupero sportivo grazie al veloce smaltimento delle tossine e dell’acido lattico. La Sauna Infrared Combi di Starpool, all’interno del Performance Center, è completa sia di stufa tradizionale sia di lampade infrarossi. Un innovativo doppio sistema che sintetizza il meglio dei due mondi sauna in un unico ambiente: le alte temperature della classica finlandese e il trattamento termico localizzato della infrarossi.

Zerobody è un sistema di rigenerazione psicofisica che permette all’atleta di galleggiare sopra 500 litri di acqua riscaldata a temperatura corporea, senza bagnarsi né spogliarsi. Il galleggiamento è una tecnica di rigenerazione e rilassamento potentissima che abbraccia la cura dell’insonnia e quella dei dolori cronici, il potenziamento cognitivo fino al recupero fisico per chi si allena intensamente o esce da un infortunio. Durante il galleggiamento determinate aree cerebrali si attivano, stimolando una risposta fisiologica opposta allo stress, con un conseguente miglioramento duraturo delle performance mentali; questo anche grazie ai contenuti multimediali di Mindfulness e tecniche di respirazione, realizzate da Starpool in collaborazione con atleti professionisti e neuroscienziati.

La crioterapia, infine, è un alleato fondamentale per la performance sportiva, perché restituisce energia al fisico mantenendo la tonicità muscolare. Con una temperatura di circa -140° e una permanenza intorno ai due minuti a sessione, riduce notevolmente i tempi di recupero dall’infortunio e ha effetti defaticanti per il post allenamento.

«In Starpool ci occupiamo da sempre del benessere delle persone e da alcuni anni supportiamo atleti professionisti e squadre sportive con soluzioni innovative per il recupero psicofisico – racconta il CEO di Starpool Riccardo Turri –. Siamo orgogliosi di essere stati scelti da HCB Alto Adige Alperia per la realizzazione del nuovo Performance Center. Nello sport, come nella vita, l’equilibrio tra corpo e mente è un aspetto fondamentale, così come la qualità del tempo dedicato al riposo e al recupero. Lavoriamo ogni giorno a stretto contatto con medici e scienziati affinché il nostro Wellness Concept possa supportare gli atleti nella preparazione e nel mantenimento di una prestazione psicofisica ottimale prima, durante e dopo la gara».

«Il protocollo che abbiamo messo a punto sarà di grande aiuto per il benessere psico-fisico degli atleti – spiega il dott. Christian Thuile –. L’hockey è uno sport ad alto dispendio di energie e il calendario particolarmente fitto comporta necessariamente tempi di recupero più stretti: per questo motivo, con la combinazione di strumenti come Zerobody, crioterapia e sauna, saremo in grado di monitorare costantemente i valori dei giocatori e intervenire sul loro processo rigenerativo. Un Performance Center di questo livello rappresenta sicuramente un’eccellenza per un club blasonato come l’HCB Alto Adige Alperia: i successi sul ghiaccio passano in primis dalla salute dei giocatori».

www.starpool.com
www.hcb.net