Home Sport acquatici Canottaggio-Canoa Paralimpiadi Tokyo 2020: estasi azzurra

Paralimpiadi Tokyo 2020: estasi azzurra

62
0

E’ un’Italia da leggenda. Una domenica trionfale per i colori azzurri alle Paralimpiadi di Tokyo. Si parte con la prima medaglia di giornata con il terzo posto del triathlon, lo conquista il cinquantenne Giovanni Achenza, bronzo nella categoria ptwc nella gara vinta dall’olandese Jetze Plat, argento per l’austriaco Florian Brungraber.
Dal nuoto spicca subito Giulia Terzi, argento nella gara dei 400 metri stile libero femminile S7 con il tempo di 5’06″32, alle spalle della statunitense McKenzie Coan in 5’05″84. Bronzo all’altra statunitense Julia Gaffney, in 5’11″89.
Si passa poi all’oro di Arjola Trimi nei 50 dorso S3 con il tempo di 51.34 davanti alla britannica Ellie Challis (55″11) e alla russa Iuliia Shishova (57″03). Altro oro grazie a Simone Barlaam nei 50 stile S9 in 24″71, nuovo record paralimpico, precedendo il russo Denis Tarasov (24”99) e lo statunitense Jamal Hill (25”19).

Anche il judo dà il suo apporto con Carolina Costa che è bronzo nella categoria +70 kg, grazie all’ippon contro l’ucraina Anastasiia Harnyk (10-0).

Tornando al nuoto, arriva l’argento di Giulia Ghiretti nei 100 metri rana SB4 femminile in 1’50”36, alle spalle dell’ungherese Fanni Illes (1’44”41), ma davanti alla cinese Cuan Yao (1’50”77).

Bronzo nei 50 metri stile libero S13 per Carlotta Gilli con il tempo di 27″07. La medaglia d’oro è stata vinta dalla brasiliana Maria Carolina Gomes Santiago (26″82). Argento alla russa Anna Krivshina (27″06).

Oro anche dalla staffetta 4×100 sl donne (34 punti). Il quartetto composto da Xenia Palazzo, Vittoria Bianco, Giulia Terzi e Alessia Scortechini arriva seconda alle spalle degli Stati Uniti che, però, vengono squalificate per cambio errato, chiudendo con il tempo di
4’24″85. Seconda diventa cosi l’Australia e terzo il Canada.

L’ultima gioia di giornata è l’argento del fioretto a squadre femminile con Bebe Vio, Loredana Trigilia e Ionela Ionela Mogos. In semifinale vittoria netta contro l’Ungheria 45-27, in finale, invece, hanno ceduto alla Cina 45-41.

Le medaglie azzurre adesso sono 8 d’oro, 10 d’argento, 9 di bronzo.

In campo ligure, del canottaggio si parla in un articolo a parte, nei 100 rana maschili SB4, Francesco Bocciardo, in una gara non sua, chiude all’ultimo posto della finale dominata dal russo Dmitrii Cherniaev con il nuovo record del mondo in 1’31”96. Argento per il colombiano Moises Fuentes Garcia (1’35”86) e bronzo per il greco Antonios Tsapatakis.