Home Calcio Promettente la prima uscita del Don Bosco Spezia

Promettente la prima uscita del Don Bosco Spezia

129
0
Don Bosco Spezia

La Spezia – Di buon auspicio il 2-1 con cui, alla sua prima uscita stagionale, il Don Bosco Spezia ha piegato a domicilio il Canaletto Sepor (squadra militante in Eccellenza e dunque di categoria superiore) all’ “Astorre Tanca”.
<Da parte nostra – ha commentato al termine lo storico presidente salesiano Giancarlo Franceschini – contiamo di fare in Prima categoria un campionato da quartieri alti, valorizzando contemporaneamente tanti giovani, per quanto sulla carta davanti a noi ci siano Forza e Coraggio e Follo nonché varie compagini genovesi. Questo successo al “Tanca” ha importanza relativa, chiaro, ma è la “rosa” messa insieme da un nuovo staff tecnico invidiabile che lascia ben sperare. Sul fronte sanitario infine il Covid non ci troverà impreparati>.
Nel contesto, quando ci si riferisce allo staff si pensa subito al nuovo direttore sportivo Luca Tognetti, all’allenatore Stefano Buccellato e al preparatore atletico Sergio Parodi. Alla resa dei conti è il trio che ha portato il Cadimare dalla 1.a Categoria all’Eccellenza. Tognetti ha subito portato in rossonero i vari Agrifogli, Bertagna, Del Santo, Giannini, Giordano, Naclerio, Romiti, Salku, Simone e Alessandro Sarti; più di un ex cadamoto…
<Fiero della chiamata – si esprime il “diesse” – da parte di un Don Bosco che, coi suoi 70 anni l’anno prossimo, è il club più antico in provincia dopo lo Spezia e oggi è forte di circa 250 tesserati andando dagli adulti al settore giovanile. Non è un caso se siamo presenti in tutti i campionati federali>.
Per la cronaca contro il Canaletto oratoriani subito in vantaggio con Naclerio in mischia, nella ripresa raddoppio di Azzaro con diagonale su svarione avversario, i canalettesi hanno accorciato nel finale con Biloni.
Mister Buccellato ha schierato in partenza: Sarti, Ugolini, Campagni; Bertagna, De Angelis, Laghezza; Del Santo, Murati, Naclerio; Romiti e Napoletano. Poi sono via via entrati Fiorito, Rubertelli, Vicini, Sivori, Sanguinetti, Agrifogli e appunto Azzaro.
Infine ecco di seguito il parco-giocatori che ha il viceallenatore in Francesco Quaranta e in Luca Rufolo l’assistente tecnico, in Alessandro Bordigoni il preparatore-portieri e in Massimiliano Castellanotti il fisioterapista, in Marcello Baldi il team-manager e in Davide D’Imporzano il dirigente accompagnatore.
Antonio Naclerio, Nicola Romiti, Simone Sarti, Alessandro Sarti, Alessandro Bertagna, Raffaele Giordano, Tommaso Giannini, Sebastiano Agrifogli, Manuel Del Santo, Andrea Salku, Nicolò Bertocchi, Matteo Campigli, Nicolò Conti, Simone Fiorito, Francesco Gigante, Riccardo Laghezza, Wesley Murati, Matteo Napoletano, Filippo Raggi, Matteo Rubertelli, Giacomo Azzaro, Giacomo Vicini, Samuel Rossi, Massimiliano Sanguinetti, Gianluca Milone, Luca Venè, Mirco De Angelis.
Per concludere a seguire l’organigramma societario di questo D. Bosco 2021/22.
Presidente – Giancarlo Franceschini. Vicepresidente – Euro Regecambrin. Segretario – Pietro Gigante. Presidente Scuola calcio – Alfredo Iandoli. Responsabile Settore giovanile – Mario Bucchi. Consiglieri – Enzo Croce e Stefano Menconi. Custode – Giuseppe Laudicina. Capo Tornei ed Esordienti – Cristian Codognotto. Preparatore dei portieri – Daniele Broccini. Direttore tecnico Juniores – Rinaldo Argiolas.