Home Calcio Focus Genoa/Samp - Professionisti Spezia battuto a domicilio dall’ Udinese

Spezia battuto a domicilio dall’ Udinese

41
0
spezia

SPEZIA – UDINESE 0 – 1

MARCATORE: Samardzic all’ 88’.

SPEZIA (4-3-3): Zoet, Ferrer, Hristov. Nikolaou, Bastoni (90’ Reca); Kovalenko (62’ Agudelo), Sala (70’ Bourabia), Maggiore; Colley (62’ Verde), Antiste, Gyasi (81’ Salcedo). A disp. Zovko, Manaj, Bertola, Provedel. All. Motta.

UDINESE (4-4-2): Silvestri; Molina (87’ Soppy), Becao, Nuytinck, Samir; Arslan (87’ Jajalo), Walace (62’ Makengo), Pereyra, Larsen; Pussetto (62’ Gomes) e Deulofeu (81’ Samardzic). A disp. Padelli, Piana, Perez, Zeegelaar, Forestieri, Ianesi, de Maio. All. Gotti.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata.

Uno spunto del fresco entrato Lazar Samardzic, tedesco di sangue slavo, assegna a un paio di minuti dal termine una vittoria all’Udinese che probabilmente troppo punisce uno Spezia il quale (subiti letteralmente gli avversari per una mezz’oretta) per quasi un’ora aveva dato l’impressione di una miglior cognizione di causa rispetto ai friulani; forse un po’ provati, questi ultimi, dal gran “pressing” esercitato per quasi mezza gara.

La cronaca dal “Picco…

Al 6’ sulla testa di Antiste, centravanti molto attivo ancorché troppo leggero magari per il ruolo, la prima palla-gol dell’incontro: la sfera fa la barba al palo e il cross era stato dell’ispirato Bastoni.

All’ 11’ appunto il “pressing” ospite costringe la difesa ligure a un o sbandamento a cui Zoet tenta di porre rimedio, finendo invece con l’atterrare Pussetto, Guida sancisce il rigore che poi però ritira dopo aver consultato il Var.

Al 40’ lo stesso Pussetto chiama Zoet a una difficoltosa deviazione in calcio d’angolo.

Al 41’ Deulofeu lambisce il palo con un bel diagonale.

In tempo di recupero Sala sfiora la traversa da fuori area.

Ripresa…

Al 14’ altro salvataggio in corner di Zoet stavolta su conclusione di Deloufeu.

Al 22’ Silvestri è grande su un tentativo del neoentrato Agudelo.

Al 25’ il pure nuovo entrato Verde spedisce la palla troppo alta di pochissimo.

Al 39’ Nuytinck respinge di testa, sulla linea di porta, una sberla ancora di Verde.

Al 43’ una percussione del freschissimo entrato Samardzic decreta il successo udinese.