Home Altro In Emilia sulla neve

In Emilia sulla neve

0
Piste da fondo a Pratizzano (Reggio Emilia) -(Foto di Gianluca Figliola Fantini- Visit Emilia)

Dallo sci di fondo fino a emozionanti escursioni e ciaspolate guidate, tra le province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia.

Tra boschi e panorami inattesi, l’Appennino in Emilia svela variegate ed attrezzate località sciistiche per praticare ogni tipo di sport sulla neve: dallo sci di fondo fino a emozionanti escursioni e ciaspolate guidate, fra laghi e faggete. A orientare gli appassionati di montagna, Visit Emilia (www.visitemilia.com) che racchiude le province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia.

Nel Parmense
Prato Spilla
Prato Spilla, nel comune di Monchio delle Corti (PR), è il punto di partenza ideale per escursioni e ciaspolate nel Parco regionale dei Cento Laghi, oltre che spettacolare porta d’ingresso del Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. Chi raggiunge il crinale a 1800 metri di altitudine – dove la vista spazia dal Golfo della Spezia alla catena alpina – può godere di uno spettacolo unico: la vista sul mare che arriva a toccare il cielo.

Schia Monte Caio
Nel Parco dei Cento Laghi, che fa parte dei Parchi del Ducato, l’area sciistica di Schia Monte Caio nel territorio di Tizzano Val Parma, permette di praticare sci escursionistico e ciaspolate anche guidate, grazie al nuovo Gruppo Guide del Monte Caio, che accompagna alla scoperta degli splendidi paesaggi dell’Appennino Parmense.

Alta Val Parma
Lagdei, Lagoni e Lago Santo sono i luoghi di questo comprensorio caratterizzato da laghi glaciali con infinite possibilità di escursioni in inverno come in estate. Ciaspolate con degustazioni, uscite notturne sulle tracce del lupo oltre a una fitta rete di sentieri segnalati, sono solo alcune delle possibilità per una esperienza a contatto con la natura senza dimenticare l’ottima gastronomia tipica.

Ciaspolate
Ciaspolate guidate sono organizzate nel Parco dei Cento Laghi, come la “Ciaspolata delle Corti” (il 21 febbraio 2021) alla scoperta delle corti che costituivano una giurisdizione autonoma in questo tratto di montagna, tra leggende e altari votivi nei boschi; la “Ciaspolata ad anello: Prato Spilla-Lago Ballano- Lago Verde – Capanna Cagnin – Prato Spilla” (il 28 febbraio) fra scorci panoramici e la ricerca delle tracce degli animali sulla neve; l’escursione guidata a “Monte Navert in veste invernale… un libro naturale che parla di orme e tracce” (14 marzo) sul dorsale del monte, tra faggete e panorami a 360° sulle vallate circostanti. Un ricco calendario di ciaspolate, anche in abbinamento con i prodotti tipici del territorio, è organizzato dal Rifugio Loch Alet in località Lagdei.

In provincia di Piacenza
Passo Penice
Passo Penice è situato al confine fra il territorio dell’Oltrepò Pavese della valle Staffora e il Piacentino della val Trebbia e val Tidone. Il passo (1.149 m) si trova ai piedi del monte Penice (1.460 m), nel comune di Bobbio. In attesa che riaprano gli impianti di risalita alla stazione sciistica di Passo Penice è possibile partecipare alle escursioni guidate ed alle ciaspolate in programma nei week-end.

Le Vallette di Ceci
Piste di fondo già battute e possibilità di ciaspolare liberamente anche a Le Vallette di Ceci dove è presente il servizio di noleggio attrezzature.

​In provincia di Reggio Emilia
Cerreto Laghi
Dal Passo del Cerreto, crocevia tra Emilia Romagna, Liguria e Toscana, si raggiunge il comprensorio sciistico di Cerreto Laghi, top per gli sport invernali, nello scenario di un lago appenninico di origine glaciale. Qui si trascorrono giornate splendide sulla neve, grazie ai percorsi per lo sci di fondo tra faggete secolari e alle ciaspolate guidate.

Ventasso Laghi
Tra il monte Ventasso (1727 mt di altitudine) e il lago Calamone, nella piccola località di Ventasso Laghi, sempre nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-emiliano, il divertimento sulla neve è assicurato da ciaspolate, escursioni in slitta con cani husky ed escursioni sulla neve. Per lo sci di fondo ci sono i 18 km di circuiti del vicino centro di Pratizzano, dove partecipare anche a trekking guidati con le ciaspole.
Anche i pendii innevati ai piedi del Monte Cusna offrono affascinati paesaggi per ciaspolate, anche con partenze da Monteorsaro.
Dal Passo di Pradarena , sul crinale appenninico principale, tra il monte Cavalbianco e il monte Asinara iniziano percorsi con paesaggi mozzafiato.

Ciaspolate sull’Appennino Reggiano
Bellissime ciaspolate sulla neve dell’Appennino Reggiano sono organizzate anche da Passi e Nuvole, da Up & Down Trekking, dall’Associazione Altri Passi e da Appennino Adventures.

Sito web: www.visitemilia.com