Home Altri sport

40.000 podisti in tutta Italia hanno festeggiato i 40 anni di Vivicittà

Vivicittà
Vivicittà - Roma con il ministro Abodi

Roma – Partecipanti ben oltre le attese: questa edizione di Vivicittà è stata una festa per 40.000 podisti, propiziata dal bel tempo in tutta Italia. Al via in diretta su Radio 1 Rai sono scattati simultaneamente in 38 diverse città per la pace, la legalità, l’inclusione. Da Torino a Palermo, da Caivano a Roma, dove anche il ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, ha preso parte a Vivicittà-staffetta per la pace che è partita dalla Moschea, ha toccato la Sinagoga ed è arrivata in piazza San Pietro

Vincitore assoluto di Vivicittà 2024, in campo maschile, è il 30enne keniano Simon Kibet Loitanyang dell’Atletica Vomano, che ha vinto in 30:42 correndo a Pescara, precedendo il 23enne burundese Patrick Nimubona (30:58) che è arrivato secondo anche nella classifica assoluta nazionale. Al terzo posto si è piazzato il marocchino Ayoub Bouras, che ha vinto la prova di Livorno con il tempo compensato di 31:07.

In campo femminile, vincitrice di Vivicittà nazionale è Rebecca Volpe, la 21enne di Noicattaro tesserata per l’Alteratletica Locorotondo, che nella prova di Bari ha corso in solitaria vincendo in 36:35. Secondo posto assoluto per la 36enne Carla Cocco, che ha vinto la prova di Latina in 37:56, terza classificata Gloria Venturelli, vincitrice assoluta del Vivicittà 2022, che quest’anno ha vinto la prova di Reggio Emilia in 38:28.

“Siamo molto soddisfatti, ancora una volta la bandiera dello sport sociale e per tutti Uisp ha sventolato insieme a quella per la pace – ha detto Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp – un doveroso ringraziamento alle centinaia di volontari e dirigenti dei Comitati Uisp in tutta Italia che ancora una volta hanno reso possibile l’organizzazione di questa manifestazione nazionale, che rimane unica nel suo genere”.

Nella speciale classifica per numero di partecipanti, al primo posto si piazza Reggio Emilia con 6.000 persone al via, podisti di tutte le età, intere famiglie e giovani di 50 scuole di ogni ordine e grado. Al secondo posto Bra (Cuneo) con 4.500 e al terzo Bari con 3.500 partecipanti.

Una storia nella storia, quella del 31enne atleta marocchino Abdessamad El Yaagoubi, giunto quarto nella classifica unica compensata, correndo a Bari. L’atleta nel 2023 era rimasto senza società sportiva e con il permesso di soggiorno in scadenza. Franco Mastromarino, allenatore di lungo corso e presidente del Bitonto Runners, ha conosciuta la sua storia, lo ha tesserato per la sua società, trovandogli un alloggio e seguendo in prima persona le pratiche per rinnovargli il permesso di soggiorno.

Uomini

1 Pescara – Kibet Simon Loitanyang – Ken – 30:42

2 Pescara – Patrik Nimubona – Bur – 30:58

3 Livorno – Ayoub Bouras – Mar – 31:22

4 Bari – Abdul El Yaagoubi – Mar – 32:23

5 Reggio Emilia – Fabio Lusuardi – Ita – 32:26

Donne

1 Bari – Rebecca Volpe – Ita – 36:35

2 Latina – Carla Cocco – Ita – 37:56

3 Reggio Emilia – Gloria Venturelli – Ita – 38:28

4 Ferrara – Caterina Mangolini – Ita – 38:44

5 Ferrara – Silvia Vecellio – Ita – 39:16

condividi
Translate »
Exit mobile version