Home Sport acquatici Pallanuoto

A2 Femminile: Rari Nantes Imperia vince e convince

Rari Nantes Imperia
Rari Nantes Imperia

R.N.IMPERIA – AQUATICA TORINO 8-5
(2-2; 1-1; 3-2; 2-0)

IMPERIA – Sowe cap., A.Amoretti, Martini, S.Amoretti 2, Mirabella 1, Iazzetta, Comba, Ferraris, Accordino 3, Cappello, Sattin 2, Della Valle. All.: Gerbò

AQUATICA – Ignaccolo, Crepaldi, Fasolo cap., Liardo, Barbero, Orsenigo, D’Amico 1, Scifoni 1, Panattoni 1, Campo, Andreeva 2, Catto, Vitale. All.: Ferrigno

La Rari Nantes Imperia vince e convince. Alla piscina ‘Cascione’ le ragazze di Enrico Gerbò battono 8-5 Aquatica Torino e salgono così a quota 6 punti nella fascia media della classifica.

L’organico torna a contare su Carla Comba, di rientro dalla qualificazione Mondiale con l’Argentina, e l’allenatore convoca la giovane portiere Alice Della Valle, all’ultimo minuto.
Pronti, via però sono le ospiti ad andare in rete con Andreeva che è brava a sfruttare un buon movimento al centro. Piuttosto immediato anche il raddoppio di Federica Panattoni.
Sul finire del tempo, la Rari si risveglia dal torpore ed è la rete di Elisabetta Sattin a suonare la carica; Lise Accordino acciuffa il pari con un tiro dalla distanza, poco prima della sirena.

Le giallorosse faticano nella manovra offensiva: mancano un po’ di sbocchi verso la porta di Ignaccolo e il giro-palla non è fluido. Così sono ancora le ospiti a mettere la testa avanti, dal centro, con Agnese d’Amico.
La risposta è affidata all’attaccante Sara Amoretti, il cui tiro dalla distanza trova la deviazione vincente nella porta piemontese. Si invertono dunque i fronti di gioco con il tabellone fermo sul 3-3: una parità che rispecchia perfettamente l’equilibrio in acqua, tra due squadre vogliose di vincere ma timorose di scoprirsi.

Serve un episodio per svoltare il match. Ed arriva ad inizio terzo periodo: la retroguardia difende egregiamente sull’inferiorità numerica, Sowe para e rilancia subito per la velocissima Sattin che si invola verso la porta ospite e firma il primo vantaggio imperiese della contesa (4-3). Una rete che dà la scossa alla Rari, più consapevole dei propri mezzi e in controllo del gioco.
Le emozioni del terzo periodo arrivano maggiormente dai penalties: Andreeva segna la doppietta personale ed il momentaneo pari. La Rari però ha poi due possibilità: la prima di Comba termina sul palo mentre Lise Accordino fa centro sulla seconda.
La Rari però non riesce a scappare e, dopo un prodigioso intervento di Sowe su D’Amico, Scifoni marca il 5-5. Da centro a centro: Mirabella, con un bell’avvitamento, ridà il vantaggio all’Imperia, all’azione successiva.

Gli ultimi otto minuti si aprono così col primo vantaggio del match. E la squadra di Gerbò ne fa tesoro: gestisce e poi colpisce con Sara Amoretti, brava a trovare la via del gol con un siluro dai sette metri. Poco dopo, ancora l’attaccante riceve uno splendido pallone, dalle retrovie, da Comba ed , a tu per tu con Ignaccolo, viene fermata irregolarmente: è rigore che Accordino trasforma per la tripletta personale ed il sigillo definitivo sul match.
Prima della sirena c’è spazio anche per la giovanissima Under14 Alice Della Valle che subentra tra i pali all’infortunata Sowe. E, proprio sull’ultimo tiro, alza la palla oltre la traversa guadagnandosi gli applausi scroscianti dal pubblico della ‘Cascione’.