Home Altro Varie Al Premio Bancarella Sport vincono due libri Minerva

Al Premio Bancarella Sport vincono due libri Minerva

0

Il mondo dello sport rappresenta da sempre, per Edizioni Minerva, un’inesauribile miniera di storie ed emozioni.

In un anno che ha visto molte discipline costrette a fermarsi a causa della pandemia, è quindi motivo di ancor maggiore orgoglio il prestigioso risultato conseguito da due dei nostri autori, Leo Turrini e Carlo Cavicchi.

Il primo, con “Panini. Storia di una famiglia e di tante figurine”, ha infatti conquistato il Premio Selezione Bancarella Sport 2021; il secondo, in occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo “Rapiremo Niki Lauda”, sarà insignito di un prestigioso riconoscimento alla carriera giornalistica: il Premio Raschi Bancarella Sport 2021.

Il volume di Turrini non narra unicamente la vicenda della celebre famiglia modenese, la cui felice intuizione ha fatto sognare generazioni di italiani appassionati di sport (e non solo), ma ripercorre quella del nostro Paese, in tanti momenti della sua travagliata storia.

Carlo Cavicchi, invece, muovendo da una “diceria, mai provata e mai nemmeno smentita”, accompagna il lettore nel roboante mondo della Formula Uno degli anni ’70, immaginando il piano messo a punto da due complici per rapire Niki Lauda, all’epoca il miglior pilota del Circus iridato ed alfiere della Scuderia Ferrari.

Due libri imperdibili, tra biografia e romanzo, che certamente vi appassioneranno!

 

PANINI
STORIA DI UNA FAMIGLIA E DI TANTE FIGURINE

Leo Turrini

C’era una volta un’Italia generosa e coraggiosa: un popolo ricco di grandi figure. E anche di magnifiche figurine.

Quattro fratelli e quattro sorelle, nati in povertà, seppero immaginare il futuro, partendo da una piccola edicola. E dalle loro intuizioni, passando da buste di semplici francobolli alle bustine di calciatori e non solo, è nato un mito globale…

Scopri il libro: https://www.minervaedizioni.com/panini-storia-di-una-famiglia-e-di-tante-figurine.html

Leo Turrini, giornalista e scrittore, è nato molto tempo fa a Sassuolo. Racconta storie di vita e di sport sui giornali del gruppo Poligrafici (“Il Resto del Carlino – La Nazione – Il Giorno”).

Ha seguito tutti i più grandi eventi dello sport mondiale, coprendo fra l’altro dieci edizioni delle Olimpiadi estive e invernali, oltre 200 Gran premi di Formula 1 e i Mondiali di calcio. Vincitore del premio giornalistico “Dino Ferrari”, ha pubblicato le biografie di Enzo Ferrari (premio Spadolini 2003), Gino Bartali, Lucio Battisti, Michael Schumacher e Ayrton Senna.

RAPIREMO NIKI LAUDA

Carlo Cavicchi

Un piano perfetto con un unico bersaglio: rapire il pilota migliore del mondo

Il romanzo muove la sua trama avvincente, come un vero giallo, da una “diceria, mai provata e mai nemmeno smentita” che girava nel sottobosco degli addetti ai lavori dell’automobilismo e del giornalismo nello scorcio di quegli anni, quando la città delle Due Torri non era Chicago, però…

Scopri il libro: https://www.minervaedizioni.com/rapiremo-niki-lauda.html

Carlo Cavicchi vince il suo premio alla Carriera in occasione dell’uscita di questo suo ultimo libro.

Già Direttore di “Autosprint” e “Quattroruote”, ha vinto numerosi premi giornalistici e scritto molti libri dedicati al mondo delle corse tra cui Senna Vero, a quattro mani con il grande asso brasiliano, che vanta ben otto ristampe, l’ultima nel 2014 in occasione dei 20 anni dalla morte dello stesso Senna. Con Minerva ha pubblicato nel 2018 il romanzo Però lo scoop è mio, nel 2019 Dentro l’Osca.Quel miracolo bolognese che seppe stupire il mondo e nel 2020 il romanzo Rapiremo Niky Lauda.

 

 

Previous articleEcco il calendario dei corsi di formazione Uisp dei prossimi giorni
Next articleLa Tarros Spezia cerca il 3-0 sull’Endiasfalti Agliana al Palasprint