Contenuto Principale
Gran Raid International du Cro-Magnon PDF Stampa E-mail
Giovedì 28 Giugno 2012 18:22
Michele GRAGLIA (Sanremo Runners) tra i big

Come partecipare ad una corsa ad eliminazione? Basta iscriversi alla Cro-Magnon, XII edizione della competizione podistica partita sabato 23 giugno alle 5:00 dal piazzale Nord di Limone Piemonte (Cuneo) e arrivo sulla spiaggia Marquet di Cap d’Ail (Francia; adiacente il Principato di Monaco) dopo 112,5 km di gara con dislivello positivo di 5900 metri e negativo di 6900. Prevalenza sentieri corribili (53,5%), ma anche sentieri tecnici (21,1%), sentieri impegnativi, foresta, raro asfalto. Un mix di asperità, impegno, sofferenza, e per qualcuno anche gioia: 350 iscritti, 251 arrivati. Un centinaio “eliminati” per cause diverse: cadute, distorsioni, disidratazione, stanchezza, preparazione insufficiente. Il vincitore ha impiegato 14h13:52, l’ultimo al traguardo ha impiegato poco più di 29 ore!

 

PERCORSO. Lasciato Limone, gli atleti hanno raggiunto Casterino, lago Mesches, Parc du Mercanotur (36 km), Valle delle Merviglie, Passo del Diavolo, Camp d’Argent (56 km), Col du Turini, Pas de l’Ablé (75 km), Cime du Baudon, Col de la Madone, Mont Agel, La Turbie (107,5 km), strada N7 e arrivo alla Plage Marquet (112,5 km).

Tra gli specialisti che hanno abbandonato Marco Olmo, classe 1948, vincitore delle prime sei edizioni; poi, tra il 75° e il 95° km, quando occupavano una posizione nei primissimi posti: Tagliaferri, Pigoni e Zarantonello.

 

SANREMESE. Tra i principali protagonisti quest’anno ha lasciato il segno anche il atleta della Sanremo Runners, Michele GRAGLIA, fresco vincitore del Trail Alta Valle Argentina di Molini di Triora. Michele vive a Miami (Florida, USA), dove svolge il lavoro di modello. A Miami non ci sono montagne per allenarsi, così prima di tornare in Europa Michele si è inventato un percorso incredibile: salire e scendere di corsa per oltre due ore al giorno i 35 piani del palazzo vicino a casa. Una simulazione però lontana dalla pratica effettiva della corsa in montagna. Ma questo ha offerto Miami.

 

HA DETTO. Questa l’esperienza vissuta alla Cro-Magnon raccontata dallo stesso Michele GRAGLIA: “Una grandiosa avventura! Ben oltre le mie attese. Alla partenza mi sono trovato a fianco di tutto il Team Salomon e proprio al mio fianco Marco Olmo. Atmosfera carica di energia e di adrenalina. Non voglio trovare scuse ma se ci fosse stati tratti del percorso più percorribili senza dubbio avrei concluso la gara in una posizione migliore. Non avendo fatto alcun tipo di allenamento in montagna i maggiori ritardi li ho accusati nei sentieri dove si camminava. Sulle salite più ripide dove si andava al passo, l’andatura dei migliori era incredibilmente molto più veloce! Per me una condizione frustrante! Appena la strada tornava ‘corribile’ recuperavo diverse posizioni e distacchi... ma eravamo ancora all'inizio. Alcune parti del percorso erano praticamente da scalare (intendo scalare con mani su roccia per tirarsi su!) e discese spaventose sono state una costante della gara.
A metà gara (Camp d'Argent, 55,5 km) mi trovavo in ottava posizione. Dopo questo checkpoint ho avuto grossi problemi di stomaco che mi sono trascinato per altri 20 km fino al ristoro successivo. Al controllo del km 74,8 ho accusato un evidente affanno perdendo quattro posizioni. Ho meditato il ritiro… Dopo quasi mezzora di pausa, brodo e sali, ho ripreso l'avventura, malgrado fossi scivolato in 17esima posizione!

All'ultimo checkpoint (Banquettes, 94,4 km), a circa 18 km dal traguardo, ho ritrovato il mio ‘groove’ e ho macinato bei chilometri dove sono tornato a divertirmi. Subito 4 km disumani con 1000 metri di dislivello... Nonostante tutto ho recuperato tre posizioni prima di giungere in cima dove, perdendo il giusto tracciato per un paio di minuti (e percorrendo qualche chilometro in più), sono dovuto tornare sulla strada giusta. Qui sono stato raggiunto da Annemarie Gross (poi seconda donna all’arrivo).

Stavo nuovamente bene e in un gruppo di sei abbiamo attaccato la discesa. Dopo un paio di minuti mi sono trovato solo con la Gross, insieme abbiamo deciso di accelerare. Splendidi gli ultimi chilometri, insieme ci siamo dati il cambio tirando a più non posso... recuperando altre posizioni. Senza dubbio gli ultimi chilometri sono stati i più eccitanti e divertenti. Decidendo di tagliare il traguardo insieme, all’arrivo ho vissuto un'emozione straordinaria e provato una soddisfazione incredibile. Mi sono commosso vedere ad attendermi la mia fidanzata, i miei genitori e alcuni parenti.

Con un allenamento in montagna e soprattutto con maggiore adattamento all'altitudine avrei sicuramente potuto fare meglio, ma la soddisfazione è massima”. 

Alla fine Michele GRAGLIA ha chiuso in 17h39:02, un ottimo 12° posto maschile, terzo degli atleti non sponsorizzati da un’azienda del settore. Tra i pochi atleti della provincia di Imperia che nella storia hanno raggiunto il traguardo di questa corsa, il risultato di Michele GRAGLIA è il migliore in assoluto.

 

TELETHON. Una nota di merito per Michele GRAGLIA. L’atleta matuziano ha corso con il simbolo di Telethon poiché crede molto sia nella ricerca contro le malattie genetiche, specialmente rare, che Telethon sta portando avanti da anni, sia nei risultati finora ottenuti. Quindi ritiene giusto poter contribuire a modo suo, rendendone visibile il nome durante questa manifestazione, e magari in futuro riuscire a contribuire con eventi organizzati per raccolta fondi.

 

CLASSIFICA DEI MIGLIORI UOMINI:

1. Pablo Barnes 1976 (Argentina; Team Salomon) 14h13:52,

2. Sergio Vallosio 1972 (Italia; Team Salomon) 14h55:23,

3. Philippe Verdier 1962 (Monaco; Team No Finish Line) 15h51:02,

4. Cristiano Campestrin 1972 (Italia; Team Salomon) 16h31.38,

5. Christian Schneider 1978 (Svizzera; Team Inov’8 Zurich) 16h31:38,

6. Davide Ansaldo 1973 (Italia; Team Salomon) 16h40:22,

7. Antonio Epifanio 1964 (Italia; Tommy Sport Como) 16h42:49,

8. Giorgio Festa 1971 (Italia; Torino) 16h49:01,

9. Fabio Toniolo 1990 (Italia; Team Salomon) 16h56:59,

10. Giorgio Toniolo 1965 (Italia; Team Salomon) 17h12:50,

11. Philippe Gallard 1971 (Francia; Caf du Courdon) 17h23:02,

12. Michele GRAGLIA 1984 (Italia; Sanremo Runners) 17h39:02,

13. David Wamster 1975 (Francia; As Rochette) 17h46:31,

14. Ivano Tomasetti 1969 (Italia; Avis Treviglio) 17h55:56,

15. Remi Dumond 1967 (Francia) 18h01:45,

222. ultimo uomo 29h02:31.

Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Giugno 2012 18:22
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...