Grande festa per il 24° Meeting Arcobaleno Stampa
Scritto da Massimo Tagliabue   
Venerdì 13 Luglio 2012 15:17

giusy versace

Va in archivio la 24° edizione del Meeting Arcobaleno AtleticaEuropa. Nella giornata di ieri allo stadio Olmo di Celle Ligure è andata in scena una giornata di atletica a tutto tondo: giovani, disabili e campioni hanno dato vita ad uno spettacolo che ha emozionato i tanti spettatori sulle tribune.

Difficile creare un Meeting di Atletica Leggera a pochi giorni dalle Olimpiadi ma Giorgio Ferrando, organizzatore dell’evento, è soddisfatto: ”Abbiamo deciso di tornare un po’ alle origini inserendo nel programma le competizioni giovanili senza però dimenticare i campioni. Anche quest’anno siamo riusciti a fare un Meeting di ottimo livello nonostante le difficoltà’.

La pista di Celle Ligure è ormai diventata un portafortuna per chi decide di partecipare al Meeting Arcobaleno, dopo i successi di Emanuele Abate e Oscar Pistorius, ieri a è esplosa la gioia di Giuseppina Versace. L’atleta biamputata ha chiuso i 200 metri in 31.21, tempo di altissimo livello che gli ha permesso di strappare il pass per le paralimpiadi di Londra 2012. “Quest’anno ho avuto tantissimi problemi - racconta l’azzurra - e oggi sono davvero felice di poter festeggiare questo ottimo risultato. Vorrei esser da esempio per tutti i disabili, questa prestazione e in generale le mie corse devono essere una spinta per tutti i ragazzi disabili ad uscire di casa”.

Il connubio tra Meeting Arcobaleno e Fipses è stato davvero forte quest’anno. I 100 metri dedicati agli atleti in carrozzina, vinti da Alvise De Vidi con un 22.14 che rappresenta il nuovo record italiano, sono stati solo l’ultimo atto di quattro giorni di ritiro in vista delle Paralimpiadi di Londra 2012.

Quando il caldo ha iniziato a sciogliere la propria morsa sono scesi in pista i pezzi da novanta. Quattrocento e ottocento metri piani erano le gare da seguire con grande attenzione e non hanno fatto mancare lo spettacolo. Lindsay Pekin (AUS) ha vinto i 400 femminili battendo in volata le giovani Madia Ghafoor (NED) e Lucy James (GBR). Tra gli uomini Giamaica protagonista con l’oro di Peter Matthews e il bronzo di Demar Murray. Tra la coppia caraibica è riuscito a piazzarsi il britannico Michael Warner.

Ottocento metri ad alta tensione tra le donne. Gara combattuta fino all’ultimo con la marocchina Malika Abakil che ha chiuso davanti a Margherita Magnani (Fiamme Gialle) per soli cinque decimi. E’ ancora la Jamaica a fare festa tra gli uomini grazie a Richards Cunningham che si mette alle spalle la coppia britannica James Brewe-Andrew Richardson.

Entusiasmo alle stelle per i salti, competizioni che hanno spesso esaltato il pubblico di Celle. Qualche soddisfazione riesce a togliersela anche l’Italia con l’oro nel triplo uomini di Fabio Buscella. La promettente Dariya Derkach vince il lungo donne come da pronostico. Nel salto in alto i due favoriti non hanno tradito e si sono portati a casa gli ori: la statunitense Jane Doolitle ha chiuso senza troppi problemi la pratica tra le donne, mentre tra gli uomini a regalare spettacolo ci ha pensato l’ucraino Viktor Shapoval. Nonostante la non più giovanissima età, non solo ha sbaragliato la concorrenza ma ha provato a saltare un 2.20 che sarebbe stato risultato di spessore. I tre errori non hanno placato gli applausi degli spettatori. Infine piccola sorpresa nel salto in lungo uomini con Daniel Brabmble bravo a battere il più quotato Jaroslav Dobrovodsky.

"E'stato ancora una volta un meeting di ottimo livello tecnico e anche e soprattutto una grande festa di sport per tutti", sottolinea il sindaco di Celle Ligure Renato Zunino. "Anche a ridosso dell'Olimpiade e in un momento di crisi economica Celle ha dimostrato di essere un punto di riferimento per l'atletica mondiale e con il rinnovamento della pista siamo certi che potremo festeggiare la 25° edizione con un programma di grandissimo livello."