Contenuto Principale
PGA TOUR: BRILLA SERGIO GARCIA, CEDE PHIL MICKELSON, 20° TIGER WOODS PDF Stampa E-mail
Domenica 01 Settembre 2013 12:18

Tags: SERGIO GARCIA

Sergio Garcia (129 - 65 64, -13) con un ottimo giro in 64 (-7) colpi si è portato in vetta al Deutsche Bank Championship, seconda delle quattro gare dei Playoffs che assegneranno i dieci milioni di dollari della FedEx Cup al primo dell’apposita classifica a punti.

Si gioca sul percorso del TPC Boston (par 71), a Norton nel Massachusetts, dove sono stati ammessi alla gara 100 concorrenti che si ridurranno a 70 per il BMW Championship (12-15 settembre) e a 30 per il Tour Championship (18-22 settembre) che chiuderà anche la stagione del PGA Tour.
Lo spagnolo, 33enne di Castellon che vanta otto titoli nel circuito, ha sorpassato con un eagle sull’ultima buca (aggiunto nello score a sette birdie e a un doppio bogey) Roberto Castro e lo svedese Henrik Stenson (130, -12). Al quarto posto con 132 (-10) Matt Kuchar e Jason Dufner, al sesto con 133 (-9) Harris English, Jordan Spieth e l’inglese Justin Rose. Ha ceduto Phil Mickelson, da primo dopo 18 buche a nono con 134 (63 71, -8), stesso score di Steve Stricker e dell’inglese Ian Poulter. E’ in 20ª posizione con 135 (68 67, -7) Tiger Woods, affiancato dai sudafricani Ernie Els e Charl Schwartzel e dall’inglese Brian Davis, che era coleader con Mickelson. Il numero uno mondiale ha girato in 67 (-4) con cinque birdie e un bogey: non è al top della condizione fisica e gioca evitando altri guai fisici alla schiena, tuttavia non manca di dispensare prodezze come il lungo putt con il quale ha segnato il birdie in chiusura.
Non hanno chance di mettersi in corsa per il titolo, ma debbono comunque migliorare la loro posizione in chiave FedEx Cup Brandt Snedeker, 30° con 136 (-6), Jim Furyk, il nordirlandese Graeme McDowell e l’inglese Lee Westwood, 45.i con 138 (-4), l’australiano Adam Scott, l’argentino Angel Cabrera e il colombiano Camilo Villegas, 53.i con 139 (-3), Webb Simpson, Zach Johnson, l’inglese Luke Donald, il nordirlandese Rory McIlroy e il tedesco Martin Kaymer, 67.i con 141 (-1), che hanno evitato il taglio con l’ultimo punteggio utile.
Con la classifica attuale Woods rimarrebbe in vetta alla graduatoria della FedEx Cup con un vantaggio di circa 300 punti su Adam Scott e con un margine variabile attorno ai mille punti su Sergio Garcia, Matt Kuchar e Phil Mickelson nell’ordine. Rimarrebbero esclusi dal 70 ammessi alla terza prova Ernie Els, Martin Kaymer e Camilo Villegas.
Nei Playoffs i punteggi per la FedEx Cup sono stati variati: ai vincitori vengono assegnati 2.500 punti, contro i 500/600 della stagione regolare, con 1.500 al secondo, 1.000 al terzo a scalare poi dai 750 del quarto ai 375 del decimo. Sarà lotta accesa per rientrare tra i 30, perché oltre ad acquisire il diritto a disputare l’ultimo evento, ognuno in questa occasione avrà una chances di impossessarsi dei 10.000.000 di dollari, in quanto nel turno conclusivo i punti verranno resettati: il leader ne avrà 2.500, il secondo 2.250, il terzo 2.000 e così via fino ai 210 del 30°. Lo scorso anno prevalse Brandt Snedeker, che era tra i primi cinque, ma nel 2011 il ricco bottino finì nelle mani di Bill Haas, che aveva iniziato la gara finale al 25° posto.
Per il Deutsche Bank Championship il montepremi è di 8.000.000 di dollari con prima moneta di 1.440.000 dollari.
Il torneo su Sky - La giornata finale del Deutsche Bank Championship sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky domani, lunedì 2 settembre, dalle ore 20 alle ore 24, sui canali Sky Sport 2 e 2 HD). Commento di Francesca Piantanida e di Massimo Scarpa.

LPGA TOUR: NEL SAFEWAY CLASSIC SI RIVEDE YANI TSENG, GIULIA SERGAS 77ª - Giulia Sergas è scivolata dal 41° al 77° posto con 216 colpi (70 70 76, par) nel terzo giro del Safeway Classic, torneo del LPGA Tour in svolgimento al Columbia Edgewater (par 72) di Portland nell’Oregon.
E’ tornata a guidare una classifica, dopo moltissimo tempo e una lunga crisi, la taiwanese Yani Tseng, ex numero uno mondiale che con un parziale di 63 (-9) e il totale di 198 (67 68 63, -18) ha lasciato a tre lunghezze la norvegese Suzann Pettesen e la thailandese Pornanong Phatlum, quest’ultima in vetta per due turni. Al quarto posto con 202 (-14) Stacy Lewis, numero due del Rolex Ranking, Morgan Pressel, Lizette Salas e la svedese Anna Nordqvist, all’ottavo con 203 (-13) Sandra Changkija, Cristie Kerr, la tedesca Caroline Mason e l’australiana Karrie Webb, all’11° con 206 (-10) la coreana Na Yeon Choi e al 47° con 210 (-6) la giapponese Ai Miyazato.
La Tseng ha marciato ad altissimo ritmo con undici birdie a fronte di due bogey; per la Sergas 76 (+4) colpi con un birdie, tre bogey e un doppio bogey. E’ uscita al taglio Silvia Cavalleri, 98ª con 144 (71 73, par). Il montepremi è di 1.300.000 dollari.

LET ACCESS: IN SVEZIA ANNA ROSSI E LAURA SEDDA 19.e - Anna Rossi (73 75) e Laura Sedda (77 71) sono al 19° posto con 148 (+4) colpi nel Norrporten Ladies Open, torneo del LET Access - il secondo tour femminile europeo - che si conclude con la disputa del terzo giro sul percorso del Sundsvalls Golfklubb (par 72), a Kvissleby in Svezia.
Ha mantenuto la leadership l’inglese Charlotte Wild con 141 (68 73, -4) colpi, che precede la finlandese Linda Henriksson (142, -2), la svedese Helena Callahan e l’altra finlandese Sohvi Harkonen (143, -1) e l’olandese Chrisje De Vries (144, par).
Sono uscite al taglio: Martina Migliori, 37ª con 150 (77 73, +6), Vittoria Valvassori, 46ª con 151 (77 74. +7), Chiara Brizzolari, 57ª con 153 (80 73, +9), Elisabetta Bertini, 67ª con 154 (79 75, +10) e Alessandra Averna, 80ª con 156 (77 79, +12). Il montepremi è di 30.000 euro dei quali 4.834 destinati alla vincitrice.

TOTAL INTERNATIONAL: CAMILLA MAZZOLA SI CLASSIFICA TERZA, ALL’ITALIA IL TROFEO DELLE NAZIONI - Camilla Mazzola si è classificata al terzo posto con 300 colpi (76 74 74 76, +12) nell’International Juniors of Belgium, torneo giovanile svoltosi al Royal Golf of Belgium (par 72), nella città di Tervuren, in Belgio dove l’Italia con la stessa Mazzola e con Lucrezia Colombotto Rosso ha vinto il Trofeo delle Nazioni. Si è imposta con 298 (73 77 76 72, +10) la francese Agathe Laisne con il minimo vantaggio sulla belga Clara Aveling (299, +11). Al quarto posto con 302 (+14) la slovacca Aneta Abrahamova e la belga Charlotte De Corte e al sesto con 304 (+16) l’iberica Cristina Perez Iguaran. Hanno offerto una buona prova anche Carolina Caminoli, ottava con 307 (79 76 75 77, +19), Lucrezia Colombotto Rosso, nona con 308 (81 79 71 77, +20) e Giorgia Carletti, 11ª con 310 (78 75 77 80, +22). Più indietro Ludovica Farina, 21ª con 318 (78 79 79 82, +30), Beatrice Enola Ravizza, 23ª con 320 (81 79 79 81, +32) e Giulia Pantaleo, 30ª con 334 (88 79 78 89, +46). Non ha superato il taglio dopo 54 buche Bianca Bossi, 40ª con 253 (79 87 87, +37).
L’Italia come detto ha vinto il Trofeo delle Nazioni con 608 colpi (157 153 145 153) precedendo la Spagna (612), la Svizzera (617), la Germania (641) e la Danimarca (647).
Nel torneo maschile Stefano Ciapparelli ha concluso all’ottavo posto con 297 colpi (77 73 72 75, +9). Ha vinto con 286 il ceco Vitek Novak (68 75 72 71, -2) che ha avuto la meglio sul tedesco Maximilian Herrmann (289, +1). In terza posizione con 291 (+3) il belga Alan De Bondt e il danese Morten Toft Hansen, in quinta con 295 (+7) i belgi Basile Devillet e Yohann Cauwenbergh. E’ terminato al 14° posto con 300 (+12) Gianmaria Rean Trinchero (73 78 76 75), quindi al 16° con 301 (+13) Costantino Peruzzi (77 74 77 73), al 20° con 302 (+14) Giacomo Bianchi Albrici (80 78 75 69), al 23° con 305 (+17) Pietro Crema (79 78 71 77) e al 27° con 306 (+18) Luigi Botta (73 77 75 81). Out al taglio Lorenzo Beldi, 58° con 243 (82 77 84, +27).
Il Trofeo delle Nazioni è stato appannaggio del Belgio di Alan De Bondt e Aurian Capart con 598 colpi (156 148 150 144) davanti all’Austria con 602, alla Francia con 605 e all’Italia di Botta e Rean Trinchero con 606 (146 153 151 156). Giuliana Colavito ha accompagnato il team ufficiale azzurro femminile, composto da Mazzola, Colombotto Rosso, Farina e Caminoli.

JACQUES LÉGLISE TROPHY ALLA GB&I (15-9), PARATORE VINCE I DUE SINGOLI E PERDE I DUE DOPPI - La selezione under 18 di Gran Bretagna & Irlanda ha sconfitto per 15-9 nel Jacques Léglise Trophy quella del Resto d’Europa nella quale è stato schierato l’azzurro Renato Paratore. Dopo il 7,5-4,5 della prima giornata (3-1 nei foursome e 4,5-3,5 nei singoli) la situazione di è ripetuta nei punteggi parziali anche nella seconda con i britannici che sono stati sempre superiori nelle quattro sessioni in cui si è dipanata la gara. Paratore ha giocato i due doppi insieme al tedesco Dominic Foos perdendoli entrambi con il passivo di 5/4, il primo contro Ewen Ferguson/Bradley Neil, il secondo contro Ashton Turner, capitano giocatore di GB&I, e Marco Penge. Nei singoli il portacolori del Parco di Roma ha regolato nell’ordine Ben Amor per 6/4 ed Ewen Ferguson per 2/1.
Nella prima giornata l’unica coppia europea vincente è stata quella formata dagli spagnoli Mario Galiano/Ivan Cantero (4/3 su Ashton Turner/Marco Penge), mentre hanno perso il norvegese Kristoffer Ventura e il tedesco Michael Hirmer (1 up da Bradley Moore/Robin Dawson) e i francesi Romain Langasque e Nicolas Manifacier (3/2 da Robert MacIntyre/Connor Syme).
Nei match individuali, oltre che con Paratore, i ragazzi del Resto d’Europa, guidati da capitano non giocatore Miguel Franco de Sousa, si sono imposti con Dominic Foos (8/7 su Ewen Ferguson), e con Michael Hirmer (1 up su Robert MacIntyre). Pari tra Mario Galiano e Ashton Turner e punti britannici con Bradley Neil (1 up sul transalpino Paul Elissalde), con Robin Dawson (4/3 su Ivan Cantero), con Marco Penge (4/2 su Kristoffer Ventura) e con Connor Syme (5/3 su Romain Langasque).
Nella seconda giornata i britannici non hanno perso nei foursome dove, oltre in quello contro Paratore/Foos, hanno ottenuto un altro punto pieno con Robert MacIntyre/Connor Syme (3/2 su Kristoffer Ventura/Nicolas Manifacier). Sono finiti in parità i match Ewen Ferguson/Bradley Neil-Mario Galiano/Ivan Cantero e Bradley Moore/Robin Dawson-Paul Elissalde/Romain Langasque.
Nei singoli i continentali dopo il punto di Paratore, scendo in campo per primo, sono andati a segno con Ivan Cantero (2 up su Bradley Neil) e con Dominic Foos (3/2 su Connor Syme) ed è finita pari tra Michael Hirmer e Ashton Turner. Quattro le vittorie britanniche con Bradley Moore (5/4 su Mario Galiano), Marco Penge (3/2 su Romain Langasque), Robin Dawson (4/3 su Nicolas Manifacier) e con Robert MacIntyre (4/2 su Paul Elissalde). E’ la seconda partecipazione di Paratore al torneo: lo scorso anno era anche nella selezione continentale che si era imposta per 13,5 a 10,5 sul tracciato di Portmarnock,

THE JUNIOR PLAYERS: SCALISE 49°, GARBIN 68° - Lorenzo Scalise, da 53° a 49° con 153 colpi (80 73, +9), ha fatto piccoli passi avanti nel secondo giro del The Junior Players Championship, prestigioso torneo giovanile che si svolge sotto l’egida dell’Aiga al TPC Sawgrass (Stadium Course, par 72), a Ponte Vedra in Florida. E’ al 68° posto con 158 (82 76, +14) Giacomo Garbin.
Lo statunitense Austen Truslow è rimasto solitario al comando con 138 (71 67, -6) e ha due colpi di margine su Zachary Bauchou (140, -4). In terza posizione con 142 (-2) Cameron Young e il messicano Aaron Terrazas, in quinta con 143 (-1) il cinese Andy Zhang. In campo 78 concorrenti provenienti da 13 nazioni che si battono sulla distanza di 54 buche.

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...