Contenuto Principale
Kevin Ceccon esorcizza il Nordschleife PDF Stampa E-mail
Martedì 25 Giugno 2019 14:25

Tags: Kevin Ceccon | Nordschleife

0a0d8edca00-a342-4eb6-a3c6-9bef485f64da

Debutto incoraggiante per Kevin Ceccon all’Inferno Verde.

Il bergamasco, in occasione del quinto appuntamento dei dieci che compongono la stagione 2019 del FIA WTCR ha conquistato l’ingresso in zona punti in quello che era il suo primo approccio con il Nordschleife. Ceccon, fedele ai colori del Team Mulsanne nel mondiale turismo alla guida dell’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris, si era da subito messo in luce durante le prove libere, dovendosi però accontentare di due sessioni di qualifiche al di sotto della aspettative. L’arrivo della pioggia ha infatti condizionato il risultato, e Kevin ha dovuto gestire la propria vettura lungo i 25.378 metri del Nodrschleife con mutevoli condizioni, qualificandosi ventunesimo. Tenutosi lontano dai guai nelle prime due manche, nella terza ed ultima del week-end Kevin è andato all’attacco, rimontando fino all’undicesimo posto, tornando in zona punti dopo il doppio podio della Slovacchia.

Kevin Ceccon
“Quella del Nordschleife era una delle sfide più dure che avevo davanti in questa stagione. Non conoscevo il circuito, non vi avevo mai girato e nemmeno la squadra aveva dei riferimenti con il restyle Veloce della nostra Giulietta. Inoltre il format del fine settimana, non prevedeva tempo tra una sessione di libere e l’altra, e quindi mi sono ritrovato in qualifica quasi alla cieca. Non ho voluto azzardare l’intero set di slick perché il circuito era ancora bagnato, montandole sono all’anteriore. Anche la tempistica con cui siamo scesi in pista forse poteva essere diversa, e partendo più avanti avremmo potuto raccogliere di più. Ho voluto evitare guai nelle prime gare perché picchiare al Nordschleife può significare compromettere il lavoro di tutto il fine settimana. In gara-3 ormai non avevo più nulla da perdere ed ho azzardato, condizione che ha pagato, perché sono arrivato undicesimo sotto la bandiera a scacchi, ad un soffio dalla top-10. La cosa importante è stata rientrare in zona punti dopo lo zero dell’Olanda, per puntare con un po’ più di fiducia alla gara del Portogallo tra due settimane, su un’altra pista per me sconosciuta”.

Nella foto Kevin Ceccon

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...