Home Altri sport

Arco si candida a capitale del running come nuova opportunità turistico – sportiva

running
Poli, Ricci, Ioppi, Rigatti, Paternostro e Decarli (PH Comune di Arco)

ARCO (GARDA TRENTINO) – Arco capitale del Running? A lanciare ufficialmente questa proposta di nuovo brand sportivo – turistico che possa caratterizzare questo territorio nel mondo dell’atletica leggera (running), sulla falsariga di quanto già avvenuto con la specialità del Climbing, sono stati l’assessore comunale allo Sport e Turismo Dario Ioppi e i presidenti delle tre realtà agonistiche – Matteo Paternostro (Garda Trentino Trail), Augusto Ricci (Atletica Alto Garda e Ledro) e Sandro Poli (Garda Trentino Half Marathon) – che quest’anno proporranno Garda Trentino Trail (19 al 21 maggio), la tappa finale del 2.o Speed King e Queen Trentino Alto Adige 2023 ovvero un meeting su pista (1.o luglio) e Garda Trentino Half Marathon (12 novembre).

Insomma la città di Arco va sempre più di corsa e così la sala dell’Archivio storico di Palazzo Marcabruni Giuliani, affacciato sulla centralissima piazza III Novembre, ha ospitato il primo passaggio ufficiale del progetto che vuole portare la città del Garda Trentino a diventare una capitale del running. Non a caso può vantare nel suo tessuto sociale la presenza di numerose società sportive che nel corso degli anni hanno saputo accumulare esperienza e know how tali da scalare a loro volta le gerarchie nazionali e mettersi in luce con eventi tra i più prestigiosi del calendario italiano. Tanto che l’assessore allo sport del Comune di Arco, Dario Ioppi, ha potuto leggere tra le righe la possibilità di avviare una sinergia che possa contribuire a crescere ancor più il movimento legato al running ad Arco e di conseguenza in tutto il territorio dell’Alto Garda e del Trentino.

Sono tre le realtà che hanno dato vita al progetto che vede la benedizione di Silvio Rigatti (presidente Garda Trentino), della Cassa Rurale e di Amsa: l’ASD Garda Trentino Trail che tra il 19 ed il 21 maggio prossimi proporrà l’ottava edizione di un trail che in questo 2023 si è arricchito anche della versione Extra ovvero un ultratrail di 150 chilometri con oltre 10.000 metri di dislivello; l’Atletica Alto Garda e Ledro che sabato primo luglio accenderà i riflettori sulla rinnovata pista dello stadio comunale di Arco per ospitare l’atto conclusivo del circuito Speed King&Queen che richiamerà ai piedi del castello alcuni tra i migliori interpreti della velocità nazionale; appuntamento questo che si inserisce in una serie di altri eventi proposti dalla società arcense, attiva anche sulla corsa su strada con la LedroRunning e nella corsa campestre con il Cross dell’Alto Garda, Garda Trentino Half Marathon che il 12 novembre si proporrà con un vestito tutto nuovo ed un quartier generale spostato proprio ad Arco, nuovo quartier generale della mezza maratona allestita dalla Trentino Eventi, tra le più partecipate d’Italia.

Obiettivo comune, collaborare per crescere e far crescere sempre più Arco. “Complice il ritorno ad Arco della Garda Trentino Half Marathon è emersa l’occasione di provare ad unire sotto un unico brand realtà importanti sia dal punto di vista sportivo che promozionale come Garda Trentino Trail e gli eventi allestiti dall’Atletica Alto Garda e Ledro – sono state le parole di Dario Ioppi.- Si tratta di manifestazioni che coprono gran parte dell’anno, da maggio a novembre a conferma di come il nostro territorio si presti alla perfezione per il mondo del running e dell’atletica in generale. L’amministrazione crede in questo progetto, la collaborazione tra realtà è fondamentale e sappiamo di affidarci ad organizzatori validi, con esperienza e che meritano piena fiducia”.

Un progetto che viene sposato appieno anche dal presidente dell’APT Garda Trentino, Silvio Rigatti. “Se la capitale dell’arrampicata diventasse anche capitale del running sarebbe un successo per tutti. Arco ha le carte in regola per interpretare al meglio questo ruolo, sia per l’attività su strada, sia nella corsa in natura e sia in pista. Eventi come questi devono trovare il supporto da parte delle amministrazioni e degli enti di promozione: non posso che confermare l’appoggio da parte dell’APT Garda Trentino e ringraziare di cuore per questa iniziativa e per questo impegno che concretizza il concetto di destagionalizzazione turistica e propone ai nostri ospiti ulteriori occasioni per raggiungerci.”.

I presidenti delle società non hanno nascosto la soddisfazione e l’interesse per questo progetto che punta a dare ulteriore visibilità sia alle loro manifestazioni e sia ad Arco. Tutte le località turistiche di prima fascia legano il loro nome a realtà sportive – è stato ricordato -: Kitzbuehel con la Streif ovvero la libera di Coppa del Mondo, Madonna di Campiglio sempre con la Coppa del Mondo di sci e il canalone Miramonti, il Garda Trentino con la Vela e il Wind surf, Arco con i grandi campioni del climbing. Ora questa nova opportunità legata al running pratica sportiva che regista un costante crescente successo

Matteo Paternostro, Garda Trentino Trail: “Sono onorato di essere al tavolo con eventi di questa portata. Garda Trentino Trail è relativamente giovane, compirà a breve l’ottava edizione, e condividere un percorso è quanto di meglio possiamo chiedere. Anche nel 2023 abbiamo voluto aggiungere un elemento alla gara dopo che i campionati italiani 2022 hanno permesso di chiudere un primo ciclo. Il 19 maggio debutterà la distanza Extra che con i suoi 150 chilometri può rappresentare una vera e propria cartolina per tutto il territorio, allargandosi anche alla Valle di Cavedine, alla Valle dei Laghi a parte della Vallagarina oltre al Garda Trentino e alla Valle di Ledro”.

Augusto Ricci, Atletica Alto Garda e Ledro: “La pista dell’impianto di Arco è stata rinnovata nel 2020 ed il primo luglio si completerà un circuito fatto di tre tappe di alto livello rivolto in primis alla velocità grazie alla collaborazione con l’Athletic Club 96 Alperia di Bolzano, società pluriscudettata (3 giugno) e della Polisportiva Oltrefersina che proporrà il Meeting di Pergine due settimane più tardi”

Sandro Poli, Trentino Eventi: “L’edizione 2023 avrà diverse novità, tra le quali l’allungamento del tracciato verso Dro, ma anche una sorta di ritorno al passato visto che le prime edizioni avevano il quartier generale proprio ad Arco. Alla luce dei cambiamenti abbiamo scelto di prevedere un numero chiuso per poter testare la rinnovata macchina organizzativa. La speranza è di trovare il supporto delle realtà del territorio, anche sul fronte della ricettività”.

Come si suol dire in questi casi, la prima pietra è stata posizionata. Le tre società con il coordinamento dell’amministrazione sono pronte a correre incontro a questa sfida per coinvolgere sempre più il mondo del running, a cominciare dai 2.000 e più che tra poche settimane si sfideranno sui sentieri del Garda Trentino Trail nelle tre giornate di gara.