Home Eventi Eventi CampoFestival, “musica dalle aree celtiche”: il 30 luglio a Campo Ligure

CampoFestival, “musica dalle aree celtiche”: il 30 luglio a Campo Ligure

0
Campo Ligure

Nell’entroterra genovese, in uno dei “borghi più belli d’Italia”, Campo Ligure, da 26 anni si svolge Campofestival, rassegna promossa dall’Amministrazione Comunale di Campo Ligure, con la collaborazione dell’Associazione Musicale Corelli di Savona, inserita nella manifestazione regionale “Musica nei Castelli di Liguria”.

Come ogni weekend, vi sarà inoltre l’opportunità di visitare il Castello di Campo Ligure, sia in forma libera (nelle fasce orarie 10-12 e 16-18) sia attraverso tour accompagnati con inclusa salita alla torre e visita alla storica neviera (alle ore 18, 19 e 20). Per info e prenotazioni: 333 4411026.

Al ricco programma musicale si aggiunge inoltre una sezione gastronomica con “AperiCastello”: farinata e focaccini a cura dell’Associazione Amici del Castello, nell’area sagre del Castello a partire dalle ore 17.

Per quanto riguarda Campofestival, una grande festa musicale ci accompagnerà nel pomeriggio e in serata in questa giornata di fine luglio, a partire dalle 18,00 in piazza Vittorio Emanuele II (ingresso libero) con i Folk En Rouge & Autre Chant e il loro “Bal folk”: musiche e canti dal mondo occitano e dal centro Francia.
Folk en Rouge da molti anni porta in giro balli occitani per tutto il Nord Italia tenendo stage sia di danza che di strumento. I brani occitani suonati sono più di 100 e comprendono anche quelli maggiormente tralasciati nel tempo. Il gruppo ha tenuto centinaia di spettacoli in tutto il Nord Italia, ottenendo sempre un vivo successo di pubblico. Nel 2019 nasce il CD COLME’ composto da brani dedicati al Ballo Folk in generale e comprende Scottish, Circoli, Mazurke, Gavotte, Bourreè e Chapelloise.
Michela Manera – organetto diatonico e fisarmonica cromatica
Fabio Rosso – fisarmonica – chitarra
Franco Malberto – ghironda.

A seguire, sempre con ingresso gratuito, nel parco del Castello, alle 19,30 si esibiranno i Pulin & the little mice che proporranno uno spettacolo dedicato alle diverse espressioni musicali presenti negli States tra la fine del XIX e l’inizio de XX secolo come l’old time, la musica dei primi coloni, base musicale del più famoso country, il ragtime ed il blues, bluegrass, musiche da ballo, canzoni tradizionali, linguaggi musicali della popolazione afro americana. I ‘Pulin & the little mice’ accompagneranno l’ascoltatore in un viaggio a ritroso nel tempo alla riscoperta dei generi che si sono incrociati e spesso fusi indissolubilmente per creare sonorità uniche fino alle radici di questa musica antica ma ancora viva. La band porta avanti la propria attività live in quintetto acustico utilizzando strumenti tradizionali, offrendo nei loro concerti ritmo ed allegria dal sapore pienamente “Old America”.
Matteo “Pulin” Profetto – voce, armonica, chitarra acustica, lap steel, washboard
Giorgio Profetto – chitarra, voce
Antonio “Tato” Capelli – violino, banjo
Marco “Rory” Crea – slide guitar acustica ed elettrica
Marcello Scotto – washboard, percussioni.

In serata, alle 21,30, nella splendida cornice della corte interna del Castello di Campo Ligure sovrastante il borgo, i Birkin Tree, il più importante gruppo italiano di musica irlandese, insieme al grande violinista Tola Custy, presenteranno il loro nuovo disco “BIRKINTREE4.0” in un concerto, “Song and Music from Ireland”, che propone ogni volta il piacere del fare musica con grande energia, sensibilità e amore del repertorio per “raccontare” i colori e le atmosfere d’Irlanda e di Scozia (ingresso 12,00 euro).

“Birkin Tree 4.0” è il titolo del nuovo disco per ricordare un progetto artistico che ha già percorso 40 anni di cammino. Un grande punto di arrivo ma ancor di più un grande punto di partenza per una line up rinnovata, giovane e ricca di energia. 4.0 celebra i quarant’anni di età del gruppo e al tempo stesso segna una tappa della storia del progetto artistico Birkin Tree, che negli anni si è rinnovato nell’organico e nei contenuti ed è oggi saldamente proiettato nel futuro.
I musicisti hanno ulteriormente approfondito lo studio, la ricerca e la riflessione sul linguaggio musicale della tradizione irlandese grazie alle intense collaborazioni di questi anni con alcuni tra i più importanti artisti dell’Irish trad come Martin Hayes, Mick O’Brien, Tola Custy, Caitlinn Nic
Gabban e Ciaran O’Maonaigh. 4.0 segna anche l’avvio della collaborazione tra i Birkin Tree e il cantante e chitarrista scozzese Tom Stearn, la cui presenza nell’album è sostanziale
nel ridefinire il sound del gruppo. Prende corpo quindi un disco dalla piena e profonda sonorità irlandese, caratterizzato dalla spazialità e dall’eleganza degli arrangiamenti e dalla presenza di due voci che cantano assieme una parte del repertorio, dimostrando un grande interplay.
Il repertorio alterna brani strumentali e canzoni provenienti dalla tradizione irlandese e scozzese, composizioni di alcuni tra i più importanti autori del repertorio irlandese contemporaneo, e nuove
originali del flautista M. Balatti. L’album comprende inoltre la presenza di due illustri ospiti irlandesi, la suonatrice di concertina Caitlin nic Gabhann e il violinista Ciaran O’Maonaigh, che appaiono in due tracks.
Lo spettacolo vedrà la presenza di un ospite irlandese di chiara fama come Tola Custy al violino
ed inoltre sarà presente il valente cantante e chitarrista scozzese Tom Stearn.
Tola Custy è uno dei più importanti violinisti del Co.Clare, contea famosissima dell’ovest d’Irlanda per la ricchezza della sua musica ed in particolare per il suo stile violinistico. Membro della leggendaria band Calico, Tola ha inciso decine di album e tenuto concerti in tutto il mondo. Collabora con moltissime band e musicisti come Mirella Murray, i Flook, Padraig Rynne, Guidewires, Heidi Talbot, Pauline Scanlon e i Grada. Oggi collabora con l’arpista Laoise Kelly e molto spesso con i Lunasa.
Reduci dalla recente partecipazione al “Ravenna festival”, i Birkin Tree rappresentano una delle più importanti realtà musicali italiane nell’ambito della musica irlandese. 40 anni di attività, migliaia di concerti in Italia, Irlanda ed Europa, centinaia di passaggi radiofonici in tutto il mondo, numerosissime collaborazioni con i più rinomati musicisti irlandesi, 5 dischi di successo …un’immensa passione per la musica irlandese!!!
Tola Custy – violino
Tom Stearn – voce, chitarra, banjo,bouzouky
Laura Torterolo – voce e chitarra
Fabio Rinaudo – uilleann pipes, whistles
Michel Balatti – flauto traverso irlandese
Luca Rapazzini – violino