Home Altro Varie

Capodanno in piazza a Castelbuono

0
Castelbuono

Grande attesa per l’appuntamento di domani 31 dicembre alle ore 23.30 in piazza Castello a Castelbuono per il capodanno in piazza che chiuderà il 2022 e farà brindare per l’ingresso del nuovo anno. E’ l’ultimo appuntamento dello straordinario cartellone “Castelbuono Jazz Winter” avviato il 9 dicembre e che si concluderà proprio con la lunga notte del buon anno all’insegna della spensieratezza e della voglia di divertirsi con artisti di fama nazionale.

Protagonisti sul palco ai piedi del maniero medievale dei Ventimiglia saranno il gruppo musicale Qbeta e Marcello Mordino che farà gli onori di casa presentando i vari momenti della lunga notte del buon anno.

I Qbeta sono in attività dall’inizio degli anni novanta. Il gruppo nasce a Solarino ad opera dei fratelli Cubeta, dai quali prende il nome e che gli stessi definiscono una «band etno funky mediterranea». La diversa estrazione musicale dei componenti (jazz, rock, classica) ha portato ad uno stile nato dalla miscelazione di diversi generi: musica etnica, jazz, funk, e musica latina, il tutto in chiave “mediterranea” che, appunto, è stato ribattezzato «world music mediterranea». L’aspetto più evidente di tale “mediterraneità”, però, non riguarda solo gli arrangiamenti, ma anche il tenore dei testi delle loro canzoni che sovente sono anche in dialetto (tra le tante: I re, Menu mali ca c’è u mari, Kuturissi). Nel 1997 pubblicano con Symphonos Italia l’album Arrivaru cuntraventu.
Numerosi gli interventi della band solarinese ad importanti manifestazioni musicali nazionali e internazionali, come ad esempio: Arezzo Wave, Roxy Bar (trasmissione televisiva condotta da Red Ronnie nella quale presentarono la canzone Pulifemu, il cui arrangiatore era Roy Paci) nel 1996, La quinta edizione del Social Forum di Porto Alegre in Brasile nel 2005 (unico gruppo italiano ad essere selezionato per quella manifestazione), il Forum del Mediterraneo di Barcellona, sempre nel 2005, L’Austin City Limits Music Festival di Austin (unica band italiana) nell’edizione del 2010 e il Concerto del Primo Maggio in piazza San Giovanni a Roma insieme a Paolo Belli, nel 2011. Diversi brani dei Qbeta, poi, sono stati inseriti nella programmazione musicale di diverse radio nazionali, tra le quali, Radio 2: Arrakkè e Scappa Carmela nel programma Caterpillar, Kuturissi e Voglio vivere così (cover del successo di Ferruccio Tagliavini) nella trasmissione di Fiorello e Marco Baldini, “Viva Radio2”; Radio 24: Le zanzare nel programma La Zanzara di Giuseppe Cruciani; Radio Uno: Tipo normale e Faccio festa in duetto radiofonico con Paolo Belli, nel novembre 2010. Nell’aprile del 2011, Faccio festa è il primo singolo estratto dall’album del cantante emiliano, Giovani e Belli; il mese successivo, tale brano viene proposto al Concerto del Primo Maggio in piazza San Giovanni in Laterano a Roma, da Paolo Belli, insieme agli stessi Qbeta e, successivamen- te viene scelto come sigla del Giro d’Italia 2011.

Marcello Mordino, chiamato dal direttore artistico il Maestro Angelo Butera a presentare la lunga notte del buon anno, per la maggior parte dei telespettatori è “semplicemente” il postino di C’è posta per te, il popolare programma di Maria De Filippi, ma la carriera di Marcello Mordino ha parecchio altro da raccontare. Ha, infatti, degli eccellenti trascorsi pure sui set cinematografici, essendo un bravo attore comico. A livello recitativo, è apparso in due pellicole del celebre duo comico Ficarra e Picone: Nati stanchi e L’ora legale. Il sodalizio artistico risale ad alcune apparizioni negli show teatrali organizzati a Palermo. Scavando più indietro nel tempo, spicca poi che, assieme a Ferruccio Barbera, Mordini aveva ideato negli anni ’80 uno dei programmi più visti, vale a dire Io vedo Cts. Il format prevedeva di comporre numeri telefonici casuali, nella speranza di trovare qualcuno che rispondesse cantandone la sigla. L’idea ebbe un tale successo da essere poi esportata altrove. Di grande successo anche la trasmissione Più meglio della Rai con Angelo Butera. E poi ancora protagonista in Queen Mary, che lo ha voluto nel cast dello spettacolo del sabato sera.

Con i Qbeta e Marcello Mordino, quindi, spettacolo assicurato per un fine anno scoppiettante di sano e coinvolgente divertimento a Castelbuono. Il modo migliore di dirsi tutti insieme, Buon Anno.

Previous articleVenerdì 6 gennaio tre Befane al Winter Park di Genova
Next article“Team Genova” parteciperà a The Ocean Race VO65 Sprint