Home Altri sport Motori

Casarano Rally in evidenza con Liguori-Navarra al Bianco Azzurro

Casarano Rally
Liguori-Navarra (Casarano Rally Team)

Obiettivo centrato per Giorgio Liguori e Rosario Navarra alla 22^ edizione del Rally Bianco Azzurro, gara valida per la 5^ Zona della Coppa Italia Aci Sport. I portacolori del Casarano Rally team, dopo un periodo di lontananza dalle competizioni, hanno fatto rientro col massimo risultato possibile, la vittoria di Gruppo R4CN, dominando con la Renault Clio, assistita dalla ProLine, la classe R3. Risultato che assume proporzioni ancora più ampie se si considera che Liguori e Navarra hanno chiuso in il rally sammarinese in 12° posizione assoluta, davanti ad alcuni piloti con mezzi sicuramente più potenti.

Per l’equipaggio salentino, Liguori caseranese e Navarra manfredoniano, è stato una gara di crescita, nella quale, dopo i primi chilometri serviti a riprendere il giusto feeling con la vettura, si sono espressi in modo convincente ottenendo dei crono costanti che gli hanno permesso di agguantare il prestigioso piazzamento. Partiti infatti con circospezione sulla prima prova speciale “Maiano”, già dopo la seconda “Monte Grimano Terme” sono passati a condurre fra le vetture RC4N e grazie ad un ottimo parziale sulla terza, “la Casa”, hanno incrementato il divario in chiusura del primo loop. Sinfonia identica al secondo giro di prove dove il vantaggio sugli avversari diretti è raddoppiato e sul terzo che ha sancito in modo definitivo il risultato.

“E’ stata una bella gara – ha commentato Liguori – solo al primo giro sono partito un po’guardingo, perché la macchina per me è in pratica nuova. L’anno scorso, infatti, ero riuscito a fare una sola prova speciale, prima dell’abbandono nel rally di casa che mi è servito a poco. Tra l’altro il percorso del “Bianco-Azzurro” mai visto prima risultava totalmente nuovo per cui non è stato facile; poi man mano che facevamo chilometri riuscivo ad interpretare meglio la vettura e il risultato si è visto. Quindi tutto sommato è andata bene grazie anche al lavoro incisivo del team sulla vettura”.