Home Calcio Calcio Giovanili Castelletto Solferino

Castelletto Solferino

0

Tabellino e commento Campionato Juniores Regionale di Eccellenza

Castelletto Solferino – Vado F.C.
1 – 1
Reti :1°t. Mazzonello(Vado).
Reti :2°t. Satra(Castelletto Solf.)
Castelletto Solferino:
Nobile-Noris-Mosconi-Carlucci-Talarico-Roveda-Cazzola-Moschillo-Satra-Guttadauro-Valmati.
A disp. : Nicoletti-Nanni-Bettoni-Ciolfi-Corrent-Dittamo-Bertolotto.
Allenatore: Tassi Livio
Vado FC :
Colombo-Tripodi(Raffaelli)-Contatore-D’Onghia-Guarda-Manitto(Luise)-Drago-Bubba-Pelle-
Murgia-Mazzonello(Lattari).
A disp. : Rignanese-Raffaelli-Piemonte-Stojku-Luise-Lattari-Fossati.
Allenatore: Persano Giovanni
Vice All. : Cerrato Maurizio.
Arbitro signor: Francesco Mastrangelo sez. A.I.A. Genova
Un risultato bugiardo regala solo un punto ai ragazzi del Vado di Persano e Cerrato.
Contro il Castelletto Solferino, la compagine Vadese avrebbe meritato sicuramente i tre punti
per la qualità del gioco espresso in campo. Già all’8′ una punizione di Drago accarezza la traversa e all’11′ Murgia ,direttore di centrocampo,lancia Mazzonello che calcia di prima intenzione sfiorando di niente il palo. Al 13′ si fanno vedere i padroni di casa su calcio di punizione di Guttadauro, ma è bravo Colombo a uscire di pugno e sventare l’offensiva. Al 13′ è Pelle che sale in cattedra seminando il panico in area avversaria e procurandosi un fallo dal limite che però non ha esito.
Sempre Pelle con le sue incursioni e la sua velocità mette in grossa difficoltà il suo marcatore Mosconi che si becca un giallo. Al 23′ Pelle lanciato da Murgia viene falciato a terra.
Calcia la punizione Bubba che pennella per la testa di Mazzonello che deposita in rete.
Passano appena tre minuti e ancora Mazzonello entra in area, dribbla secco Carlucci che lo mette giù senza tanti complimenti. Il direttore di gara lascia correre ignorando un penalty sacrosanto.
Per vedere l’unica altra azione dei padroni bisogna aspettare il 30′quando Satra , lanciato da
Moschillo prova a calciare ma viene anticipato in uscita da Colombo. Il primo tempo si chiude col Vado in vantaggio. All’inizio ripresa entrano per i padroni di casa , Ciolfi , Corrent e Dittamo.
Mister Tassi propone quindi una squadra più offensiva e i risultati non si fanno attendere.
Al 4′ da un calcio d’angolo da Guttadauro , stacca in area Vadese Satra che di testa infila alla destra di Colombo. Vado tramortito rimane in bambola per circa 15 minuti nei quali i padroni di casa provano a chiudere la partita senza riuscirci. Dal 20′ della ripresa in poi è solo Vado. Manitto al 24′ fa partire un missile da fuori area che dà l’impressione del gol. Al 25′ esce Tripodi entra Raffaelli.
Al 28′ Pelle , lanciato da Drago spara a botta sicura ma il palo gli nega la gioia del gol. Al 30′ lo stesso Pelle calibra un pallone millimetrico a Murgia , che aggancia entra in area e un attimo prima di calciare viene anticipato dalla difesa del Castelletto. Al 32′ esce Manitto entra Luise. I ragazzi di mister Tassi sembrano paghi del risultato di parità e si chiudono in undici dietro la linea di centrocampo. Ai Rossoblu del Vado sta stretto il risultato e spingono con tutti gli effettivi alla ricerca dei tre punti. Al 39′ esce Mazzonello , autore della rete vadese, ed entra Lattari classe 1995.
E’ proprio dai suoi piedi che il Vado si illude di aver vinto la partita. Infatti al 44′ dopo un’azione manovrata dai ragazzi di Persano, Luise calcia in porta un missile terra-aria che il n°1 Nobile non trattiene e sulla respinta si avventa velocissimo Lattari, lasciando sul posto il suo marcatore, e mettendo in gol. Ma il direttore di gara, signor Mastrangelo, fischia un fuorigioco inesistente.
Dopo qualche minuto finisce in parità una gara che poteva avere, per il gioco espresso in campo, un risultato diverso.
Rimane l’amaro in bocca a mister Persano e al suo vice Cerrato per le “dubbiose” decisioni arbitrali compromettendo in questo modo la possibilità di avere una classifica veritiera delle prestazioni dei Rossoblu.
Barsa