Home Sport acquatici Pallanuoto Commento della giocatrice Martina Antonucci pre RN Imperia vs Rapallo PN (A2...

Commento della giocatrice Martina Antonucci pre RN Imperia vs Rapallo PN (A2 femminile)

0
Martina Antonucci

La nona giornata del campionato di A2 femminile (girone Nord-Ovest) regala una sfida tutta ligure: quella che domenica 23 maggio vedrà di fronte le gialloblù del Rapallo Pallanuoto e le giallorosse della Rari Nantes Imperia. Fischio d’inizio alle 16, si gioca alla piscina Cascione del capoluogo di provincia ponentino.

L’occasione per la formazione ruentina è propizia per tentare il sorpasso sulla Locatelli per poi lanciarsi all’assalto finale alla conquista della vetta della classifica.

Il commento pre partita in casa gialloblu è affidato a Martina Antonucci, classe 1997, ruolo centrovasca.

«Dopo la partita di Como, sicuramente abbiamo acquisito più fiducia in noi stesse e grazie a questo ci stiamo allenando molto bene – commenta Martina – Abbiamo capito partita dopo partita che, giocando come una squadra, possiamo raggiungere i nostri obiettivi. Sicuramente domenica non sarà un match scontato, bisognerà essere molto concentrate e attente».

Dopo un’esperienza di studio all’estero, Martina Antonucci è rientrata in Italia e ha ripreso la sua attività pallanuotistica, pur non essendo stato semplice e dovendo conciliare la prosecuzione del percorso formativo con lo sport: la numero 12 del Rapallo, infatti, sta portando avanti gli studi universitari a Milano (ha già conseguito la laurea triennale in Ingegneria Biomedica) e raggiunge la squadra tre volte alla settimana per allenamenti e partite. Il suo carattere estroverso rende la sua presenza strategica all’interno dello spogliatoio. «È stato molto strano ricominciare a giocare dopo tanti anni, ma in squadra è come sentirsi a casa! – osserva – Conciliare università e pallanuoto non è facile, ma sono contenta di farlo e di portare buonumore e allegria in squadra: mi piace scherzare, fare battute e cerco di contribuire a tenere alto il morale anche in questo modo!».