Home Altro Varie Consiglio regionale della Liguria del 2 agosto 2022

Consiglio regionale della Liguria del 2 agosto 2022

0
Consiglio
Consiglio regionale della Liguria

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LIGURIA del 2 agosto 2022

Minuto di silenzio per Tiziano Rovegno e Marzia Bettino
Commosso saluto all’ex sindaco di Sant’Olcese Angelo Torti
Subito dopo avere aperto la seduta il presidente del Consiglio regionale Gianmarco Medusei ha chiesto all’Assemblea di osservare un minuto di silenzio per ricordare Tiziano Rovegno, il titolare di una ditta di serramenti in Val Fontanabuona, precipitato dal tetto di una palazzina su cui stava lavorando, e Marzia Bettino, uccisa nei giorni scorsi dal marito nella loro casa sulle alture di Genova. Il presidente ha poi espresso il cordoglio del Consiglio regionale ai famigliari di Angelo Torti, storico sindaco di Sant’Olcese e poi assessore presso la ex Provincia di Genova.

Impianto di telecomunicazioni a San Bartolomeo della Ginestra, a Sestri Levante
Claudio Muzio (FI) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta quali iniziative assumerà in merito all’installazione del nuovo impianto di telecomunicazioni in via Monsignor Vattuone, nel quartiere di San Bartolomeo, nel Comune di Sestri Levante, in modo da garantire la massima sicurezza e la salute dei residenti. Muzio ha rilevato che è stata registrata la presenza di valori di campo non trascurabili e, coniugata con l’installazione di 4 nuove antenne, questo ha allarmato i residenti della zona.
L’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone ha spiegato che la competenza è a titolo comunale, in quanto i Comuni possono emanare regolamenti per individuare i siti “sensibili” e ha poi illustrato il quadro normativo relativo all’installazione di questi impianti spiegando che la Regione svolge un controllo preventivo sulla compatibilità delle emissioni con gli indirizzi fissati dalla normativa vigente.

Battuta di caccia selettiva al cinghiale avvenuta a Porteghetto nel Comune di Cervo
Paolo Ugolini (Mov5Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dal collega del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta se la battuta di caccia selettiva al cinghiale avvenuta in mezzo alle case, in località Porteghetto nel Comune di Cervo (IM) fosse autorizzata; i motivi per i quali non è stata rispettata la regola che prevede il distanziamento delle aree di caccia dalle abitazioni di almeno 100 metri e la norma che prevede l’affissione di cartelli informativi per avvertire la popolazione del pericolo.
L’assessore alla caccia Alessandro Piana ha specificato che non si è trattato di una battuta di caccia, bensì di un intervento di controllo faunistico, effettuato su richiesta del Comune competente, da agenti qualificati e, infine, dopo una comunicazione preventiva agli enti competenti. Rispetto al rispetto delle distanze l’assessore ha illustrato la normativa vigente specificando, infine, che nella zona erano stati segnalati ripetuti passaggio di ungulati lungo la vicina strada statale, con rischi per l’incolumità degli automobilisti.

Accesso a visite specialistiche ed esami diagnostici in ASL 5
Paolo Ugolini (Mov5Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dal collega del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta quali azioni sono state concretamente realizzate per
risolvere il problema delle lunghe lista di attesa e delle “agende chiuse” nella Asl 5 denunciate nel mese di maggio. Il consigliere ha rilevato che stessa giunta aveva annunciato risorse economiche e nuovi servizi grazie alla strategia capace di apportare “nuove apparecchiature, investimenti e assunzioni a tempo indeterminato”.
Marco Scajola risponde su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti spiegando che il servizio di recupero prestazioni ha ricevuto fino al 27 luglio scorso 12 mila 965 segnalazioni risolvendo oltre il 62% dei casi. Più in generale l’assessore ha rilevato che attualmente in alcune agende di prenotazione l’impossibilità di prenotazione è ancora più o meno sporadicamente presente.

Lavori sul raccordo autostradale fra Santo Stefano Magra a Spezia
Stefano Mai (Lega Liguria-Salvini) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta i tempi nei quali saranno conclusi i lavori di adeguamento del raccordo autostradale che collega Santo Stefano Magra a Spezia. Il consigliere ha rilevato che Salt ha avviato i lavori nell’ottobre 2021 che avrebbero dovuto concludersi nei primi mesi del 2022, ma i cantieri sono ancora presenti e provocano code, rallentamenti e disagi per cittadini, imprese e autotrasportatori.
L’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone ha illustrato nel dettaglio il progetto e ha spiegato che, per arrecare meno disagi ai cittadini, l’intervento è stato suddiviso su più lotti e ha spiegato che il completamento dei lavori è previsto per la fine del 2023.

Riduzione del servizio di Continuità Assistenziale in ASL 4
Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto di porre rimedio alla riduzione dei turni di Continuità assistenziale (guardia medica) nella asl4. Il consigliere ha rilevato che recentemente nella ASL 3 è stata annunciata la cancellazione delle progettualità collegata alla Continuità assistenziale e nella ASL 4 sono stati fortemente ridotti i turni per il presidio di Sestri Levante, nonostante il periodo turistico, la recrudescenza del COVID e la cessazione delle GSAT.
Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti ricordando la storica carenza di medici ma ha assicurato che l’assistenza viene comunque sempre assicurata su tutta la asl attraverso il coordinamento fra i poli attivi. L’assessore ha sottolineato che la asl ha attivato tutti i canali possibili per il reclutamento di medici, che si appresta a sperimentare sistemi di telemedicina e, infine, che sono implementate le collaborazioni con le pubbliche assistenze mentre nel presidio di Sestri il numero dei medici copre i turni diurni festivi mentre l’assistenza notturna è garantita dal polo di Chiavari.

Ritardi nella consegna dei reagenti per gli esami PET
Ferruccio Sansa (Lista Ferruccio Sansa presidente) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta se corrisponde al vero che ci sarebbero ritardi e mancate consegne dei reagenti per gli esami Pet, soprattutto negli ospedali della provincia di Imperia, al punto che tanti esami vengono sospesi e cancellati con evidente disagio per i pazienti. In caso affermativo il consigliere ha chiesto alla giunta di affrontare e risolvere il problema.
Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti spiegando che alcuni ritardi nelle consegne hanno provocato il rinvio dell’esame di alcuni pazienti. L’assessore ha, però, aggiunto che nell’ultima settimana è stata ripristinata la consegna del tracciante nei tempi corretti e che il servizio di medicina nucleare della Asl2, a cui fanno riferimento anche i pazienti dell’imperiese, ha ripreso a pieno regime gli esami recuperando anche quelli che erano stati rimandati.

Contrasto alla povertà educativa
Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta di attuare il decreto 170 del 24 giugno scorso che assegna alla Liguria 11 milioni e 653 mila euro per promuovere co-progettazione e cooperazione fra la scuola e la comunità locale, il volontariato e il terzo settore per migliorare l’inclusione e l’accesso al diritto allo studio attraverso il potenziamento delle competenze anche all’esterno della scuola per contrastare la dispersione scolastica.
L’assessore alla scuola Ilaria Cavo ha illustrato nel dettaglio tutte le iniziative attuate dalla giunta, anche relativamente alla interconnessione fra scuola e Terzo settore attraverso patti di sussidiarietà che possono essere anche replicabili. Cavo ha fornito nel dettaglio i dati sull’offerta consolidata fornita dalla giunta per contrastare la dispersione scolastica.

Contrassegno speciale di circolazione e sosta per disabili
Gianni Pastorino (Linea Condivisa) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta di rendere più agevole ai piccoli disabili e alle loro famiglie il contrassegno speciale di circolazione e sosta per consentire l’accesso ai luoghi di terapia. Il consigliere ha rilevato che resta sempre fondamentale a qualsiasi età la frequentazione preventiva e precoce dei centri per la fisioterapia per poter acquisire le competenze motorie a deambulare.
L’assessore alle politiche sociosanitarie Ilaria Cavo ha illustrato la normativa vigente in materia sottolineando che le misure non sono così tassative e ha, comunque, assicurato un immediato approfondimento con i soggetti coinvolti in modo da rendere, attraverso una delibera di giunta specifica, più snello l’iter.

Istituto Comprensivo Lagaccio a Genova
Gianni Pastorino (Linea Condivisa) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta di intervenire sia nei confronti dell’Ufficio scolastico regionale (Usr) che del Ministero, per trovare una soluzione organizzativa per il benessere degli alunni e l’efficacia operativa degli operatori dell’Istitutocomprensivo Lagaccio a Genova. Il consigliere ha rilevato che nel polo Duca degli Abruzzi, la futura classe prima, formata da ventiquattro iscritti, avrà sette bambini con disabilità e, in alcuni casi, con problematiche gravi.
L’assessore alle politiche sociosanitarie e alla scuola Ilaria Cavo ha illustrato gli interventi fatti dalla giunta sia presso l’istituto stesso che presso l’Usr e gli altri organismi coinvolti per superare il problema, precisando che la scelta educativa esula dalle competenze dell’amministrazione regionale. L’assessore ha garantito che proseguirà l’attenzione della giunta sul problema.

Assistenza ginecologica nei consultori della ASL4 nei mesi di agosto e settembre
Claudio Muzio (FI) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto di garantire in estate il servizio di ginecologica nei consultori della Asl4. Dalla seconda settimana di agosto, a causa della carenza di ginecologi – ha detto – saranno sospese le visite su prevenzione e contraccezione, non saranno prenotabili visite su prevenzione e contraccezione fino a ottobre, le visite per gravidanze saranno sospese per due settimane nel consultorio di Sestri e per tre in quello di Rapallo e proseguiranno solo presso il consultorio di Chiavari.
L’assessore Cavo ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti spiegando che la rimodulazione del personale avviene da anni con la stesse modalità per consentire al personale di godere delle ferie estive e ha poi illustrato, nel dettaglio, i servizi che sono garantiti durante i mesi di agosto e settembre.

Misure per fronteggiare la siccità in Provincia di Imperia
Enrico Ioculano (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta misure per sostenere gli Enti Locali della Provincia di Imperia per fronteggiare la crisi idrica. Il consigliere ha ricordato che la Regione ha chiesto al Governo lo stato di emergenza, che sono state quantificate per la Provincia misure urgenti per 2,7 milioni di euro e che alcuni Comuni hanno adottato ordinanze per limitare il consumo di acqua, in maniera autonoma e, conseguentemente, difformi tra loro.
L’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone ha annunciato che oggi il governo dovrebbe dichiarare lo Stato di emergenza per la Liguria e che questo snellirebbe gli interventi in coordinamento con la Protezione civile nazionale. L’assessore ha poi ricordato i fondi richiesti dalla Regione, in particolare proprio per l’Ato di Imperia per gli interventi sulla rete idrica e ha annunciato che domani sarà calendarizzata la Conferenza unificata che permetterà di attribuire il ruolo di soggetto attuatore dei lavori a Rivieracqua.

Soluzione delle problematiche sulla linea ferroviaria Genova-Acqui Terme
Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta come RFI ha risolto il recente guasto che ha provocato ritardi alla circolazione dei treni sulla linea Genova-Acqui Terme e come il prospetto dei collegamenti treno-bus, riferito al periodo di interruzione della linea dal 6 agosto al 4 settembre, viene condiviso con le amministrazioni e i comitati di pendolari interessati, in modo da accogliere le possibili osservazioni e richieste di modifica.
L’assessore ai trasporti Gianni Berrino ha spiegato che sono stati effettuati diversi interventi per una definitiva soluzione del problema e che per il periodo dal 8 agosto al 4 settembre, rispetto alle attuali 13 coppie di treni (26 totali) RFI ha ripristinato 15 treni Acqui – Campoligure con interscambio bus da e per Genova, 10 treni Acqui – Ovada per interscambio bus da e per Genova e 1 treno auto sostituito Acqui – Genova (il primo del mattino). Berrino ha aggiunto che per i pendolari ci saranno due servizi sostitutivi, uno diretto da Ovada-Campo Ligure a Genova Brignole e l’altro con fermate intermedie, in concomitanza dei primi tre servizi da Acqui a Genova e degli ultimi tre di rientro da Genova ad Acqui. Berrino, infine, ha illustrato le ulteriori opportunità per gli abbonati.

Sospensione dei treni in agosto nel Tigullio
Su questo argomento sono state presentate due interrogazioni: una da Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno), e sottoscritta da tutto il gruppo, la seconda da Claudio Muzio (FI) e sottoscritta da Sandro Garibaldi (Lega Liguria Salvini).
Rossetti ha chiesto alla giunta di risolvere i disagi che la sospensione del Treno 12320 da Levante verso Genova produrrà sui pendolari, con particolare riferimento a coloro che devono arrivare al villaggio tecnologico di Erzelli. Il consigliere ha rilevato che i pendolari del Levante dovranno anticipare la partenza utilizzando un regionale con fermata in tutte le stazioni o, in alternativa, a salire su un Intercity, sostenendo un extra costo.
Muzio ha chiesto alla giunta quali iniziative assumerà urgentemente per attenuare i disagi per i pendolari del Levante ligure nel periodo dal 25 luglio al 4 settembre, con particolare riguardo alla possibilità di riattivazione del treno regionale 12320 Sarzana-Savona e del treno regionale veloce 3257 Genova Brignole-Spezia che sono i più utilizzati, nella fascia oraria di riferimento dai pendolari del territorio del Tigullio.
L’assessore ai trasporti Gianni Berrino ha spiegato che è il treno 12320 non è stato mantenuto perché fa pochissime fermate e, se fosse stato mantenuto, sarebbe stato necessariamente soppresso il treno regionale in quanto non era possibile mantenere i due treni. Berrino ha rilevato che il treno regionale, facendo più fermate, è utilizzato da molte persone delle stazioni intermedie tra Sestri Levante e Genova. L’assessore ha sottolineato di aver ottenuto da Trenitalia la possibilità di viaggiare sugli Intercity anche con l’abbonamento per tutti quelli che non hanno la carta “Tutto Treno”, perché normalmente non la utilizzano e ha puntualizzato che il treno 12320 circolerà regolarmente dal lunedì al venerdì da Sarzana fino a Sestri Levante e che a Sestri Levante c’è la possibilità di scendere e salire sull’Intercity senza pagare il supplemento. L’assessore ha poi illustrato nel dettaglio tutti gli altri treni disponibili fra Spezia e Savona.

Implementazione degli organici delle strutture PSAL
Davide Natale (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta la tempistica con la quale verranno banditi i concorsi per implementare gli organici delle diverse strutture di Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro (PSAL). Il consigliere ha sottolineato che le organizzazioni di categoria denunciano una carenza di personale, che rende impossibile attuare le funzioni proprie della struttura e in alcuni casi non riescono ad intervenire sulle emergenze.
Marco Scajola risponde su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti ha spiegato che è in previsione un concorso unificato regionale a seguito della ricognizione dei fabbisogni delle singole asl e dell’istituto Gaslini, quantificati in un totale di 49 unità, e che le procedure saranno avviate a settembre.

Riduzione dei posti letto chirurgici
Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta di avviare un piano di utilizzo delle rsa per i pazienti, che non hanno più necessità di rimanere in ospedale, ma sono ancora Covid positivi, evitando così di ridurre i letti di elezione senza averne un effettivo bisogno. Il consigliere ha ricordato che all’ospedale Galliera di Genova l’apertura di un nuovo reparto per pazienti positivi ha provocato la riduzione del numero complessivo dei posti letto chirurgici.
Marco Scajola risponde su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti ha premesso che i flussi di pazienti presso le strutture emergenziali dell’area metropolitana ricalcano quelli degli anni passati e che ci sono, in alcuni casi, riduzioni fino al 15% . Rispetto all’utilizzo di rsa per pazienti dimissibili ma positivi al Covid, l’assessore ha spiegato che è stato richiesto alla Protezione civile di ampliare l’attuale offerta di circa 100 posti letti per non autosufficienti e positivi al Covid e che il tasso di occupazione attuale è dell’80%.

Ambulatorio per la terapia de dolore e somministrazione di cannabis terapeutica
Roberto Arboscello (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta se sono stati rilevati problemi nella dispensazione delle preparazioni a base di cannabis e quante sono le giacenze presso le farmacie ospedaliere di Asl 2. Il consigliere ha dichiarato che in questi giorni è stata rifiutata ad alcuni pazienti, in cura presso il Santa Corona, la somministrazione della cannabis terapeutica e che questi sono stati costretti a rivolgersi alle forze dell’ordine.
Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti ha assicurato che il servizio, nonostante il pensionamento del medico preposto, non è mai stato sospeso in quanto lo specialista è stato sostituito e che non risultano problematiche. L’assessore ha poi illustrato nel dettaglio le giacenze di cannabis presso l’ospedale San Paolo di Savona e il Santa Corona di Pietra Ligure.

Elenco degli invitati alla serata del 15 giugno allo Yacht Club di Portofino.
Ferruccio Sansa (Lista Ferruccio Sansa presidente) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta l’elenco con i nominativi degli invitati alla serata del 15 giugno
allo Yacht Club di Portofino. Il consigliere ha rilevato che nella risposta alla precedente interrogazione sul costo complessivo sostenuto dalla Regione per l’evento è emerso un elenco di 170 invitati tra imprenditori nazionali, stakeholders e 40 influencer, ma l’elenco non è pubblico.
Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla comunicazione istituzionale Giovanni Toti spiegando che, trattandosi di una iniziativa promozionale aperta a tanti operatori dell’ambito turistico e di promozione territoriale, non è stata stilata una vera e propria lista, ma è stata effettuata una campagna informale di invito al mondo dell’impresa, delle istituzioni del settore e ai soggetti che operano nella comunicazione.

Futuro della palestra di recupero e riabilitazione di Ventimiglia
Enrico Ioculano (Pd-Articolo Uno) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta da tutto il gruppo, in cui ha chiesto alla giunta, a privatizzazione avvenuta, le modalità con le quali il servizio offerto dalla palestra di recupero e riabilitazione di Ventimiglia verrà erogato. Il consigliere ha ricordato che attualmente il servizio viene erogato presso l’ospedale di Bordighera ma con il subentro dei privati non è chiaro se il servizio di palestra di recupero e riabilitazione verrà mantenuto e in che modo.
Marco Scajola ha risposto su delega del presidente della giunta e assessore alla sanità Giovanni Toti spiegando che il capitolato di gara sulla esternalizzazione dell’ospedale riporta una voce destinata all’aera riabilitativa e, ferma restando la continuità del servizio, la asl dovrà concordare con l’aggiudicatario della concessione le modalità organizzative delle funzioni riabilitative.

Tetto massimo alle commissioni bancarie
Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 684 presentato da Stefano Balleari (FdI) e sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta a farsi portavoce presso il Governo affinché sia posto un tetto massimo alle commissioni bancarie composite, quindi comprensive di quelle dovute all’acquirer (soggetto autorizzato al pagamento, ndr), quelle dei circuiti bancari e, infine, quelle del processor (che procede al pagamento, ndr), che deve essere nella disponibilità di chi sottoscrive un contratto. Il documento chiede, inoltre, che siano esentati dalle commissioni i cosiddetti micropagamenti.

Futuro di Ansaldo Energia
Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 685, presentato da Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno) e sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta a richiedere alla dirigenza e alla proprietà di Ansaldo Energia il ritiro del piano industriale e che vengano messe in campo ad ogni livello istituzionale, in accordo con le parti sociali, azioni per sostenere Ansaldo Energia, mantenendo la capacità produttiva e i livelli occupazionali.

Continuità assistenziale e servizi di Medicina generale
Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 686, sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta a portare a termine le trattative intraprese da almeno un anno e mezzo fra il Dipartimento salute e Fimmg per rivedere l’Air (Accordo integrativo regionale) e renderlo, da parte delle asl, tassativo nella sua attuazione e a procedere alla revisione delle tariffe, dei compensi, che sono ormai inadeguati, e degli istituti previsti e, infine, a predisporre un nuovo piano organico funzionale della Continuità assistenziale e della gestione del servizio di Medicina generale alla luce del Pnrr e del Decreto ministeriale 22 del 2022.

 

 

 

Situazione in Ecuador
Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 687, sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta a farsi promotrice verso il governo e le istituzioni europee affinché la comunità internazionale rimanga ferma nella condanna delle violenze e nella difesa dei diritti civili e che vigili e aiuti, per quanto è possibile, il Paese in un percorso di ricostruzione del tessuto sociale e democratico per evitare che la situazione possa degenerare in nuove violenze. Nel documento si ricordano le proteste della popolazione nel mese contro il caro vita, represse con violenza dal Governo.

Composizione delle classi nella scuola Duca degli Abruzzi
Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno 688, presentato da Gianni Pastorino (Linea Condivisa) e sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta a continuare la sensibilizzazione delle istituzioni competenti e a intervenire nei confronti del Ministero dell’Istruzione per richiedere risorse speciali aggiuntive al fine di trovare, nel rispetto dell’autonomia scolastica, la migliore soluzione didattica ed educativa nella scuola Duca degli Abruzzi di Genova.