Home Calcio Calcio Dilettanti Coppa Italia

Coppa Italia

0

Semifinale di ritorno

Vado – Imperia
1 – 3
RETI: p.t. 1’ Iannolo, 17’ Davanzante; s.t. 12’ Stamilla, 17’ Lamberti.
VADO:
Iannattone, Davanzante, Barranca, Rossi, Pastorino, Motta, Aprile (19’ s.t. Compagnone), Porrata, Marelli, Roselli (19’ s.t. Scarfò), Cucchi (s.t. 19’ Arena).
A disposizione: Colombo, Drago, Casalino, Murgia.
All. Maisano
IMPERIA:
Marcucci, Raguseo, Gagliano, Mangione (18’ s.t. Gagliardi), Ibojo, Melis, Stamilla (18’ Geraci), Ponzo, Lamberti, Iannolo (29’ s.t. Cinquepalmi), Balbo.
A disposizione: Giovinazzo, Ferrari, Gaggero, Daddi.
All. Bencardino.
ARBITRO: Baldissin di Novi ligure.
NOTE: ammoniti Ibojo, Melis e Porrata: Recupero: p.t. 1’, s.t. 1’.
VADO LIGURE.
Termina la corsa in Coppa Italia del Vado. Dopo la vittoria nel match di andata, infatti, l’Imperia si è aggiudicata anche la gara di ritorno imponendosi per 3-1 al “Chittolina”.
Dopo appena 1’ gli ospiti sbloccano il punteggio grazie a Iannolo che, direttamente su calcio piazzato, deposita la sfera alla destra di Iannattone. Tuttavia, la reazione dei rossoblù è buona: al 9’ Barranca serve in area Marelli, ma la conclusione del numero nove vadese è ribattuta in corner da Marcucci. Il gol del pareggio, però, è rimandato di soli 6’: Pastorino, dalla bandierina del calcio d’angolo, pennella un cross per Davanzante che, di testa, insacca alla sinistra di Marcucci. Poi, al 27’ un cross di Davanzante dalla fascia destra attraversa tutta l’area piccola dell’Imperia senza che nessun compagno riesca a intervenire sulla sfera. Al 40’, invece, è Porrata ad andare vicinissimo al gol con una conclusione dalla distanza che un difensore imperiese sventa, di testa, a ridosso della linea di porta.
Nella ripresa, dopo appena 1’, c’è subito un tentativo di Roselli dal limite che termina sopra la traversa. Al 12’, però, Stamilla riesce a incunearsi nell’area rossoblù e a realizzare la rete che permette agli ospiti di portarsi sul 2-1. I padroni di casa accusano il colpo e 4’ più tardi incassano anche la terza marcatura: Lamberti ruba palla sulla trequarti vadese e, dopo essere avanzato di pochi passi, supera Iannattone con un pregevole pallonetto. I nerazzurri hanno ormai la qualificazione in tasca, e al 40’ sfiorano anche il quarto gol con un colpo di testa di Gagliano che Iannattone intercetta distendendosi sulla sua destra.
Fabrizio Cerrato.