Home Altri sport Motori Croazia, Elba e Prealpi Orobiche: aprile infuocato per MS Munaretto

Croazia, Elba e Prealpi Orobiche: aprile infuocato per MS Munaretto

0
MS Munaretto
Andrea Carella (Foto © ACTUALFOTO)

Schio (Vicenza) – Il fine settimana parte con il main-event oltre confine, nella penisola balcanica, per la seconda edizione del Croatia Rally, apprezzata manifestazione mondiale che torna dopo il grande successo dello scorso anno.

Al terzo appuntamento del World Rally Championship sarà il pilota Aljoša Novak, con alle note Uros Ocvirk, a difendere sul campo i colori di MS Munaretto. Lo sloveno, al volante di una Skoda Fabia R5 EVO, si lancia per il secondo anno consecutivo sulle strade asfaltate intorno alla capitale Zagabria, con l’intento di acquisire il corposo bagaglio di esperienze che solo una gara del mondiale può regalare e, allo stesso tempo, migliorare la prestazione della scorsa edizione.

Nuovo anno e nuovo corso per Andrea Carella, affiancato da Luca Guglielmetti, reduce da un podio al recente “Colli Trevigiani”, appuntamento scelto per sgranchirsi gambe e braccia, e ora pronto ad affrontare con rinnovato spirito, sempre “in sella” ad una Skoda Fabia R5 EVO, il neonato Campionato Italiano Rally Asfalto, il cui atto d’apertura sarà il 55° Rallye Elba. Il piacentino, sulle sempre affascinanti e tecniche strade elbane, che lo hanno visto svariate volte primeggiare, cercherà di partire subito alla carica in modo da gettare le basi di un campionato che, iscritti alla mano, si preannuncia parimenti spettacolare e combattuto.

Un tris di equipaggi sarà poi al via del 36° Rally Prealpi Orobiche, altisonante appuntamento della bergamasca che ha visto la carovana WRC calcare i propri asfalti anche al recente “Aci Rally Monza”.

Terza uscita stagionale per Enrico Oldrati, coadiuvato dal giovane ma esperto Elia De Guio, impegnato ad aggredire un fondo meno amato rispetto allo sterrato ma al contempo galvanizzato dalla bagarre che si creerà sulle strade di casa, dove certamente non desidera sfigurare.

Tuta, guanti e casco anche per l’arzignanese Michele Griso, al volante di una fiammante Ford Fiesta R5 e affiancato da Alessandro Lucato, determinato a scacciare la cattiva sorte che gli ha impedito di tagliare il traguardo nelle ultime due gare ed intenzionato a salire nella top-five finale.

Completa lo schieramento l’equipaggio composto da Ludwig Zigliani e Giuseppe Rota, nuovamente ai nastri di partenza con una Renault Clio S1600, desideroso di ripetere la performance del “Benacus”, che gli ha permesso di salire sul terzo gradino del podio di classe, e proseguire con il percorso di crescita che sta dando i propri frutti gara dopo gara.

MS MUNARETTO
www.msmunaretto.com