Home Altri sport Tennis Tavolo CRONACHE PONGISTICHE DALLA SARDEGNA

CRONACHE PONGISTICHE DALLA SARDEGNA

0

A1 MASCHILE: MARCOZZI IN FORMA  

A1 MASCHILE: MARCOZZI IN FORMA

Prima del 2012 e ultima di andata per il team cagliaritano che travolge in casa il S.Giustino di Massimiliano Mondello. Indicata come vittima sacrificale del campionato, ma ancora in lotta in coda alla classifica di A1, ha mostrato poca voglia di lottare, forse appesantita dalla sosta di fine anno. Palesemente a corto di preparazione il cinese Sun (perde sia con Bohumil Vozicky, sia con Stefano Tomasi). Pure il campione di Vibo Valentia brilla ma solo a sprazzi: Tomasi lo silura in soli tre set. Bongini si illude con l'ingenuo Li Weilong che cade nelle trappole del toscano fatte di atteggiamenti istrionici e battute verbali, ma sullo 0-2, quando Li comincia a giocare, non c'è più storia; 3 set a 2 per il cinese della Marcozzi. Prossimo impegno domenica in casa dei campioni d’Italia del Cus Torino.

A1 FEMMINILE: DA NORBELLO E ZEUS SOLO DUE TONFI

Nel piccolo centro del Guilcer risultato quasi scontato a favore della Sandonatese che comanda la classifica generale. Spettacolare solo il match d’esordio con la locale Wei Shuo che mette in apprensione l’imbattuta Liu Chun: poi la 100% si impone di misura al quinto. Olga Dzelinska e Marina Conciauro fanno quello che possono al cospetto di Laura Negrisoli e Nikoletta Stefanova, ma sono troppo forti. Quarto punto ancora di Liu Chun sulla slovacca del Tennistavolo Norbello.

Settima sconfitta consecutiva per lo Zeus Quartu che non riesce ad imporre il suo gioco neanche in casa dell’altra pericolante Alto Sebino (2/4). Le camuni fanno loro l’incontro senza l’apporto della cinese Feng Jia. I punti della compagine sarda sono di Wei Jian e Olga Zavedeeva.Dopodomani al palazzetto quartese di via Beethoven (ore 20,30), le due sarde si incrociano nuovamente: ma per le padrone di casa sarà davvero l’ultima spiaggia.

A2 MASCHILE: LA MARCOZZI FA UN GROSSO FAVORE AL TT NORBELLO CHE PERÒ SI FA ELIMINARE DALLA TT INTERCUP

Dopo essere rimasti all’asciutto per tre giornate, i marcozziani ritrovano punti e sorriso. Il Cral Roma lotta per la A1, ma uno straripante Luigi Rocca doma con uno squillante 3-0 il forte Alessio Zuanigh mettendo il match in discesa. Guo Yu fa due punti; con qualche patema di troppo contro Zuanigh, poi Stefano Curcio ricorda a tutti che il girone di ritorno è territorio suo e mette il sigillo sulla vittoria infilando con autorità Morgante. A Norbello godono perché il campionato potrebbe riaccendersi, ma intanto devono subire l’ennesima beffa stagionale. Sabato scorso sono stati subito estromessi dalla TT Intercup da parte del Monaco. Quattro a tre il risultato finale per i rappresentanti del Principato. Ad una prova maiuscola di Maxim Kuznetsov che vince singolari e doppio, si contrappone il doppio flop del cinese Zhou Di che come sempre va giù alla distanza per le sue precarie condizioni atletiche. Ma perdono anche Mocci e Oyebode. Sabato la prova della verità in casa del Cral Roma. I cagliaritani saranno invece ospiti del Casalbordino.

B1 M: UN ORISTANO SCONVOLTO DAL VIAGGIO CADE A SANT’ELPIDIO A MARE

Terza sconfitta consecutiva per gli oristanesi patita dal TT Vita, diretta concorrente per la salvezza. “È successo che abbiamo perso 5-1 – cerca di spiegare Gian Carlo Carta – contro una squadra per noi ostica composta da uno straniero (Kun Ksaba) e da due atleti sempre bravi e da rispettare (Enrico Macerata e Luigi Manoni). Nel complesso abbiamo giocato al 50% considerata la trasferta abbastanza scomoda: sveglia alle 4,30, partenza da Cagliari alle 6.30. Dopo l’arrivo a Roma abbiamo noleggiato la macchina che dopo 270 km ci ha condotti in palestra alle 4 del pomeriggio. È un peccato perchè ci stiamo allenando abbastanza e in queste condizioni è difficile dare il massimo. Se poi si aggiunge il mio eccessivo stato di nervosismo, un Chicco Congiu (che ha sostituito Mauro Locci) “maciullato” dopo aver guidato e un Gianpiero Melis che gioca al 70% delle sue possibilità, si ha un quadro nitido della situazione. L’unico punto è del pongista di Nuragus che in altre condizioni sarebbe riuscito a battere anche Ksaba, pazienza”.

Riposava la Libertas Sassari che sabato prossimo farà visita alla capolista Ciatt Firenze. Impegno casalingo per gli oristanesi che incontrano l’altra capolista (Juvenes Serravalle).

B2 M: MURAVERESE VINCE ALLO SPRINT, COLPACCIO GUSPINI, IL CANCELLO KO

Dopo tre sconfitte consecutive la Muraverese ritrova i due punti e riaggancia proprio il Trionfale Roma che ha battuto sabato scorso nella palestra di viale Rinascita. C’è voluta la nona partita per decretare la vincitrice. Il punto decisivo è stato conquistato dopo il quinto set da un rinato Gabriele Melis che commenta così: "Gli amici del Trionfale sono arrivati determinati a conquistare una vittoria che vendicasse lo 5 a 0 che la Muraverese aveva imposto sul loro campo di gara nella partita d' esordio del campionato. Hanno subito conquistato punti decisivi, ma sul 4 a 1 per gli ospiti la mia squadra trova la forza di reagire. Riccardo Dessì e Marcello Porcu trovano due vittorie al quinto set, minando le certezze che sino a quel punto il Trionfale si era costruito. Il 4 a 4 arriva grazie al sempre indomito Riccardo Dessì; a quel punto la rimonta è completata, ma per trasformare una triste sconfitta in una felice vittoria c'era ancora da soffrire. Ringrazio i miei compagni Riccardo, Roberto Chessa e Marcello che hanno sofferto insieme a me. Alla fine abbiamo potuto esultare tutti insieme: i due punti sono importantissimi per il raggiungimento del nostro obiettivo. Personalmente sento di dover ringraziare la società Muraverese nelle persone di Gian Luca Mattana e Riccardo Dessì per avermi dimostrato fiducia e stima offrendomi la possibilità di giocare per loro, fiducia e stima che è totalmente ricambiata da parte mia. Saluti a tutti gli amanti del tennis tavolo".

Importante successo anche per il Guspini capace di bloccare nientemeno che la capolista. “Abbiamo iniziato alla grande il 2012 con una importantissima vittoria in chiave salvezza contro il Pisa – esclama Riccardo Lisci – prima della classe che era ancora a punteggio pieno. Questo dimostra che possiamo giocarcela con tutte le compagini del girone, per poter migliorare ulteriormente una classifica ancora deficitaria. L’incontro sembra la fotocopia del match d’ andata giocato in Toscana. Come a Pisa infatti ci troviamo in vantaggio per 3 a 2 (con 2 punti miei e 1 di Francesco Lai). Ancora una volta Michele Lai ha la possibilità per allungare sul 4 a 2, ma non riesce a sfruttare le occasioni che gli si presentano e perde con Furrer. Sul tre pari gioco io con Taccini e come all’andata perdo nuovamente, andando sotto 4 a 3. A questo punto rischiamo di vederci sfuggire di mano la vittoria, ma Francesco Lai è decisamente in giornata e con un ottima prestazione mette a segno il suo secondo punto della giornata contro il bravo Furrer. Si va all’incontro decisivo con il dubbio se far entrare Silvio Dessì, tra l’altro rivelatosi fondamentale con i suoi consigli in panchina, o continuare con Michele ancora a secco di vittorie in giornata. Decidiamo di non stravolgere gli equilibri e diamo fiducia a Michele che ci ripaga con una strepitosa prova dando i due punti alla squadra. Ora ci attende un’altra battaglia in trasferta, a Roma. All’andata si chiuse con la vittoria per 5 a 3 per i laziali, dopo esserci trovati in vantaggio per 3 a 1. Ma stavolta siamo più consapevoli dei nostri mezzi e andiamo agguerriti per portar via l’intera posta”.

La terza forza del campionato va a vincere in casa del Il Cancello Alghero dopo una sfida combattuta. "La sconfitta per 5-3 contro l'Asd Futura '94 brucia parecchio per come si è svolto l'incontro – sottolinea un affranto Fabio Costantino – infatti abbiamo perso tre punti al quinto set. Purtroppo sono cose che possono capitare e a volte il confine tra la vittoria e la sconfitta è molto sottile; questo senza nulla togliere agli avversari che hanno comunque meritato. Per la nostra formazione (Carlo Fois, Marco Tiloca, Maurizio Muzzu) i punti sono stati realizzati da Tiloca (1 punto) e da Fois (2 punti) che non ha avuto fortuna nel terzo incontro, perdendo al quinto set dopo che conduceva 10 a 7."

C1: CAMBIO DI GUARDIA AL COMANDO: LA MARCOZZI RIMPIAZZA IL MURAVERA

Gli stravolgimenti che non ti aspetti. La Marcozzi approfitta del capitombolo del Muravera, batte i fratellini del Cagliari TT e si insedia solitaria in vetta. Durante il derby non si è per nulla scherzato perchè la posta in palio era altissima: coach Sandro Poma dà fiducia a Mario Bistrussu, titubante dopo la debacle al torneo di Decimo, schierandolo da n. 1. Nel freddo del Palatennistavolo “il pinguino” ripaga marchiando un tre su tre da favola; Marco Saigu e Alessio Meloni stavolta fanno da contorno. “Mi aspettavo una vittoria – dice Poma – perché i tre ragazzi hanno quel pizzico in più rispetto agli avversari. Psicologicamente la gara è stata alleggerita dal fatto che Federico Concas fosse praticamente impossibilitato a giocare, causa infortunio muscolare. Ho dovuto far capire ai ragazzi, soprattutto a Mario, inizialmente in difficoltà col siliquese, che la gara andava vinta a prescindere dalle condizioni precarie dell’avversario. Ma tra il Cagliari TT anche Cesare Mozzi era giù di tono e in certi momenti stranamente confuso; i punti ottenuti contro di lui sono stati agevoli. Sia Meloni, sia Sarigu hanno incontrato grosse difficoltà con Andrea Manis, pongista di valore, dalle gomme e dalle caratteristiche particolari. A momenti hanno pure dominato, ma nella globalità dei match Andrea si è manifestato imbattibile. La cosa strana è che Bistrussu non fosse all’altezza di altre volte, però ha fatto tre su tre. L’ho dovuto rimproverare spesso per ottenere la sua attenzione, onore alla sua impresa. Alessio l’ho visto sotto tono, anche negli allenamenti precedenti, Marco va un po’ a sprazzi , deve avere un pizzico di pazienza e di attenzione in più. Ad inizio campionato, vedendo il lotto delle squadre, ho pensato che lo Zeus potesse essere la favorita e a ruota il Muravera, mentre vedevo la mia squadra come incognita. Che la squadra di Cancedda abbia battuto i sarrabesi non mi sorprende, dal momento che tre punti sicuri arrivano puntualmente da Mattia Contu. Sabato prossimo andiamo a Roma per giocarci un match che a mio avviso è complicatissimo”.

Sulla vittoria al fotofinish (5/4) dello Zeus Quartu sul Muravera ecco il resoconto del gioiellino Mattia Contu con all’attivo 21 vittorie e appena due sconfitte: “Ho realizzato tre punti miei di cui l'ultimo con Giovanni Cuccu un po’ più sofferto ma sempre gestito. Simone Boi l’ho trovato spento. Sul quattro pari Nicola Pisanu ha giocato con troppa pressione e forse non é riuscito a rendere bene. Il mio compagno Gianfranco Cancedda ha avuto difficoltà con i ragazzi in quanto non soffrono granché le difese nonostante abbia fatto 3 a 2 con Cuccu. Gianluca Angius ha tirato fuori due ottimi punti riuscendo a gestire Nicola e Simone: il primo in tensione, il secondo per via dei tanti errori commessi che è riuscito a capitalizzare”. L’amarezza del presidente del club sarrabese Luciano Saiu: “Onore a chi ha vinto ma il Muravera deve assolutamente rivedere qualcosa per riprendere il bandolo della matassa. I miei tre ragazzi sono assolutamente di valore ma devono presentarsi sempre nelle migliori condizioni psicofisiche, se no sono solo delusioni. Qualcuno dovrà fare un esame di coscienza almeno per recuperare la fiducia dei compagni e cercare di ricompattare lo spirito di gruppo. Il campionato è ancora lungo e tutto può ancora succedere,. Vedremo sin dalla prossima giornata se si vuol e si ha la capacità per riprendere il cammino delle prime giornate del campionato”.

Nel test tra pericolanti ha la meglio l’ITC Enrico Fermi di Iglesias che batte l’Oristano Blu grazie anche alla tripletta di un tonico Bruno Pinna che fa la disamina del match: “Partita decisiva per la salvezza che seppur condizionata dalle assenze di Chicco Congiu e Giovanni Siddu (punti di forza di entrambe le squadre), si è rivelata molto bella. Marco Aru, Sebastiano Lombardo e Nazzaro Pusceddu hanno dignitosamente rappresentato la squadra oristanese, mentre io, Giancarlo e Roberto Pili abbiamo confermato che nei momenti in cui c'è da lottare per la salvezza, riaffiora quella ultradecennale esperienza di battaglie in zona retrocessione. Vinciamo per 5 a 3 rischiando soprattutto nella prima partita di R. Pili che contro Aru recupera con le unghie e con i denti da 5/10 al quinto set e porta un fondamentale punto per la squadra iglesiente. Ottima prestazione di Pusceddu che cede solo al quinto con me. Oltre ai miei ci sono i due punti di Roberto Pili che determinano e ci consentono di tornare in corsa per la permanenza in C1”.

C2: IN CIMA NULLA DI NUOVO

Il tandem di testa continua a marciare spedito. La Saetta non trova eccessivi ostacoli nello sgominare un’Azzurra che fino a sabato scorso aveva rimediato una sola sconfitta. “La definirei una gara atipica – chiosa l’azzurro Massimo Atzeni – ci sta che Maurizio Piano perda da Guido Lampis e che io soccomba con Christian Ferro; poi Vincenzo Salustro si è arreso sia a Lampis, sia a Ferro. In definitiva hanno meritato di vincere. Siamo contenti di aver perso con questo risultato, senza alcun rammarico. All’andata pareggiammo tre a tre, in quell’occasione si poteva fare qualcosa di più, questa volta sono stati più forti loro. Il nostro obbiettivo è la salvezza, pensiamo di ottenerla tranquillamente, se poi arriva qualcosa in più tanto di guadagnato, per adesso siamo ancora secondi in classifica.

Tutto tranquillo anche per il TT Quartu, l’altra capolista. “L'incontro con l’Alghero – illustra Mario Bordigoni – si apre con la vittoria di Oladimeji Bisuru Taiwo su Alessandro Polese (3-0). A seguire, non senza difficoltà, la vittoria di un Marco Isola piuttosto falloso su Salvatore Motzo (3-2) e la mia su Giampiero Occhioni (3-0). Nel proseguo del match Marco Isola torna sui suoi livelli e regola agevolmente Polese (3-0). Oladimeji deve piegare l'inaspettata resistenza di Occhioni (3-2) e in chiusura devo arrivare al quinto set contro un Motzo tatticamente accorto e determinato”.

Il Monserrato acciuffa l’Azzurra al secondo posto grazie al successo in trasferta.Siamo andati ad Oristano – spiega Marco Saiu – consapevoli che i ragazzi padroni di casa erano parecchio in forma, visti i risultati del torneo della settimana scorsa. Nel primo match Fabrizio Carta ha la meglio sul giovane Luigi Pusceddu in una partita in cui ha dovuto prendere l'iniziativa per venire a capo dell'avversario che quando attacca è davvero difficile da contrastare. Nella seconda partita il nostro Walter Casti, solo lontano parente dello spento giocatore di inizio campionato, perde ai vantaggi del quinto una rocambolesca partita con Pigi Mura. Io prendo le misure di Davide Pusceddu. Data la sua stupenda figura nel torneo NC sapevo di non dovergli far prendere il pallino del gioco. Credo che la partita più importante sia quella che ha visto Casti superare ai vantaggi del quinto il piccolo Luigi, bellissima partita con continui momenti di pathos che Walter ha saputo far sua con intelligenza, tenendo duro nei momenti più importanti. A quel punto diciamo che almeno il pareggio era nostro, con 2 match point per chiudere, questo però non ha impedito a Davide e Fabrizio di dar luogo ad una bellissima partita che ha visto vincere Fabrizio in un quinto set pieno di emozioni. Con la vittoria già in tasca ha fatto il suo esordio in campionato il presidentissimo Nicola Cuccureddu. Scarico dalle tensioni subite in panchina precedentemente si mostra troppo deconcentrato e di conseguenza perde contro di me facendo vedere appieno che ha nel repertorio colpi capaci di metter in seria difficoltà avversari di tutto rispetto. A questo punto credo sia chiaro che cercheremo di salvare il salvabile ma l'obbiettivo promozione è bello che andato”.

Nei bassifondi della classifica importante successo del Guilcier Ghilarza che supera per 4/2 la Libertas Sassari. A Mario Marchi risponde Luca Pinna che poi si ripete in seguito al match che Briam Mele ha fatto suo nei confronti di Salvatore Piga. Infine colpo di coda della formazione ghilarzese ancora con Briam (al quinto su Pierpaolo Mura) e Guido Marchi che liquida Piga.

D1 NORD: SEMPRE + DUE DEL GUSPINI SULLO SPORTING LANUSEI

Dopo la prima giornata di ritorno l’Asd Tennis Tavolo Guspini si trova sempre in testa alla classifica (16 punti) a due distanze dal Lanusei. “Sabato scorso abbiamo vinto per 5 a 1 contro l’Oristano dopo una gara non semplice nonostante il risultato – ammette il medio campidanese Massimiliano Scanu – ma comunque superata senza grossi timori. Il Guspini inizialmente si è schierato con me, Massimiliano Broccia e Fabrizio Melis. Dopo aver conquistato la vittoria, sul 4 a 0 ha inserito Andrea Porceddu (al posto di Melis) che pur dominando la gara non ha saputo portare a casa la partita perdendola per 3 a 2. Gli altri punti sono stati realizzati da me (2), Broccia (2) e Melis. Gli avversari schierati con Matteo Mura, Carlo Carta e Salvatore Coghe si sono ben comportati e hanno reso la partita equilibrata. L’appuntamento adesso è per domenica mattina in casa con il Sassari, per continuare a sperare nella vittoria di questo campionato. Ciao a tutti e forza Guspini”.

Lo Sporting Lanusei non molla la presa e vince sul Marpin 2007. “È stato un bell’incontro tra due squadre amiche – dice Giovanni Patteri – finito 5-1 per noi ma con gli amici del Marpin che hanno fatto una buona gara. Il punto degli ospiti è stato messo a segno da Maurizio Ledda, vincitore dell’ultimo torneo di Decimo, contro di me. L’incontro è stato per lunghi tratti spettacolare, sia Maurizio, sia io abbiamo sciorinato colpi di categoria superiore, top e contro top dalla distanza, blocchi spinti e tanta grinta, ci siamo davvero divertiti. Da registrare i 2 punti del solito Francesco Spatara che continua a vincere tutti gli incontri (due anni di fila).E l’ottima prestazione di Carlo Piroddi contro un forte Marcello Pinna”.

Nel derby turritano tra le due Libertas Ping Pong Monterosello prevale la formazione B per 4 a 2 con punti vittoriosi di Luca Costantino Pilo (2) e Marcello Colloco (2). Per la formazione A vanno a segno Samuel Paganotto (su Claudia Murtinu) e Gianni Palmas (su Sergio Idini).

Non si è disputato l’incontro tra TT Crdd La Maddalena e il TT Quartu.

D1 SUD: SEMBRA UNA QUESTIONE A DUE

Nulla cambia dopo il giro di boa. La Saetta Quartu mantiene un punto di vantaggio sulla Muraverese, entrambe vittoriose. “Nonostante il risultato di 5-1 sul TT Quartu B – dice il saettino Alberto Manos – la partita non è stata per niente facile in quanto Luca De Vita ha vinto 3-2 su Chicco Pettinau giocando non bene. Poi Max Cadoni su Donatella Mostacci per 3-1 e io facile su Pierluigi Montalbano 3-0. Il quarto incontro ha visto De vita contro Donatella, partita anche questa non facile, portata a casa per 3-1. A risultato acquisito è entrato Alessandro Concu al posto mio, perdendo da Enrico Pettinau per 3-0. Chiude Cadoni su Massimo Carta, al posto di Montalbano, per 3-0. Sabato abbiamo i ragazzi della Marcozzi, partita davvero difficile, ma se restiamo concentrati partita dopo partita, credo che ci toglieremo parecchie soddisfazioni”.

Sabato si è svolto il derby a della D1 tra Muraverese A e B: Mattana Alberto, Giorgi Andrea e Buccoli Michele da una parte, Mattana Gian Luca, Giorgi Stefano e Piras Andrea dall'altra. La cronaca di Alberto Mattana: “Il primo punto lo porta Andrea Giorgi per la Muraverese "A" contro un combattivo Andrea Piras (3 a 1), Il secondo incontro vede trionfare Buccoli su Giorgi Stefano 3 a 0 abbastanza facile. Nel terzo incontro "battaglia" tra padre e figlio, ma come all'andata ha la meglio Alberto vincendo 3 a 1. Il quarto incontro, molto duro e combattivo, vede Piras incassare un 3 a 1 da un Michele Buccoli in ottima forma. A partita chiusa il mancino Giorgi si conferma come all'andata vincendo sul "presidente" 3 a 1. Il 6 a 0 è portato a casa da Alberto su Stefano Giorgi 3 a 0”.

Il TT Decimomannu guida il gruppo delle inseguitrici un po’ distanti dalle due battistrada. Col Suelli non va oltre il pari, come rapporta Carlo Orrù che tra una gara di tennistavolo e l’altra trova pure il tempo per dilettarsi con le composizioni di musica techno. E invita i suoi amici a dare un’occhiata al suo sito web: http://soundcloud.com/carlowhale.“La prima partita del girone di ritorno la gioca Maurizio Saiu che senza grossi problemi batte quasi agevolmente Salvatore Garau, portando a casa il primo punto per noi. Quindi scende in campo Mattia La Gaetana che, essendo in via di recupero da un infortunio, ha fatto del suo meglio per contrastare un ottimo Marco Verminetti. Nonostante gli sforzi dell'atleta decimese, il suellese vince per 3 a 1 pareggiando i conti .Per giocare il terzo punto scendo in campo io con un visibilmente nervoso Andrea Dessì; sfruttando il mio momento di forma lo batto per 3 a 0. Saiu quindi gioca il quarto punto sfidando Verminetti e perde per 3 a 1. Io sfido Garau, vinco il primo set agevolmente per 11-6, nel secondo, sbagliando, sottovaluto un po’ l'avversario e gli concedo il 2secondo set, ma poi ho vinto il terzo e il quarto portando a casa, il momentaneo 3 a 2 per noi. Ora tutto è nelle mani di Mattia che forse con un po’ di ansia gioca una partita nervosa e Dessì ne approfitta e si vendica della sconfitta precedente, bloccando il risultato finale per 3 a 3. Ora vedremo cosa succederà nella seconda giornata contro la Fintes”.

Terzo risultato utile consecutivo per i baby della Marcozzi Cagliari che hanno ragione della Fintes. Claudio Rossi redige il “verbale” della gara. “La prima partita é stata giocata da Carlo Rossi contro Dino Aresu e si é conclusa con un tre a zero piuttosto netto da parte di mio fratello La seconda l'ho giocata io contro Giampaolo Manca col quale ho vinto per 3 a 1 una partita abbastanza tirata, conclusasi ai vantaggi, in quanto ho avuto varie difficoltà contro la sua puntinata. Sul 2 a 0 per noi arriva la prima sconfitta. Jhonny Oyebode che ha perso per 3 a 1 con Riccardo Di Giovanni una partita che, seppure iniziata male, sembrava stesse volgendo verso la rimonta, non arrivata..Sul 2 a 1 arriva la certezza del pareggio col terzo punto, siglato ancora da mio fratello, che ha dovuto combattere fino al quinto set, vinto infine per 11 a 2, contro il solito Manca. Il Quinto match ha visto la sconfitta di Marco Poma, subentrato a Jhonny, contro Aresu per 3 a 0. L'ultima e decisiva l'ho giocata io contro Di Giovanni, concludendo per 3 a 0 una partita non semplice, nonostante i beffardi parziali, contro un abile avversario”.

D2 A: PAREGGIA L’AZZURRA, IL MANDAS NE APPROFITTA

La capolista Azzurra Cagliari viene bloccata sul pari da una sorprendente La Terrazza Cagliari che però viene raggiunta in classifica da un Mandas reduce da quattro vittorie consecutive. Sul 3 a 3 ottenuto dai terrazzini Mauro Serra la vede così: “Il risultato è andato al di là delle nostre previsioni, non pensavamo di fare punti con loro. Emilio Mura è stato il compagno che ha giocato meglio di tutti ottenendo due punti (contro Anna Podda e Giovanni Pomata al quinto set). Il terzo punto sono riuscito a recuperarlo io: dopo aver iniziato male (contro Pomata), mi sono rifatto con Gianfranco Manca. Purtroppo Marco Pirodda non ce l’ha fatta, perdendo sia con Manca, sia con Podda. Adesso siamo secondi in classifica, ma non credo che riusciremo ad arrivare ai play – off; l’anno venturo con qualche rinforzo sarà fattibile. Se poi il Mandas giocherà il ritorno con tutti i titolari ci sorpasserà sicuramente”. E sulla vittoria mandarese (5 a 1 al Circolo Oratorio San Tarcisio Sardara) laconico il giudizio di Roberto Lucieri andato a punti assieme a Daniele Cocco, Alessandro Anedda e Massimiliano Matta: “È stata una partita abbastanza semplice, a parte Anedda che appare ancora appesantito dai panettoni; è sua infatti l'unica partita persa con Giovanni Boi”. Il Guspini dei piccolini si impone per 4 a 2 sul campo del TT Quartu. Per gli ospiti punti di Gioele Melis (2), Cristiano Melis (2). Di Massimiliano Cherchi e Cristina Marras quelli dei padroni di casa.