Home Altro Varie Dermofibra Cosmetics, il ritorno in grande stile dei leggings

Dermofibra Cosmetics, il ritorno in grande stile dei leggings

0
Dermofibra Cosmetics
Legging Maculati - BeGood

BeGood, pioniere del cosmetotessile in Italia, da tempo lo ha reso il suo capo iconico, realizzandolo in Dermofibra Cosmetics, un filato innovativo brevettato dal brand, che stimola la microcircolazione eliminando i liquidi in eccesso portando avanti un effetto reshaping

Per anni relegato come mero indumento per l’attività fisica, i leggings oggi ritornano prepotentemente negli armadi e nella quotidianità di tante donne. Lo dimostrano le recenti sfilate che hanno riportato in auge per le più disparate attività e momenti della giornata il capo iconico degli inizi anni Duemila, declinandolo nei modi più differenti.

Ecco quindi che per questo autunno ritornano i leggings come passepartout utili per completare qualunque outfit e osare con un tocco più originale del classico pantalone o collant.

Dallo stile comfy alle stampe più originali

I mesi di lockdown hanno inevitabilmente portato a un cambio drastico nelle abitudini delle persone, incluse anche quelle legate all’abbigliamento. Le parole d’ordine quindi rimangono comodità e funzionalità ma aggiungendo un tocco di originalità.

I leggings diventano così must-have non solo dello streetwear più semplice ma anche accessorio stravagante caratterizzato da colori audaci e fantasie importanti. Come insegnano infatti le ultime passerelle si deve quindi giocare su uno stile sì comodo ma capace di essere allo stesso tempo uno statement del proprio stile.

I leggings così tornano protagonisti, non più solamente degli allenamenti, dello smart working e del relax in casa, quanto dell’abbigliamento usato tutti i giorni. Come insegna del resto BeGood (https://begood.store/it/) brand ideato da HumanWellness, che ha saputo reinventare i leggings trasformandoli nel suo capo iconico, riuscendo a raccontarlo nelle sue collezioni in modi sempre differenti.

Ecco quindi un’intera collezione a stampa animalier interamente giocata su trame zebrate, giraffate, maculate e coccodrillate. Un capo grintoso che ben racconta il trend del momento e che si presta ad essere declinato negli outfit più diversi, da quelli più sportivi fino a look più ricercati perfetti per la sera. E sulla stessa direzione si muove anche il legging con inserti in pied de poule, anche noto con il termine houndstooth (letteralmente denti da segugio) perfetto per chi preferisce una stampa più retrò e che ben si sposa con i capi in lana dei primi freddi invernali. A questo si aggiungono le trame storiche del brand come quella scozzese e quella camouflage per uno stile perfetto per tutte le stagioni.

La Dermofibra Cosmetics e il cosmetotessile in Italia

Specializzato in performing athleisure e shapewear BeGood ha creato un abbigliamento funzionale e performante, capace di apportare al tempo stesso un’azione benefica al corpo. La principale particolarità dei suoi capi, e in particolar modo dei leggings, è il materiale con il quale sono realizzati. Si tratta della Dermofibra Cosmetics, un filato brevettato e registrato sul Portale europeo dei prodotti cosmetici (CPNP) ad oggi l’unico filato che è considerato al tempo stesso un vero e proprio cosmetico e che di fatto ha reso il brand la prima realtà pioniera in Italia del settore cosmetotessile.

Si tratta di un filato tecnico al cui interno si trovano composti inorganici (a base di silicio, titanio, magnesio, zinco) e microsfere di Aloe Vera, Vitamine A ed E e caffeina, che permettono ai capi BeGood di prendersi cura della pelle migliorandone la texture. Più in generale l’azione combinata di questo speciale tessuto modellante e del bio-infrarosso crea un capo intelligente che stimola la microcircolazione eliminando i liquidi in eccesso mentre porta avanti un effetto reshaping che ridefinisce e riduce la circonferenza di fianchi, vita e cosce.

L’obiettivo del brand non è quello di essere solamente un abbigliamento shapewear e performing athleisure, quanto di portare avanti il messaggio del “Bellessere”, da sempre al centro di tutte le collezioni di BeGood. La particolarità dei capi BeGood è infatti quella di voler lavorare sul concetto di bellezza collegandolo in modo imprescindibile al benessere e all’equilibrio psico-fisico. Da qui la volontà di creare capi athleisure capaci di svolgere allo stesso tempo un’azione benefica sul corpo e di far sentire ogni donna a suo agio.

“Credo che questo ritorno, quasi prepotente, dei leggings non sia solo legato alla continua ricerca di comodità anche nel proprio stile di abbigliamento quanto anche al grande lavoro che si sta facendo in termini di body positive e che in qualche modo sta abbattendo l’idea, vecchio stampo, che voleva alcuni capi adatti solo a determinate fisicità. Oggi invece finalmente si stanno scardinando questi stereotipi permettendo alle donne di scegliere qualunque capo le faccia sentire a proprio agio a prescindere dal giudizio altrui” – conclude Andrea Abati, CEO di BeGood.

BeGood
La storia di BeGood unisce un’approfondita ricerca del settore cosmetotessile sviluppata in Svizzera e l’esperienza di oltre 40 anni nel mercato tessile italiano, creando una linea di abbigliamento capace di rispondere a tutte quelle persone che vogliono prendersi cura del proprio corpo utilizzando capi in grado di fondere tecnologia e attenzione per la moda.
BeGood conta più di 2000 punti vendita indiretti sul territorio nazionale, un nuovo temporary Store ad OrioCenter e più di 12000 clienti che acquistano sull’e-commerce, provenienti da tutto il mondo.

Previous articleLombroso, “Sentimento Rock” è il nuovo singolo del duo rock
Next articlePrima vittoria per Deligny nella categoria Junior a Campillos