Home Altro Varie Drko: “Estate Paranoia”, il nuovo singolo

Drko: “Estate Paranoia”, il nuovo singolo

0
Drko

Sono Drko e questa è la mia seconda uscita per la family Honiro Label. Uscirà il 29 giugno, ovunque, come tutti, come sempre su tutti gli store digitali.

Sono cresciuto con il mito delle “storie estive”, le classiche “pazzie” che sentivo raccontare dai genitori o dagli amici più grandi di mio fratello; storie da American Pie, ero impaziente di farne parte!
Crescendo mi rendo conto che ogni storia che vivo, amicizie, amori, delusioni, follie sono una storia da raccontare e cerco di farlo con la musica. È una droga!

L’estate è il mio foglio bianco e io la penna, ci scriverò sopra la MIA storia.
E..
Sì, l’ho scritta prima della pandemia. Ma questo ormai è sottinteso, fa parte della nostra vita.
Sì, “estate” e “paranoia” sono due ossimori. Mi piace ragionare per contrasti.
Sì, parla d’amore. Ma dopotutto chi non rincorre persone.

Accanto a me s’è seduto il solito gruppo di una vita, Aldo Pantaleoni e il buon caro Giuseppe Pulvirenti.
Poi ho aggiunto una sedia, ed è arrivata Marta Venturini. Ma già la conoscete.

Al solito link in bio fate ciò che si deve fare.
L’estate è il periodo dell’anno dove si va contro il tempo.

Chi mi ha aiutato:
Testo: Lorenzo Passamonti
Produzione: Lorenzo Passamonti, Marta Venturini, Aldo Pantaleoni, Giuseppe Pulvirenti
Mixed by: Aldo Pantaleoni
Master: Nebbia

Foto: Virginia Bettoja
Stylist: Maria Belfiore

UN PO’ DI ME:
Sono Lorenzo Passamonti, classe ‘96 originario di Tarquinia. Drko, il mio nome d’arte, prende ispirazione da una mia grande passione cinematografica: Donnie Darko. Come il protagonista di questo film, cresco in una cittadina di provincia con la testa in un’altra dimensione.
Ma forse ve ne siete accorti in Upsidedown, il mio primo singolo.

Imparo a suonare il blues con una chitarra regalata da mio padre, poi mi ci tuffo dentro studiando anche alla Saint Louis College of Music di Roma. Insieme a mio fratello giro poi per l’Italia e per l’Europa con una rock band, poi “un’altra pazzia” e mi metto in proprio con il progetto Giraffe, un nome custodito fin dai tempi del liceo.
Dopo aver iniziato a collaborare con Marta Venturini, lavoro a canzoni che raccontano pezzi di vita, lati di me.