Home Altro Varie

Fabio De Vincente vince la prima edizione di “KOOKABURRA”

0
Fabio De Vincente
Fabio De Vincente
Fabio De Vincente vince la prima edizione di “KOOKABURRA” il contest della Red&Blue Music Relations che regala un anno di consulenza booking.

L’artista torinese si aggiudicato l’ambito riconoscimento grazie a 677 like totalizzati sul profilo Instagram della Red&Blue Music Relations, ma soprattutto grazie alle preferenze espresse dalla giuria di qualità composta da Davide Motta, booking manager Red&Blue, Raffaele Lauretti, Spotify&YouTube manager Red&Blue, al producer internazionale Roberto Vernetti oltre che all’amministratore unico della Red&Blue Marco Stanzani. Menzione speciale all’artista Marte alla quale la Red&Blue ha deciso di assegnare un riconoscimento con un mese di promozione gratuita su un singolo entro l’anno 2023.

Nato quasi per gioco allo scopo di festeggiare i 20 anni di attività della Red&Blue, Kookaburra ha raccolto oltre 200 richieste di adesione in poco meno di 15 giorni, segno che le band e gli artisti emergenti indipendenti hanno fame di live e di occasioni dal vivo. La Red&Blue, agenzia di promozione da sempre sensibile all’argomento, sta facendo del ramo Live uno dei punti di forza delle proprie strategie di comunicazione e per questo la società bolognese, famosa per avere lavorato per anni a fianco dei più grandi artisti nazionali ed internazionali, ha già annunciato che la seconda edizione nascerà con una formula allargata sulla quale al momento regna il più assoluto riserbo. Nel frattempo Red&Blue si appresta a riaprire le porte a Uniweb Tour, Il tour acustico in diretta sulle web radio delle più importanti università italiane, evento per il quale ha ottenuto il Patrocinio del Mibact – Ministero dei Beni Culturali.

Per informazioni o invio materiale: [email protected]

“VINCENTE”, il nuovo album di Fabio De Vincente uscito lo scorso 1° dicembre, è un progetto impossibile da collocare in un unico filone di genere; si tratta di un racconto autobiografico sincero attraverso le canzoni. Rivolto al main stream è l’esempio perfetto di un crossover moderno, dove il piano è uno degli strumenti più presenti insieme alla scelta di groove tematici.
In lui c’è sempre stata una parte aristocratica, fatta di eleganza e raffinatezza ed un’altra innegabile del ragazzo di strada fatta di eccessi e indisciplina. Ha il vissuto giusto per cantare quelle parole che solo chi vive certe esperienze può permettersi di scrivere e raccontare.
La sua capacità compositiva, le melodie immediate, la sostanza testuale, il suo pianismo e la cura degli arrangiamenti fanno di lui un musicista completo. Inoltre, grazie alla sua versatilità da polistrumentista, ha inserito parti di batteria, chitarra, percussioni, tastiere, voci, effetti, ricercando sempre un’originalità del suono. Tre cose lo caratterizzano: eleganza, vita rock ed estrema semplicità del suo linguaggio ficcante.
“VINCENTE” perchè arriva da un periodo molto difficile con il quale Fabio ha combattuto, “VINCENTE” perchè rientra nel suo DNA, nella sua indole contagiosa. Un album che ti trascina con se facendoti credere che anche tu ce la puoi fare e perchè ha tutte le carte di esserlo, oltre al cognome, anche il suo destino.
L’album ha come compositore e autore Fabio De Vincente insieme a Carlo Montanari. Prodotto da De Vincente con “Vicio” (Subsonica) e masterizzato dal vincitore di un Grammy Giovanni Versari (La Maestà).

L’artista commenta così la nuova release: “Si può vincere perdendo tutto, Vincente si rinasce! No Vincente no party!”.

Biografia
L’arte di Fabio De Vincente, definito “l’aristocratico di strada”, racchiude quello che è stato ed è il suo stile di vita.
Il carattere ribelle, il desiderio di evasione, lo spirito libero, contro le regole, lo si nota sin da piccolo quando a 2 anni vuole andare via di casa.
A 5 anni riceve una tastiera giocattolo e il giorno successivo si suona e canta “Tanti auguri” e “Oh When The Saints Go Marching In” con i giusti accordi senza aver mai letto uno spartito.
A chi gli chiede cosa volesse fare da grande risponde: “il musicista”. A 10 anni sceglie il pianoforte come compagno di vita e a 11 anni inizia a scrivere le prime canzoni. Crea le prime band e incomincia ad esibirsi negli oratori. Fin da ragazzino sfida lo zio, musicista professionista, riproducendo al pianoforte i brani che lo zio suonava. Alle scuole medie è il tastierista della scuola ma essendo molto indisciplinato, tra sospensioni, bocciature, esuberi di assenze, risse e mancanza di studio, successivamente cambia circa una decina di istituti nelle superiori.
Grazie alle doti di intrattenitore suona piano e voce nei più prestigiosi club di Torino, Alassio, Capri, Costa Smeralda, Montecarlo, Londra, New York e molti altri, e per eventi privati esclusivi, frequentando spesso gli ambienti più altolocati.
Nel 2010 esce il suo primo singolo “Soltanto in un attimo” e dopo il suggestivo esordio in un concerto dalle finestre, Fabio De Vincente – Live in Loft San Carlo, in Piazza San Carlo, una delle principali piazze di Torino, fa sold out con un innovativo spettacolo al Teatro Carignano, VedoVoci Fabio De Vincente in concerto, rivolto anche ad un pubblico sordo.
Ospite su Rai 1 da Maurizio Costanzo, presenta il singolo “Come quando fuori piove”. Nel 2013 è testimonial con “L’unica cosa che so” di una campagna sulla sicurezza stradale nazionale.
Entra per 2 anni consecutivi, nel 2014 e nel 2015 nei finalisti del Festival di Sanremo Nuove Proposte.
Dopo l’uscita di “One life one show” apre il concerto di Francesco Sarcina (“Le Vibrazioni”) e partecipa a The Voice of Italy 2016 esordendo al pianoforte con “Say Something” entrando nel team Dolcenera, nonostante anche Max Pezzali, Raffaella Carrà ed Emis Killa lo avrebbero voluto. Per tutti è un “musicista d’esperienza”, per Giorgio Moroder è “quello che potrebbe avere un successo discografico”.
Apre il live di Dolcenera e dopo un breve tour tra Los Angeles e Las Vegas (dove rischia l’arresto 3 volte in 5 giorni) torna in Italia come giurato per due music talent con Moreno e Francesco Facchinetti.
Appare poi come ospite in diverse tv e radio regionali e come presidente di giuria per un altro talent torinese, alternando diversi live alla produzione di nuovi brani inediti con Vicio (Subsonica).
Per la terza volta entra nei finalisti di Sanremo Giovani nel 2019 con “Come nelle favole”, brano che esce in seguito, dopo un lungo difficile periodo, rischiando di finire per strada e non avere le cose primarie, ad aprile 2021, primo singolo del suo nuovo progetto, entrando subito nelle classifiche.
Anche i successivi 7 singoli entrano nelle classifiche e conquistano articoli e passaggi su testate e radio nazionali.
E’ proprio Fabio De Vincente che si racconta nelle sue canzoni, ha il vissuto giusto, fatto di altissimi e bassissimi, per cantare quelle parole che solo chi vive certe esperienze può scrivere.
Giovedì 1° dicembre 2022 esce “VINCENTE”, l’album che ha come singolo d’uscita “Al Top”, disponibile in tutte le piattaforme digitali e in rotazione radiofonica da venerdì 2 dicembre.

www.instagram.com/fabiodevincente
www.facebook.com/FabioDeVincente

Previous articleTorna online The Long Journey: Country, Blues e Rock a casa tua
Next articleLibano: il Contingente italiano valorizza la cooperazione civile-militare