Home Altri sport

FITET Sardegna: notizie di tennistavolo

tennistavolo
Paralimpici ai tavoli (FITET Sardegna)

STAGE PARALIMPICO A NORBELLO: SI APRE UN NUOVO CAPITOLO

Lavori in corso per il settore paralimpico del comitato FITeT Sardegna. Sabato scorso, a Norbello, si è tenuto il primissimo stage stagionale, con due novità: l’inclusione di atleti con disabilità intellettivo relazionale e il coordinamento affidato a tre tecnici chiamati a monitorare con più attenzione l’evoluzione del gruppo di pongisti che via, via andrà a formarsi. I nuovi incarichi hanno investito Martina Mura, Christian Ferro e Lucero Ovelar. Il meeting non è passato inosservato alla comunità di Norbello che proprio in quelle ore stava trascorrendo delle ore spensierate gustandosi la manifestazione “Sport e legalità”. Alcuni curiosi hanno seguito con interesse il dipanarsi degli allenamenti, rimanendo stupiti di quanto i convocati se la cavassero egregiamente con la racchetta. Il Tennistavolo Norbello, società ospitante, sempre nell’ambito della manifestazione cittadina, ha organizzato, oltre all’attività con le Scuole, un torneo di TTX con i tavoli montati all’esterno della struttura. Simone Carrucciu, presidente sia della Fitet Sardegna, sia del sodalizio norbellese, ha fatto la spola tra l’interno e l’esterno dell’edificio affinché tutto procedesse per il meglio. “È stato un bellissimo stage sotto tutti i punti di vista – ha dichiarato – in continuità con il percorso paralimpico iniziato tanti anni fa. Positiva anche la concomitanza con la kermesse sportiva della mia cittadina, che ha generato una perfetta integrazione tra i tanti sportivi presenti. Ringrazio Christian, Martina e Lucero per la mole di lavoro svolto e la sintonia mostrata sin da subito. Grazie anche agli atleti partecipanti, bravi tutti. Penso che i nostri atleti paralimpici, mostreranno sempre più entusiasmo e voglia di migliorare tutti insieme”.

In rappresentanza della nuova triade tecnica si è espressa Martina Mura: “Ci siamo trovati subito in accordo su come organizzare il lavoro, partendo con il riscaldamento e l’attivazione muscolare, per poi passare al cesto che ha tenuto impegnati i ragazzi per circa novanta minuti. L’ultima parte è stata dedicata agli schemi e alle fasi di gioco durante le quali sono stati seguiti con molta attenzione. Ci è dispiaciuto abbastanza non vedere un numero congruo di presenze. Puntavamo a coinvolgere più praticanti, considerato l’alto numero di tesserati in regione. Per il futuro l’intenzione è quella di calendarizzare gli incontri così da avere un appuntamento periodico. Aspetto non secondario sarà contattare le società interessate così da poter raggiungere un compromesso tra le loro necessità e la nostra metodologia di lavoro. L’augurio è di registrare una partecipazione massiccia”.

 

TECNICI DI BASE: NUOVA INFORNATA SARDA

Non vedono l’ora di dare un fattivo contributo alla causa del pongismo sardo impegnandosi a fondo nelle rispettive società di appartenenza per tirare su nuovi amanti della disciplina. In diciotto si sono trovati lo scorso 25 maggio 2024 presso le ex scuole medie, quartier generale della ASD Tennistavolo Paulilatino 2014 per sostenere il terzo modulo del Corso Tecnici di Base organizzato dalla Federazione Italiana Tennistavolo. In precedenza i discenti avevano assimilato nozioni attraverso lezioni telematiche a distanza e attività applicative con l’ausilio di video tutorial e tirocinio. Il ritrovo nel Guilcier ha avuto lo scopo di esaminare le competenze e le abilità acquisite dagli aspiranti tecnici durante il loro percorso di formazione. A testare la preparazione è arrivato dalla penisola il tecnico esaminatore Federico Baciocchi che non nasconde la soddisfazione per come si è sviluppata l’intera giornata: “Le attività sono state suddivise in due macroaree – ha illustrato il docente umbro – con la prima indirizzata al ripasso e all’approfondimento di temi di interesse e la seconda, invece, caratterizzata dall’esame, articolato in due questionari a risposta multipla e in alcune prove di abilità tecniche e didattiche sperimentate al tavolo. I partecipanti si sono dimostrati all’altezza delle aspettative, sia sul lato teorico, sia sul lato pratico, superando senza difficoltà le varie prove. A conclusione di quest’esperienza condivido un parere estremamente positivo riguardo l’atteggiamento e l’atmosfera che ho respirato, la cordialità e la disponibilità della società ospitante e dei partecipanti sono state encomiabili; la motivazione e la passione che li spingono sono altrettanto elevate. Sono molto soddisfatto di come si sta evolvendo il movimento”.

Durante la fase finale del Corso ha fatto una pacifica irruzione anche il presidente della FITeT Sardegna Simone Carrucciu: “Constato con piacere come la passione per questo sport rimanga intatta negli anni – dichiara – ma sinceramente vedo un interesse ancora più vivido. Mi fa piacere che al corso abbiano partecipato anche profili provenienti dalle nuove società che si sono recentemente affiliate. Ringrazio tutti per l’entusiasmo mostrato, ma soprattutto il tecnico federale Federico Baciocchi che a parte la sua indiscussa preparazione, ha mostrato di sapersi calare con naturalezza ed empatia nella nostra realtà sarda. Mi auguro che i nuovi allenatori riescano a coinvolgere tanti nuovi simpatizzanti, sia piccoli, sia diversamente giovani. Dobbiamo continuare a crescere”.

 

FITET E UNIVERSITA’: RITORNA ATENEIKA ED È SUBITO CLAMORE!

Dieci edizioni di strette collaborazioni che abbracciano lo sport e i molteplici rivoli ad esso collegati. È diventata ormai una consuetudine, in questa propaggine finale della primavera, associare il nome di Ateneika alla FITeT Sardegna, perché le due sigle si scambiano costantemente idee, impressioni, ferme intenzioni di stare al passo con i tempi. Il Festival universitario che trova sfogo nella Cittadella Sportiva “Sa Duchessa” del CUS a Cagliari comincerà il 30 maggio 2024 protraendosi fino al 9 giugno con il solito menù a base di concerti gratuiti, tornei sportivi e tanta, tanta aggregazione e cultura, anche quella enogastronomica. E ovviamente lo spazio che si ritaglia il Tennistavolo, tra le dodici discipline presenti non è roba da poco: la palestra C sarà a completa disposizione per tutto il pomeriggio di mercoledì 5 giugno. Già a partire dalle 14.00 gli ateneici iscritti potranno liberamente usufruire dei tavoli da gioco per il riscaldamento. L’arbitro federale designato darà il via alle competizioni alle ore 15.00 e monitorerà la situazione fino al momento dei verdetti, quando si conosceranno nomi, cognomi e Facoltà di appartenenza di coloro che hanno fatto la differenza nel singolo e nel doppio maschile e femminile.

“Sono felice di tuffarmi anche quest’anno nella bolgia di Ateneika – esclama Simone Carrucciu – perché anche i più attempati come me, trascorrendo qualche ora a Sa Duchessa subiscono un drastico processo di ringiovanimento. Ringrazio gli organizzatori che hanno sempre un occhio di riguardo per tavoli, racchette e palline, sperando che tra i partecipanti del torneo ci sia qualcuna o qualcuno voglioso di approfondire l’impatto con il nostro sport avendo così l’opportunità di conoscere il nostro mondo che non lesina sorprese e opportunità”.

Oltre ad un totale di duemila ore di gara, Ateneika allestisce due palchi e 11 giorni di live musicali con circa trenta artisti le cui performances saranno gratuite.

 

NEI REGIONALI TERZA CATEGORIA VINCE GIOELE MELIS

Continua la solenne distribuzione di magliette e scudetti dedicati, gadget da custodire gelosamente: chi ne prende possesso non è il primo pinco pallino qualsiasi, ma colei o colui che si è battuto strenuamente per il titolo di Campione Regionale. Questa volta a beneficiarne è stato Gioele Melis de La Saetta Quartu: grazie al suo nuovo exploit ha incamerato il titolo di 3a categoria, consentendo inoltre alla sua società di mettere in saccoccia pure un bis di vini della Cantina di Castiadas, sponsor del Muravera TT, il sodalizio presieduto dall’infaticabile Luciano Saiu che già la scorsa settimana aveva ospitato i ragionali giovanili.

Il pongista sangavinese è riuscito ad avere ragione di altri undici maschietti agguerriti; partiva con i favori del pronostico sebbene giocasse nella palestra comunale Giovanni Cuccu, campo amico delle teste di serie n. 2 e n. 3 Nicola Pisanu e Emanuele Cuboni. Una volta approdato nel tabellone il futuro vincitore estromette prima Andrea Manis, testa di serie n. 4 in forza alla Muraverese, e poi in finale proprio il lanuseino Cuboni che in semifinale ha avuto ragione del suo compagno di scuderia Nicola Pisanu (Muravera TT).

“È stata una bella competizione seppur breve – ha dichiarato Gioele Melis – e sono contento di aver battuto in finale Emanuele in quanto lo ritengo un avversario più che temibile. Avrei voluto sfidare anche Nicola Pisanu dato che non gioco con lui da quando ero piccolo, però sono felice comunque. Continuo a mantenere un buon stato di forma perché, credo, sia dovuto a diversi fattori, come la costanza e l’impegno messo in questo anno e mezzo; aggiungerei la passione per questo sport, la mia squadra e all’allenatore Franco Esposito che mi ha permesso di crescere passo dopo passo. Di obiettivi da raggiungere, ormai, ne sono rimasti pochi per quest’anno. Mi auguro di fare una buona competizione sia ai campionati italiani di quarta categoria, sia per la fase finale della Coppa Italia Comitati Regionali.

Nelle immediate retrovie troviamo Marcello Porcu (Muraverese) che ai quarti si è arreso a Cuboni e Nicola Carboni (La Saetta), estromesso da Manis, due settimane prima leader della quarta categoria.

Una sola iscritta per la competizione al femminile: Sara Montalbano del Quattro Mori Cagliari.

 

CAMPIONATI ITALIANI DI CATEGORIA E MASTER DI NUOVO A RICCIONE

Il piacevole suono delle palline che vagano da una parte all’altra delle numerosissime superfici di gioco risuona per il quarto anno consecutivo al Palasport PlayHall di Riccione, luogo da cui scaturiranno i vincitori dei Campionati Italiani di 4a, 5a e 6a categoria. Ma non solo: da martedì sono entrati in gioco, per primi, gli appartenenti alle categorie Master che vivacizzeranno un ambiente già di per sé vibrante fino al 31 maggio. Tutti gli altri gareggeranno dal primo fino al 9 giugno.

In tutto saranno coinvolti 1463 pongisti e tra loro non mancano i tesserati in Sardegna.

Tra cui l’over 80 Efisio Pisano del GS TT Alghero ASD che non fallisce l’appuntamento con il podio: la prima medaglia sarda in Romagna è la sua, un bronzo nel doppio maschile condiviso con il collega Sergio Ceroni (Tennistavolo Vicenza). Di seguito, nel doppio over 40 femminile, la palermitana Marina Conciauro (Quattro Mori Cagliari) e Katja Milic (Sportni Krozek Kras) conquistano la medaglia d’oro; nel doppio misto over 40 argento per Elena Rozanova (Tennistavolo Sassari) condiviso con Gianluca Mastroberti (Tennistavolo Stella del Sud), mentre Marina Conciauro (Quattro Mori Cagliari) agguanta anche un bronzo in coppia col fratello Rocco (Audax).

Tra gli iscritti nei singolari master troviamo Maria Grazia Murtas (GS TT Alghero, over 60/65) e nella stessa categoria, ma maschile, il marcozziano Donato Melis. Dalla Marcozzi proviene pure Stefano Sedda che si cimenta negli over 50/60. Tre femminucce animeranno l’intricata jungla degli over 40: Marina Conciauro (Quattro Mori), Anna Brzan e Elena Rozanova (Tennistavolo Sassari).

Nei 6a categoria sono stati coinvolti Edoardo Ian Eremita, Simone Demontis (Tennistavolo Sassari), Francesco Mela (Tennistavolo Decimomannu), Varis Lai (Torrellas Capoterra). In sei prendono parte alla 5a categoria: Nicola Orani (Tennistavolo Quartu), Celestino Pusceddu (Torrellas Capoterra), Stefano Conconi (Santa Tecla Nulvi), Federico Casula, Nicola Cilloco, Maria Laura Mura (Tennistavolo Sassari).

Il numero più copioso si registra nei 4a categoria: Emanuele Cuboni (Muravera TT), Francesco Lai (TT Guspini), Gioele Melis, Nicola Carboni, Alessandro Mercenaro (La Saetta), Elia Licciardi (Tennistavolo Sassari), Giancarlo Carta (Paulilatino), Francesco Ara (Santa Tecla Nulvi), Zemgus Lai (Torrellas Capoterra), Mattia La Gaetana (Decimomannu), Marcello Porcu (Muraverese). In campo femminile Alessandra Stori (Muravera TT), Martina Mura (Tennistavolo Norbello).

Nella città rivierasca saranno impegnate anche tre compagini isolane: il 31 maggio Il Cancello Alghero si gioca le sue carte nella 2^ fase della serie C master dove sono coinvolte altre 24 squadre provenienti da tutta Italia. Solo quattro squadre accederanno in serie B nazionale.

Il 9 giugno si svolge la Coppa Italia dei Comitati Regionali e a rappresentare la Sardegna ci sarà La Saetta, vincitrice del campionato regionale di serie C2

Ma il primo collettivo sardo a scendere in campo sarà quello del Tennistavolo Sassari il 31 maggio nella serie A1 femminile master.

 

EUROPE THROPY: GRAND FINAL CON DUE SARDE

A Novi Sad (Serbia) due compagini sarde partecipano alla fase finale della Europe Trophy, competizione continentale organizzata dalla ETTU. Nel raggruppamento maschile il Santa Tecla Nulvi è stato inserito nel gruppo C assieme a Lille Metropole (Francia) e STK Starr (Croazia). Il Muravera TT “B” è invece protagonista nel “Grand Final” femminile e dovrà vedersela con il KTTC AFP Antwerpen (Belgio), Dr Casl (Croazia), Sco Bodensdorf (Austria). Si gioca dal 31 maggio al 2 giugno 2024.

condividi
Translate »
Exit mobile version