Home Altri sport Motori

Gabriele Rossi sbarca nel Tour European Rally Historic

Gabriele Rossi
Gabriele Rossi a destra, con Fabrizio Handel a sinistra (Foto Leonardo Grida)

Bastiglia (MO) – L’appetito vien mangiando e quale detto migliore può calzare per un Gabriele Rossi che si appresta, per la prima volta, a varcare i confini dello stivale italico.

Dopo aver interrotto una lunga latitanza dal volante, fermo dall’Elba targato 2020, salendo sul gradino più alto del podio assoluto al Terra Sarda Storico, sul finale della passata stagione, il pilota di Bastiglia è rimasto piacevolmente affascinato dall’armonia e dalla passione respirata assieme ai protagonisti del Tour European Rally Historic, compagni di viaggio sull’isola.

Un inverno passato a lavorare, a testa bassa, ha portato alla luce un programma che vedrà il portacolori del Team Bassano impegnato nella serie continentale, in tre dei sei eventi previsti.

Il 2023 europeo di Rossi scatterà con il Rallye Antibes Côte d’Azur, il Monte-Carlo d’estate in programma dal 18 al 20 di Maggio, per poi passare rapidamente al Rallye du Chablais, dal 1 al 3 Giugno in Svizzera, affrontando poi una lunga pausa che lo separerà dal ritorno al Rally Terra Sarda Storico, previsto dal 6 al 8 Ottobre quale ultimo atto del campionato.

“L’esperienza al Terra Sarda ci ha fatto riflettere molto” – racconta Rossi – “anche se, a dire il vero, Antibes era già nei nostri pensieri per il 2023. In Sardegna abbiamo fatto amicizia con Tim Metcalfe e con il suo navigatore, considerati ambasciatori del TER Historic, e ci hanno parlato molto bene di questo campionato. Abbiamo così cercato di mettere insieme le risorse per poter essere al via di questa serie. Siamo riusciti solamente ad imbastire un programma a metà, in tre dei sei appuntamenti a calendario, ma non è detto che ci siano sorprese lungo la strada.”

Sul fronte tecnico nessuna novità con il sedile di destra che sarà nuovamente occupato dall’adriese Fabrizio Handel, pronto a far coppia con Rossi sulla Ford Sierra Cosworth, in versione gruppo A, coccolata dalle amorevoli cure di Assoclub Motorsport.

“Non cambierei questa squadra per nulla al mondo” – sottolinea Rossi – “perchè il rapporto che mi lega a Fabrizio, a Manuel Bonfadini ed a tutto lo staff di Assoclub Motorsport è qualcosa che va ben oltre il gareggiare. La nostra amicizia è forte ed ogni volta che scendiamo in campo gara è una festa per noi, un momento per condividere la nostra passione dando il massimo.”

Al fine di preparare al meglio un 2023 che si preannuncia già interessante Rossi sarà ai nastri di partenza del prossimo Rally Bianco Azzurro, 1 e 2 Aprile, per rimettere in moto i meccanismi.

“Nella pausa invernale i ragazzi di Assoclub hanno evoluto ulteriormente la nostra Sierra” – conclude Rossi – “ma non potevamo pensare di presentarci ad Antibes ad occhi chiusi. Qualche sessione di test l’abbiamo svolta in circuito ma andremo a San Marino per riprendere in mano un po’ il tutto. Sarà anche la giusta occasione per provare a prenderci una rivincita con una gara che, nella stagione 2019, ci aveva tolto una bella soddisfazione, proprio sul più bello.”