Home Altri sport Ciclismo Giro della Romagna: più spazio all’expo con la nuova location

Giro della Romagna: più spazio all’expo con la nuova location

0

 


In salita verso il Passo della Sambuca. [ph UCF Baracca]

Manca un mese al 36° Giro della Romagna che si svolgerà domenica 10 maggio a Lugo e sarà come sempre uno degli appuntamenti più sentiti e partecipati dell’intero calendario granfondistico italiano. La formula non agonistica con partenza alla francese e la capacità di rinnovamento abbinate al piacere di accogliere tipico dei Romagnoli. Questi i punti di forza di una manifestazione che ha fatto storia.

Lo spostamento del quartier generale dallo Stadio Comunale di Lugo al Centro Sportivo di Madonna delle Stuoie permetterà – tra le altre cose – di ampliare ulteriormente lo spazio espositivo a disposizione delle aziende. Sono già numerose le realtà di settore e non che con la loro adesione consentiranno di completare il nutrito programma ciclistico del Giro della Romagna con una interessantemostra mercato con molte novità per gli amanti della bicicletta .

Pur essendo una granfondo non agonistica, come le altre prove del calendario Romagna Sprint cui appartiene, il Giro della Romagna non ha niente da invidiare alle più blasonate cugine agonistiche, sia per il livello dei servizi che per quanto riguarda la selettività dei percorsi. Il lungo, in special modo, con i suoi 170 chilometri di lunghezza e un dislivello di 2040 metri è sicuramente più che impegnativo. Il passaggio ai 1080 metri di quota del Passo della Sambuca consente poi un ampiocolpo d’occhio su tutta la vallata del Senio che, alternando tratti rocciosi a tratti con bassa vegetazione, regala un paesaggio quasi dolomitico con interessanti giochi di colore. Anche per i più corsaioli, quindi, il Giro della Romagna rappresenta un importante test in preparazione delle altre impegnative prove della stagione, tra cui per esempio la Nove Colli di Cesenatico (Fc) che si disputerà di lì a due settimane.

Anche nei percorsi off road la selettività non manca. Il lungo, in particolare, misura 110 chilometri ed è dunque più corto rispetto al passato, ma il suo dislivello di 1900 metri è superiore rispetto alle precedenti edizioni. La parte iniziale si sviluppa sullo stesso percorso asfaltato della granfondo su strada, ma dalle colline in poi ci si inerpica interamente in fuori strada.

Gli organizzatori della UCF Baracca, tenendo conto del crescente numero di cicloturisti provenienti da località lontane, stanno lavorando insieme alle strutture ricettive locali per la predisposizione dipacchetti speciali per i partecipanti al Giro della Romagna e i loro accompagnatori. Sull’apposita pagina del sito Romagna Sprint è già possibile prenderne visione e trovare tutti i riferimenti per prenotarsi.

Gli accompagnatori, infine, avranno la possibilità di partecipare a una facile pedalata escursionisticaorganizzata con la collaborazione della Fiab-Amici della Bici del Tondo di Lugo e – al termine – partecipare al ricco e apprezzato pasta party insieme a tutti i granfondisti.

Partecipare è semplicissimo. Ci si può iscrivere on line con pochi click attraverso il portale MySDAMal costo di 7,00 euro. Le iscrizioni dell’ultim’ora saranno possibili sabato 9 e domenica 10 maggio, masolo in loco e con sovrapprezzo di 3,00 euro.

Conto alla rovescia – invece – per gli abbonamenti cumulativi al calendario Romagna Sprint: ancora per dieci giorni e cioè fino a domenica 19 aprile sarà possibile abbonarsi alle cinque prove (tutte meno la jolly) al costo di 30 euro. Ai primi 500 abbonati andrà una maglia tecnica da ciclista come ricompensa per la loro velocità e fedeltà.

Previous articleUna Banconota “Pizzino” con il volto di Padre Pio
Next articleMARILYN MANSON: “tutto esaurito” per la data di Milano