Girone C

0

SIENA SIENA – GRIFO PERUGIA 3-3 (1-3)

SIENA (4-4-2): Mazzola; D’Ippolito, Frizza, Pitzus, Ballotti (5’ st Di Camillo Giu.); Ricci, Marraccini, Patu (26’ st Pesentini), Ceci; Migliorini, Fambrini. A disp.: Baldi, Picciafuochi, Di Camillo Gia., Mazzella. All.: Montanelli.

GRIFO PERUGIA (4-2-3-1): Cucchiarini; Parise, Saravalle, Bianchi, Monetini; Pederzoli, Fiorucci; Natalizi, Ceccarelli, Pugnali; Mortolini. A disp.: Kouadio, Checchè, Manucci, Spapperi. All.: Scapicchi.

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia

MARCATORI: 6’ pt Migliorini (S), 14’ pt Saravalle (GP), 22’ pt Mortolini (GP), 25’ pt rig Mortolini (GP), 30’ st Migliorini (S), 40’ st Frizza (S).

A Siena la Grifo si è dovuta accontentare di un punto (3-3), ma per l’impegno profuso, per il momentaneo vantaggio acquisito e per il fatto di aver giocato settanta minuti in dieci, avrebbe meritato sicuramente la vittoria. Si interrompe così alla soglia del tredici, la serie di dodici successi consecutivi, anche se le ragazze di Scapicchi possono consolarsi guardando la classifica, visto che le distanze rimangono inalterate. Una gara condizionata e non poco dalle decisioni del direttore di gara, Meraviglia di Pistoia, che si è reso protagonista con una serie di decisioni discutibili. Su tutte quella di espellere dopo nemmeno venti minuti di gioco Carlotta Saravalle, punita con due gialli per falli piuttosto veniali.  Rosso che è arrivato proprio qualche istante dopo il pareggio biancorosso siglato dalla stessa Saravalle, in risposta al momentaneo vantaggio della Migliorini su calcio di punizione.  L’inferiorità numerica, che ha costretto Scapicchi a sostituire la Ceccarelli (trequartista) con la Marchesi (difensore) e a passare ad un 4-3-2, non ha ridimensionato gli obiettivi della Grifo. Anzi, le biancorosse hanno saputo giocare di rimessa e trovare a metà tempo il gol del vantaggio grazie ad un guizzo della Mortolini. Nella ripresa è arrivato addirittura il 3-1 sempre con il numero undici, brava a siglare un calcio di rigore per fallo sulla Pugnali. A lungo, però, il fatto di giocare dieci contro undici ha pesato e il Siena, squadra esperta, ne ha approfittato. La Migliorini non si è voluta sentire da meno rispetto alla Mortolini (le due si contendono il titolo di capocannoniere, ndr) e al 30’ ha accorciato le distanze e siglato la personale doppietta. Una manciata di minuti più tardi ci ha pensato poi la Frizza (38’) a riequilibrare la gara. Peccato, perché un successo avrebbe consentito alla Grifo una vera e propria fuga. “Sono comunque soddisfatto – precisa il tecnico Scapicchi al termine della gara -. Abbiamo dato dimostrazione che questo campionato lo possiamo vincere veramente. Ringrazio tutte le ragazze, anche quelle che non hanno giocato, per lo spirito con cui hanno affrontato questo impegno”. Parole di elogio per il gruppo arrivano anche dal Presidente, Valentina Roscini. “Un plauso alla squadra, che è riuscita ad ottenere un risultato importante contro un avversario difficile e di fronte ad una direzione di gara molto discutibile. Nel giorno in cui si affrontavano le due squadra più forti del campionato, l’arbitro ha voluto fare il protagonista, rovinando una gara che senza alcune decisioni assurde sarebbe stata bellissima”.

 

NO COMMENTS

condividi
Translate »
Exit mobile version