Home Altro Varie ‘I semi del male’, finalista del Premio Cerruglio

‘I semi del male’, finalista del Premio Cerruglio

0

Luciano Tirinnanzi, autore insieme a Stefano Piazza del libro che ripercorre ascesa e sviluppo dei movimenti fondamentalisti islamici, sarà presente alla premiazione dell’XI edizione del Concorso letterario nazionale di saggistica d’attualità, il 29 maggio a Montecatini Terme

Terrorismo islamico, quale la situazione attuale e come siamo arrivati a tutto questo? A rispondere a queste e più domande è il saggio storico ‘I semi del male’ in cui gli autori Stefano Piazza e Luciano Tirinnanzi ripercorrono ascesa e sviluppo dei movimenti fondamentalisti islamici, analizzando gli ultimi 20 anni di storia contemporanea. Il libro, edito da Paesi Edizioni, è stato selezionato e nominato tra i cinque finalisti del Premio Cerruglio, Concorso letterario nazionale di saggistica d’attualità, la cui premiazione si terrà sabato 29 maggio a Montecatini Terme.

I due autori, giornalisti ed esperti di sicurezza e fondamentalismo, affrontano il tema ponendo per la prima volta a confronto le due più grandi minacce terroristiche, Al Qaeda e Stato Islamico: le radici ideologiche del Jihad sunnita, l‘avvento e il declino di principi e califfi visionari e sanguinari, le strategie di intelligence che hanno eliminato le menti del terrore.

A quasi vent’anni dagli attentati alle Torri Gemelle e a uno e mezzo dalla uccisione di Abu Bakr Al Baghdadi, gli autori ricostruiscono l’intera vicenda e i lati oscuri dell’eliminazione di Osama Bin Laden, raccontando come la stirpe del terrorismo, da Al Qaeda a ISIS, sia evoluta fino a oggi, compresa l’operazione per uccidere il Califfo dell’ISIS.

«Questa guerra tra Dar al-Islam, cioè il mondo governato dall’Islam, e Dar al-Harb, il mondo esterno all’Islam, è eterna. Non ci sono compromessi. L’obiettivo finale? Il mondo intero deve essere governato da un Califfo, secondo la legge della Sharia».

Partendo da questa certezza granitica, il saggio spiega ascesa e sviluppo dei movimenti fondamentalisti islamici, raccontando la vita dei leader jihadisti e le operazioni d’intelligence per catturarli o ucciderli, da Osama Bin Laden ad Abu Bakr Al Baghdadi.

Una storia fatta di sangue e terrore, che parte da luoghi a noi lontani, dalle montagne dell’Afghanistan e dall’Iraq, che la mattina dell’11 settembre 2001 ha colpito il cuore dell’America e negli anni a seguire anche l’Europa, stravolgendo l’Occidente.

Per maggiori informazioni: paesiedizioni.it

Stefano Piazza – Giornalista svizzero, esperto di sicurezza e fondamentalismo, scrive di affari esteri per lo storico settimanale Panorama e la rivista di geopolitica Babilon magazine.
Luciano Tirinnanzi – Laureato in Scienze politiche e relazioni internazionali all’Università di Pisa, dal 2005 vive e lavora a Roma. Giornalista professionista ed esperto di terrorismo, è autore di numerosi saggi. Oggi collabora con Panorama e dirige il magazine Babilon.

Previous articlePavel Group di nuovo in Romania – Pronti con Sebastian Barbu e la Skoda
Next articleROLLS-ROYCE COACHBUILD: A GLORIOUS LEGACY. A SPECTACULAR FUTURE