Home Altri sport Il made in Italy ai Giochi di Pechino con Liski Sport Equipment

Il made in Italy ai Giochi di Pechino con Liski Sport Equipment

0
pechino
Pechino 2022 (Foto Acmediapress)

Mancano ormai meno di dieci giorni alla cerimonia di inaugurazione dei Giochi Olimpici di Pechino, l’evento sportivo più importante e rappresentativo, prestigioso traguardo per atleti, tecnici e anche per Liski Sport Equipment che si appresta a iniziare la sua quinta Olimpiade.

L’azienda di Brembate (Bergamo) è stata scelta dal Comitato Organizzatore di Pechino 2022 per seguire progettazione e installazione degli allestimenti di gran parte delle venues che ospiteranno le discipline della neve. Le attrezzature sportive, di protezione e di sicurezza sono state tutte prodotte all’interno dello stabilimento lombardo che ha appena ricevuto le più recenti certificazioni in materia di salute, sicurezza e impatto ambientale.

La qualità e la professionalità del made in Italy sono state scelte anche da Pechino 2022, che ha potuto contare su una squadra preparata e competente capace di mettere a disposizione tutto il know-how costruito in decenni di studi e allestimenti dei più prestigiosi eventi legati al mondo neve, come Campionati Mondiali e svariate tappe di Coppa del Mondo di sci alpino, fondo, snowboard e biathlon.

Liski Sport Equipment ha esportato in Oriente 25 container di attrezzature sportive. In Cina, durante i Giochi Olimpici e Paralimpici, saranno utilizzati 2.100 metri di impianti per montare le reti A, un totale di 8,6 chilometri da adibire alle piste di raccordo, 15 mila metri quadri di reti A, 60 mila di reti B, 7 mila di reti BC e 36 mila di tipo C. Poi ancora 2.500 materassi in gommapiuma, 900 metri lineari di materassi ad aria, 4.500 transenne Limit e circa 35 mila pali di varie tipologie. Sono 3.000 invece i teli che verranno utilizzati nelle competizioni di discesa, superG, gigante, snowboard e moguls, oltre a 20 tunnel di partenza, 10 tende gonfiabili che verranno utilizzate per il riscaldamento degli atleti e 18 frese da neve Honda. L’anno scorso erano stati inviati pali in ferro per la posa delle reti di tipo A e 60 ancoraggi di diverso tipo (tripode o ancoraggi a terra).

Diego Parigi, amministratore delegato di Liski: «Siamo orgogliosi di essere stati scelti per la fornitura delle attrezzature e la messa in sicurezza delle venues, tema che da sempre abbiamo a cuore. Da decenni lavoriamo nel mondo degli eventi, ma essere selezionati per i Giochi Olimpici è sempre una grande emozione. Ancora una volta ci siamo fatti trovare pronti, tra pochi giorni i nostri tecnici raggiungeranno la Cina, perché oltre alla fornitura garantiamo un supporto in loco anche durante l’evento. Forniamo questo servizio in Coppa del Mondo, lo facciamo a maggior ragione alle Olimpiadi. Non vediamo l’ora di iniziare, con uno sguardo che guarda già all’edizione del 2026, sulle nostre piste di Milano-Cortina».

NO COMMENTS

condividi
Translate »
Exit mobile version