Home Altri sport Motori

Il Rally Colli del Monferrato e del Moscato è in rampa di lancio

0

La più grande soddisfazione per un organizzatore di eventi motoristici è senza ombra di dubbio il grande riscontro da parte dei concorrenti, cosa che è accaduta al Rally Colli del Monferrato e del Moscato. La manifestazione del 3-4 dicembre che graviterà attorno a Moncalvo ha infatti registrato un altissimo numero di adesioni da parte degli equipaggi, che hanno raggiunto la ragguardevole quota di 93 vetture al via.
Un cambio di passo netto e marcato quello del team organizzativo guidato da Moreno Voltan, che per la prima “nazionale” della classica astigiana ha messo in campo un coinvolgimento corale del territorio senza precedenti.
Aziende, amministrazioni locali ed associazioni si sono dimostrate particolarmente sensibili verso l’evento ed hanno dato vita ad una grande collaborazione, che ha sta catalizzando l’attenzione su un territorio che da settimane ha già registrato il tutto esaurito.

“Siamo davvero onorati. Quando abbiamo deciso di organizzare un rally nazionale al posto della classica ronde sapevamo che sarebbe stata una bella sfida, ma abbiamo lavorato duro ed i nostri sforzi sono stati ripagati da una risposta fantastica dei concorrenti. Grazie alla presenza di diversi equipaggi stranieri (svizzeri, francesi ed inglesi, ndr) ci sarà anche un tocco di internazionalità. Il supporto delle famiglie Motton, Ronzano e Tardito è stato fondamentale, come il supporto ricevuto dalle amministrazioni delle zone interessate dalla gara. Sono ansioso di dare personalmente il benvenuto a tutti i piloti e navigatori che hanno scelto la nostra gara e sono estremamente soddisfatto per come siano andati questi mesi di preparazione” – ha dichiarato Moreno Voltan a poche ore dal weekend di gara.

Gara che prevede già una sfida infuocata per le prime posizioni, con diversi big del rallysmo italiano pronti a confrontarsi sulle prove speciali Portacomaro, Mombarone e Moncalvo per conquistare il primo Memorial Giorgio Faletti.
Fabio Andolfi, Elwis Chentre, Jacopo Araldo, Gianluca Verna, Patrick Gagliasso, Loris Ronzano, Massimo Marasso, lo svizzero Olivier Burri, i corsi Panzarella e Pergola sono solo alcuni dei tanti partenti di una classe R5 più numerosa che in certe manifestazioni titolate. Da sabato 3 dicembre la parola passerà ai motori con lo shakedown previsto dalle 12 alle 16, poi domenica 4 le otto prove speciali che con i loro 62,2 chilometri cronometrati decreteranno il vincitore che sarà premiato sulla Piazza di Moncalvo a partire dalle ore 16:20.

Previous articleIBU JUNIOR CUP SHOW DALL’8 ALL’11 DICEMBRE
Next articleBergamo anticipa con Lagonegro. Copelli: “Non possiamo sbagliare”