Home Altri sport Motori

Il Salento, il Taro, il Grappolo e la Corsica attendono MS Munaretto

MS Munaretto
Avbelj-Andrejka al Rally del Taro 2023 (Foto Actualfoto)

Il team MS Munaretto è pronto a chiudere un impegnativo mese di Maggio in grande stile, prendendo per l’ennesima volta parte a quattro eventi in contemporanea.

Un tabellino di marcia sinora ricco di impegni internazionali quello del plurititolato team scledense, ora pronto ad aggiungere alla lista altre quattro rinomate competizioni: il 56° Rally del Salento, il 30° Rally del Taro, l’8° Rally il Grappolo ed il 2° Rallye Terre d’Aléria.

Nel magnifico territorio salentino andrà in scena il terzo atto del Trofeo Italiano Rally, massimo trofeo nazionale dedicato alle corse su fondo asfaltato. Poco meno di novanta i chilometri cronometrati della corsa, capace di attraversare territori mozzafiato, con le caratteristiche prove speciali tra i muretti a secco a fare da temibile sfida per i numerosi protagonisti al via.

Paolo Menegatti, attualmente quinto assoluto nella classifica TIR, punterà a migliorare l’undicesimo posto assoluto della passata stagione, potendo contare su un coefficiente maggiorato che potrebbe aiutarlo a racimolare punti preziosi. Fedele alla performante Škoda Fabia RS Rally2 ed al navigatore Nicola Rutigliano, il driver di Zanè non sarà l’unico portacolori del team MS Munaretto a prendere il via venerdì pomeriggio da Piazza Mazzini, nel centro di Lecce.

Anche Paolo Nodari, infatti, sarà al via della storica competizione salentina, al volante di una Škoda Fabia Rally2 Evo, affiancato come di consueto alle note dal figlio Giulio. Protagonista di un amaro ritiro a seguito di una toccata nell’edizione 2023 della corsa, l’esperto pilota vicentino cercherà di adattarsi quanto prima alle mille insidie del percorso.

Mille insidie che certamente non renderanno la vita facile neppure ai tre portacolori di MS Munaretto al via del 30° Rally del Taro, seconda tappa dell’International Rally Cup.

Le grandi classiche di Montevacà, Folta e Tornolo comporranno un percorso di poco meno di cento chilometri cronometrati, in un evento che ancora una volta ha saputo riunire a Borgo Val di Taro numerosi big del rallysmo internazionale.

Già protagonista di rilievo nel Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2024, Boštjan Avbelj torna ora tra le fila di quel Campionato, l’IRC, nel quale ha già posto il sigillo per due anni consecutivi, nel 2022 e 2023. Col fedele Damijan Andrejka al proprio fianco e con una Škoda Fabia R5 a propria disposizione, il forte pilota sloveno tenterà di riscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della corsa parmense dopo il successo della passata edizione.

Assente di spicco al Rallye Elba a causa di un problema personale, ora Battistu Ceccaldi è pronto ad inaugurare al meglio la propria stagione nell’IRC sui temibili asfalti emiliani, sulla performante Škoda Fabia Rally2 Evo del team scledense. Al suo fianco siederà Matthieu Belhacene.

Continua, invece, l’avventura nel Trofeo Rally4 per Mattia Zanin: il giovane driver coneglianese, portacolori di Aci Team Italia nel FIA Junior ERC, ritroverà la fida Peugeot 208 Rally4 ed il navigatore Fabio Pizzol, con l’intento di migliorare il quarto posto colto all’Elba.

Anche a San Damiano d’Asti, all’8° Rally il Grappolo, verranno rappresentati i colori di MS Munaretto.

Spetta a Jacopo Araldo e Lorena Boero l’onere, pronti a dare il massimo sugli oltre settanta chilometri della corsa astigiana, valida come secondo round della Coppa Rally di Zona 2, a bordo della fida Škoda Fabia RS Rally2.

Infine, il team MS Munaretto è pronto a sbarcare anche in Corsica, in occasione del 2° Rallye Terre d’Aléria.

Ottimo terzo assoluto nella passata edizione della corsa, l’esperto terraiolo Jean-Paul Villa è pronto a calcare nuovamente i difficili sterrati isolani dell’evento, valido come secondo appuntamento del Championnat de France des Rallyes Terre. Il francese, in coppia con Dominique Corvi, guiderà una performante Škoda Fabia Rally2 Evo.