Home Calcio Il Tavagnacco mette a segno altri due colpi: Gloria Magni e Marica...

Il Tavagnacco mette a segno altri due colpi: Gloria Magni e Marica Licco

0
tavagnacco
Marica Licco

Il rinnovamento profondo del Tavagnacco non si arresta. La società gialloblù ha messo a segno altri colpi: Gloria Magni e Marica Licco (nella foto). Due profili diversi, ma dalla comune ambizione: ottenere in Friuli più punti possibili in classifica curando l’aspetto del gioco, dell’identità di squadra e la crescita individuale.

Terzino sinistro. Arriva dall’Orobica Gloria Magni, lombarda di Capriate, 21 anni. Il suo percorso è iniziato con i ragazzi per poi approdare nelle giovanili del Mozzanica. Qui il primo successo: vittoria del campionato regionale con le Giovanissime. Poi il trasferimento nell’Orobica; qualche mese in Primavera e la soddisfazione di esordire in prima squadra in serie A. L’arrivo del Covid-19 ha visto la sua ex squadra scendere di categoria. Nella sua voce c’è la felicità per il trasferimento in Friuli: «A Tavagnacco mi hanno fortemente voluta, si tratta di una società dalla storia importante e dove sono passate molte calciatrici di livello. E’ una realtà dove potrò crescere». Magni funge da terzino sinistro e ha il vizio del gol, 6 reti per lei quest’anno in serie C. «Mi piace crossare e calciare in porta con il mio mancino. Preferisco giocare in una retroguardia a quattro, ma mi adatto anche in quella a tre con la speranza di alternare bene fase offensiva e difensiva. Devo migliorare nell’utilizzo del piede destro».

Centrocampista. Originaria di Genova, 22 anni, Marica Licco ha militato nel Genoa e nello Spezia. Nell’ultima stagione ha vestito la maglia del Lugano. In Svizzera per lei un’esperienza tosta e positiva. «Ora sono curiosa di scoprire il Friuli non solo dal punto di vista calcistico – le sue prime parole -. Chi ha vissuto, mi ha parlato benissimo di questa terra e anche su mister Recenti ho avuto riscontri positivi da calciatrici che hanno lavorato con lui». Centrocampista centrale, può ricoprire anche il ruolo di mezzala. Il piede preferito è il destro, abile nella visione del gioco, a prendere il pallone e a smistarlo. Marica è ben conscia degli aspetti del suo calcio da perfezionare. «Devo aumentare il dinamismo, liberarmi più in fretta della sfera. E’ fondamentale mantenere sempre la concentrazione, senza farsi condizionare da eventi negativi». Sarà a disposizione del tecnico a partire dal primo agosto. «Siamo un gruppo nuovo e molto giovane. Ci dovremo assemblare per lavorare bene, con la giusta mentalità».