Contenuto Principale
Battuto il Perugia 4 a 2, la Res chiude l’anno in bellezza PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 21 Dicembre 2013 21:44

Tags: RES ROMA

Nagni

Importantissima vittoria per la Res Roma che batte 4 a 2 il Perugia e chiude in bellezza un 2013 da incorniciare.


Alle tante assenze tra le fila giallorosse si aggiungono Vukcevic squalificata e Pittaccio. Melillo cambia modulo, s’ inventa una formazione inedita e manda in campo una squadra che non fa rimpiangere nessuno trascinata da capitan Nagni che ha preso per mano le compagne e le ha condotte alla vittoria.
Il 4-2-3-1 iniziale vede Pipitone tra i pali, Gambarotta, Valetto, Morra e Fracassi in difesa, Villani e Simonetti a sostegno delle tre di centrocampo Coluccini, Biasotto e Ciccotti e Nagni in attacco.
La partita è bella, divertente e ricca di emozioni sin da primi minuti con le giallorosse che gia al 4’ passano in vantaggio: azione solitaria di Nagni che lascia dietro di sè tre avversarie, mette al centro per Biasotto che tutta sola sigla il goal dell’1 a 0. Il Perugia non molla e prova a reagire con Pugnali e Fiorucci ma la retroguardia di casa è attenta e non corre rischi. Al 31’ capitan Nagni s’invola sulla sinistra e con un cucchiaio alla Totti batte Monsignori e firma il 2 a 0. Passano pochi minuti e le umbre accorciano le distanze direttamente su calcio di rigore realizzato da Fiorucci. Il finale del primo tempo regala ancora spettacolo con la Res che più volte si costruisce l’occasione del tre a zero evitato dal palo colpito da Nagni direttamente su punizione. Prima del duplice fischio, l’arbirtro espelle per proteste la numero 6 del Perugia.
Nella ripresa l’emozioni si susseguono, al 3’ e al 5’ Nagni chiude virtualmente il match mettendo a segno la sua personale tripletta prima con un pallonetto e poi con un driblling secco sul portiere. Al quarto d’ora il Perugia prova a riaccendere le speranze siglando il 2 a 0 con Monetini che di testa batte Pipitone. Nell’ultima mezz’ora succede tutto e non succede nulla, la subentrata Nicosia semina il panico nella difesa umbra con la sua velocità e freschezza, sono almeno tre le occasioni capitate sui suoi piedi ma la giallorossa non riesce a concludere a rete. Sul finale di gara il Perugia prova ancora a riportarsi in attacco con la solita Pugnali e Natalizi, qualche minuto prima dello scadere del tempo regolamentare è però Pipitone ad impedire il goal del 4 a 3 con un colpo di reni su tiro da fuori area.
A fine gara Mister Melillo dichiara: “Volevamo prendere questi tre punti per chiudere l’anno un pò più sereni, ci siamo riusciti e questo è motivo di soddisfazione. A tratti abbiamo giocato anche bene seppur non con continuità ma siamo soddisfatti perchè veniamo fuori da un periodo di difficoltà tra infortuni e squalifiche importanti. La squadra sta però dimostrando di essere competitiva in tutta la sua rosa e le ragazze stanno lavorando bene e con l’impegno giusto e quindi a prescindere dagli interpreti riusciamo ad avere sempre la nostra fisionomia di gioco. Nel girone di ritorno tenteremo di migliorarci, avendo fatto questo tipo di partite complicate possiamo contare su una forza mentale in più acquisita con il lavoro e la crescita dei signoli e del gruppo.”

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...