Contenuto Principale
SARZANESE – VALPOLCEVERA 2-5 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 17 Febbraio 2014 22:11

Tags: VALPOLCEVERA

SARZANESE – VALPOLCEVERA 2-5


RETI: 3’ Di Lupo, 23’ Bianchi, 29’ Canepa, 42’ 50’ e 73’ Tonelli, 75’ Pascotto

VALPOLCEVERA S.R.: Giacinto, Pedemonte, Robbiano, Mancuso, Piquet, Cetti (46’ Aloi), Massa, Canepa, Tonelli, Bianchi (73’ Romeo), Pinasco (67’ Guttuso). (12 Gadaleta, 14 Federico, 16 Abondi. All. Mastropierro).


Torna il sorriso in casa Valpo dopo la netta vittoria maturata nello scontro diretto di Sarzana. In settimana le premesse non erano state delle migliori, con alcune importanti giocatrici alle prese con acciacchi assortiti e febbre di stagione, ma soprattutto a causa del nuovo grave infortunio patito da Marta Basso nel corso dell’allenamento di Venerdi 14. Il ginocchio della sfortunata giocatrice ha fatto di nuovo crack appena un mese dopo il suo rientro nel gruppo e la nuova tegola ha pesato non poco sul morale di squadra e società oltre che naturalmente su quello della jellatissima Marta.
Contro le rossonere di Di Memmo, alla ricerca del primo successo stagionale e con una classifica sicuramente bugiarda in rapporto ad alcune prestazioni di valore (vedasi match con Molassana, Cuneo o Alessandria per citarne qualcuno), la Valpo si presenta con un inedito 3-5-2 per provare a sfruttare la superiorità numerica in mezzo al campo dove il trio di ex bogliaschine Massa – Mancuso – Bianchi (autentico colpo di scena il suo rientro in campo a distanza di 5 anni e 3 mesi da quel 9 novembre 2008 in cui a Fossano Alessandra giocò il suo ultimo match in serie B prima di infortunarsi al ginocchio) dovrà provare a far valere la sua esperienza per dare una scossa ad un reparto nevralgico sempre generoso e qualitativamente valido, ma privo di quella malizia che in un campionato come quello di serie B è componente fondamentale. La “scommessa” suscita mormorii e la prova del campo nel primo quarto d’ora sembra dar ragione agli scettici: la Sarzanese presenta infatti uno schieramento molto offensivo con due attaccanti larghissimi a supportare i due centrali e così, quando gli esterni biancoblu Pinasco e Cetti si fanno trovare sbilanciati, la difesa della Valpo va in inferiorità numerica e di conseguenza in pieno affanno. Dopo 3 minuti Di Lupo sfonda sulla destra e sola davanti a Giacinto la supera con un bel tocco: 1-0. La Valpo sbanda e non riesce a trovare il giusto assetto rischiando di capitolare ancora al 10’ quando solo la traversa salva Giacinto sulla violenta botta di capitan Alberti. Sembra un’altra giornata disastrosa per la squadra di Mastropierro , ma proprio nel momento in cui la nave sta affondando sono i marinai più esperti a raddrizzare la rotta: al 15’ Mancuso si improvvisa Alberto Tomba e slalomeggia tra un paio di avversari prima di essere sgambettata al limite dell’area. Mai un gol su punizione per le aquilotte in stagione nonostante i molti tentativi (e invece i calci da fermo sono episodi che decidono le partite in match equilibrati), ma questa volta sulla palla va Alessandra Bianchi: tre passi di rincorsa e sinistro liftato con traiettoria imprendibile per il portiere Iemma: 1-1 e da quel momento inizia davvero la partita della Valpo. Improvvisamente la squadra ritrova fiducia e anche equilibrio, Piquet è sempre puntuale nelle chiusure, Pedemonte e Robbiano tornano leonesse, gli esterni patiscono meno, Massa è geometrica e Mancuso, onnipresente e persino tecnica, sembra quella dei bei tempi. Bianchi ha inevitabilmente un raggio d’azione limitato, ma conquista falli e soprattutto dirige la squadra da dentro il campo. Tutta la squadra ne trae giovamento e anche le due “fuoriclasse” Canepa e Tonelli entrano nel match e fanno finalmente la differenza. Al 29’ Cetti per Tonelli, perfetto centro da destra di Lisa e splendida incornata di Giada per l’1-2. La palla gira nel modo giusto e al 42’ ecco il tris firmato Tonelli che su azione Bianchi – Canepa riceve palla in area e non dà scampo a Iemma. Nell’intervallo dentro un altro elemento di esperienza come Aloi al posto della babye Cetti, si passa a 4 dietro e la squadra appare ancora più equilibrata, ma più che altro ricomincia da dove aveva lasciato attaccando subito per chiudere ogni discorso. Dopo un minuto Mancuso colpisce la traversa e dopo due è Robbiano a sfiorare il gol con un’incornata da pochi passi. La quarta rete è nell’aria e arriva al 50’: perfetto assist di Canepa per Tonelli che realizza con freddezza. Esce Pinasco ed entra Guttuso, il match è ormai in discesa, la Valpo lo amministra e al 73’ colpisce ancora. Il taglio in verticale di Canepa è con il contagiri e vale da solo il prezzo del biglietto: Tonelli ringrazia e sola davanti al portiere è ancora una volta fredda e letale: 1-5. Per Lisa tripletta personale e peccato che il pallone sia della società Sarzanese e non possa portarselo a casa. Anche Bianchi lascia il campo rilevata da Romeo, ma proprio un minuto dopo un’incertezza difensiva favorisce il gol della reattiva Pancotto su cui Giacinto nulla può: 2-5 e per una decina di minuti la Sarzanese pressa con la forza della disperazione creando qualche preoccupazione alle ospiti che limitano comunque i danni ad una paio di calci d’angolo con mischie conseguenti peraltro senza esito. Nel finale le biancoblu sono brave a far girare la palla e tenere lontane le avversarie dall’area di rigore. Finisce 2-5 e finalmente si può tornare a festeggiare. Superfluo specificare che tutti quanti dedicano la vittoria alla sfortunata Marta Basso in un momento per lei sicuramente difficile.
Redazione Valpo.

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...