Contenuto Principale
Bella e convincente la Unendo Yamamay si impone 3-1 sull'Imoco Conegliano PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 08 Novembre 2015 22:00

Tags: Imoco Conegliano | Unendo Yamamay

IMG 0973 Medium

La squadra di Mencarelli da continuità dopo la vittoria di mercoledì contro la neopromossa Vicenza, con una bellissima prestazione, che vale il 3-1 sull’Imoco Conegliano. La Unendo Yamamay, sfrutta il fattore casaligo e allunga la striscia positiva contro le venete facendo salire a 10 le vittorie in 16 incontri totali.

Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni la squadra di Mencarelli mostra tutto il suo potenziale con una prestazione che incomincia a convincere anche contro un top team di prima fascia come quello guidato da Mazzanti. Se la vittoria in scioltezza con Vicenza era un segnale questa è una conferma, Hagglund e compagne dimostrano di aver fatto un altro passo avanti, soprattutto nei fondamentali di battuta e difesa, come per ammissione stessa di Mencarelli, reggendo l’impatto contro l’Imoco, team di grandissimi talenti e con molte ambizioni, ma ancora con qualche meccanismo da migliorare. Le venete faticano soprattutto a reggere nella fase muro-difesa (26% perfette di squadra) e pagano una Glass molto sottotono che fatica a gestire la regia. Le padrone di casa lavorano bene praticamente su tutto con Hagglund che gestisce bene la batteria di attaccanti e la coppia Lowe (26) –Yilmaz (18) risponde particolarmente bene chiudendo con 44 punti in due.                                                                                                                                                         

Teraflex con prevalenza stelle e strisce al PalaYamamay con 6 giocatrici americane presenti, tra le fila di coach Mazzanti due grandi ex Arrighetti e Ortolani. Le venete partono con Glass al palleggio in diagonale con Ortolani, al centro Adams e Arrighetti, in banda Easy e Robinson, libero De Gennaro. Mencarelli ripropone il sestetto classico con Hagglund in diagonale con Lowe, Fondriest-Pisani coppia centrale, Degradi con Yilmaz in banda, Poma libero. Busto deve rincorrere nelle prime battute poi trova il pareggio e prova a graffiare le “pantere” mettendosi davanti. La defezione di Arrighetti, problema al polpaccio, costringe Mazzanti al cambio con Barazza. La Unendo Yamamay si mette davanti e non lascia spazio alle ospiti che provano a rientrare, riuscendoci solo nel finale, dove si gioca ancora tutto punto a punto. Ad avere la meglio sono le padrone di casa, che la spuntano grazie alla doppietta di Lowe (25-22). Nella seconda Busto cala soprattutto in fase offensiva dove si registra solo 26% di squadra contro il 57% del precedente parziale. Continuo alternarsi di alti e bassi con la Unendo Yamamay, che prova due volte a scappare poi si fa recuperare. Conegliano accetta il botta e risposta e Lowe tiene a galla le “farfalle” fino a quando, nel finale, trovano il break decisivo per l’economia della frazione. La doppietta di Ortolani che chiude i conti (21-25). Terza frazione combattutissima fino alla ripresa dopo lo stop tecnico, quando Busto alza il ritmo e le venete vanno in tilt scivolando a meno cinque. Le ospiti non trovano più il pallino del gioco e Busto cammina sui resti di Conegliano senza mollare mai neanche un pallone al caso. Ci pensa la coppia Lowe – Yilmaz a chiudere il parziale (25-17). Ottima prova di Hagglund che svaria molto in attacco non offrendo riferimenti alla retroguardia giallo-blu. Quarto set a senso unico con Conegliano che subisce il colpo e crolla sotto gli attacchi di Lowe e compagne. L’handicap iniziale di quattro punti fa male alle venete che non riescono più a riemergere dalla fossa. La squadra di Mazzanti perde completamente la testa e crolla sotto i colpi della coppia Lowe – Yilmaz, davvero superlative. Parziale a senso unico che decide la partita, chiuso da una strepitosa Lowe, ancora una volta top scorer con 26 punti all’attivo.

IMG 0748 Medium

La Cronaca

Unendo Yamamay Busto Arsizio: 2 Degradi, 6 Fondriest, 7 Hagglund, 11 Lowe, 14 Yilmaz, 17 Pisani, 18 Poma (L). All. Mencarelli, 2° Musso.

Imoco Conegliano: 1 Glass, 6 Ortolani, 8 Adams, 9 Robinson, 11 Easy, 13 Arrighetti, 10 De Gennaro (L),. All. Mazzanti, 2° Bertocco.

Arbitri: Cipolla - Prati

Primo set, grande equilibrio in campo con le due squadre che si tengono a braccetto fino a quando le ospiti trovano il mini break sull’errore di Fondriest (3-5). Conegliano trascinata da una Robinson in grande spolvero prova a scappare sul più tre (6-9). Busto rincorre a testa bassa e trova l’equilibrio sfruttando l’errore sull’asse Glass-Adams (10-10). Le venete tagliano avanti il traguardo dello stop tecnico, ma alla ripresa le padrone di casa trovano il contro break con la coppia stelle e strisce Hagglund – Lowe (14-12). La Uyba mantiene il margine di sicurezza con il muro di Pisani sul missile di Robinson (18-15). Nel finale Mencarelli aggiunge qualità in seconda linea con Negretti al posto di Yilmaz, la mossa funziona ma l’errore sul servizio di Nicoletti rimette tutto in discussione (23-22). Ci pensa la doppietta di Lowe a scrivere la parola fine sul parziale (25-22).

Secondo set, Busto parte con il piede sull’acceleratore ma le ospiti si incollano immediatamente (2-2). Le “farfalle” trovano ancora il break ma le ospiti rispondono colpo su colpo riportando la situazione in parità (6-6). Il muro di Ortolani su Degradi regala il più due alle “pantere” (7-9). Lowe trova un angolo millimetrico di campo su alzata sporca di Poma e Busto torna avanti (12-11). Alla ripresa lungo botta e risposta che si protrae fin quando Ortolani trova un ace di fortuna colpendo Lowe che vale il più tre (16-19). Le ospiti provano a mantenere la distanza di sicurezza con la Yamamay costretta ad inseguire (19-22). Il lungo linea di Ortolani regala tre set ball alle compagne (21-24). Buona la prima con la numero 6 che chiude i conti (21-25).

Terzo set, le ospiti provano ad allungare nelle prime battute, ma l’errore di Easy rimette tutto in equilibrio (4-4). Ennesimo punto a punto con Busto che trova il ribaltamento di fronte con il muro a uno di Pisani che costringe Mazzanti ad interrompere il gioco (8-7). Al rientro in campo le padrone di casa alzano il muro e le lunghezze diventano due (11-9). Alla ripresa le “farfalle” mettono il piede sull’acceleratore scappando a più cinque sull’errore al palleggio di Glass (15-10). La Uyba prende il volo con l’errore di Glass che vale sette lunghezze di vantaggio (18-11). Nel finale le ospiti provano in qualche modo a rialzare la testa, ma c’è solo una squadra in campo che non molla un colpo andando a prendersi otto set ball con l’ace di Lowe (24-16). Buona la seconda con il diagonale di Yilmaz che vale il set (25-17).

Quarto set, Busto trascinata da Yilmaz e Lowe parte con il piede giusto e le “pantere” accusano il colpo dovendo inseguire a meno quattro (6-2). Mazzanti prova a cambiare le carte schierando Bechis in regia ma il risultato non cambia con l’errore di Easy che vale il doppiaggio (8-4). Le padrone di casa continuano a martellare con la doppietta di Lowe che vale più sei allo stop (12-6). Alla ripresa sono sempre le “farfalle” ad avere tra le mani le redini del gioco, il muro di Fondriest mantiene la distanza di sicurezza con Mazzanti costretto al time out (16-10). Le padrone di casa non lasciano neanche per un secondo il piede dall’acceleratore ci pensa la solita Lowe a trovare un angolo impossibile di campo regalando sette match ball (24-15). Buona la prima con la stessa numero 11 che mette fine alla gara (25-15).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Domenica 08 Novembre 2015 23:39
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...