Contenuto Principale
Atletica e Podismo


Un trofeo green per i podisti più giovani PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 24 Aprile 2013 10:11

Si è tenuta ieri sera la cerimonia dei Milano City Marathon Awards, durante la quale sono stati premiati staffettisti, Onlus e aziende che si sono distinti nell'edizione 2013 della SuisseGas Milano City Marathon.

 
Fit for fashion: il contest per Avon Running firmato Carla Gozzi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 24 Aprile 2013 09:59

Fit for Fashion è il concorso dedicato alle donne che amano essere in forma, ma non vogliono rinunciare alla femminilità, nemmeno durante la corsa. Ideato da Carla Gozzi – madrina della 16° edizione nel capoluogo lombardo della Corsa delle Donne – è riservato solo a chi prenderà parte alla manifestazione il 19 maggio a Milano.

 
SALARIS AL 2° SARDINIA TRAIL PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 23 Aprile 2013 21:36

Tags: Antonio Filippo Salaris

Salaria Antonio Filippo 1159

Confermata la presenza dell’atleta sardo Antonio Filippo Salaris al 2° Sardinia Trail. L’atleta sardo è molto compiaciuto per la sua seconda partecipazione al Sardinia Trail: per lui una nuova sfida che spera possa tramutare in una trionfante vittoria in terra sarda.

 
La terza via di Sara Simeoni PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 19 Aprile 2013 17:27

Sara Simeoni compie sessant’anni. Ma non è il solito compleanno con lo zero finale di un campione, da celebrare ricordando i suoi successi e la sua epoca facendo copia e incolla da Wikipedia (i cui testi sono spesso scritti meglio di un medio libro di sport in commercio). Sara Simeoni per l’Italia è stata molto di più di una campionessa, perché al di là dei risultati la sua importanza risiede nell’aver dato dignità allo sport femminile nel nostro paese. Non è stata la prima medaglia d’oro olimpica dell’Italia e nemmeno la prima nell’atletica (entrambe le le prime volte sono di Ondina Valla, a Berlino 1936 negli 80 metri ostacoli), ma è stata la prima in cui si è identificata una nazione che fino a quel momento aveva avuto solo eroi maschili: da Meazza a Coppi, da Nuvolari a Benvenuti, eccetera. Se il tifo per una Vezzali o una Pellegrini oggi ci sembra normale, così non era negli anni Settanta (del Novecento, non dell’Ottocento), quelli dell’emergere della saltatrice in alto veronese. Prima con il sesto posto a Monaco 1972, poi con l’argento di Montreal e la consacrazione di Mosca, chiudendo con un altro esaltante (viste le sue condizioni fisiche) argento a Los Angeles 1984. In mezzo il doppio 2,01 del 1978, rimasto record mondiale per 4 anni e in epoche recenti superato anche da Antonietta Di Martino (2,03) come record italiano, con Alessia Trost che promette di andare ancora più in alto. Oltre a sfide memorabili con Ulrike Meyfath, che insieme all’italiana fu la prima campionessa a usare la tecnica di salto Fosbury, e alla ventralista Rosemarie Ackermann. La Simeoni, così come il quasi coetaneo Pietro Mennea (i due si rispettavano e stimavano, ma avevano un approccio troppo nei confronti dell’atletica per amarsi) è stata capace di essere più grande del suo sport, coinvolgendo nell’attesa di molte sue gare anche quel pubblico trasversale a cui non importa niente dello sport ma che sa capire dove sono le emozioni. Una sorta di effetto Tomba, per fare un esempio più recente, quando davanti ai negozi di elettrodomestici in occasione delle gare si fermava gente che non aveva mai visto prima di quel momento una gara di sci e che dopo Tomba non ne avrebbe guardate più. Non sorprende che i dirigenti della Fidal di varie epoche, compresa quella attuale, e quelli del CONI, non siano stati capaci di utilizzare un personaggio e una persona positiva come la Simeoni, mai nemmeno sfiorata da uno schizzo di fango, per fare promozione all’atletica (lei la fa lo stesso, ma per iniziativa personale). Un modello femminile diverso dalla sciacquetta seguita solo per voyeurismo o dalla donna barbuta che ambisce ad essere un maschio di serie B, un modello davvero concorrenziale con quello degli uomini e forse proprio per questo fastidioso per qualcuno.

Twitter @StefanoOlivari

fonte: http://blog.guerinsportivo.it

 
Carla Gozzi nuovamente style coach di Avon Running Milano PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 17 Aprile 2013 10:27

La madrina di stile più famosa d'Italia, conduttrice di programmi glam di Real Time, si riconferma style coach per l'appuntamento di Avon Running Milano. Il 19 maggio in occasione della 16a edizione della Corsa delle Donne sarà in prima linea tra le partecipanti alla 5km a ritmo libero. Dal 24 aprile la Gozzi promuoverà il contest "Fit for fashion" sulla sua pagina Facebook

 
<< Inizio < Prec. 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 Succ. > Fine >>

Pagina 425 di 453

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...