Contenuto Principale
Varie


Festa del grano 2012 ad Arzeno d'Oneglia PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Mercoledì 18 Luglio 2012 14:12

Sabato 21 Luglio presso il Arzeno d'Oneglia, in Comune di Cesio (che si trova tra Cesio e Colle San Bartolomeo poco sotto la vecchia ex statale ) si svolge la 4° edizione della festa del grano, tale manifestazione , molto semplice ma sentita, vuole far rivivere le operazioni che si svolgevano 60- 80  anni con le macchine per la trebbiatura a mano, la sparazione del grano dalla pula, e la calibratura del grano, le macchine salvatesi dal tempo e dalla guerra, sono ancora originali e funzionanti.

Verranno poste in mostra anche altri attrezzature  agricole del tempo la manifestazione si svolgerà dalle ore 17.00

Giovanni Martini

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Luglio 2012 14:14
 
Confartigianato Liguria su Artigiancassa PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Mercoledì 18 Luglio 2012 13:20

«In un momento di grave sofferenza creditizia come quello attuale, è un segnale molto positivo avere la certezza delle agevolazioni a favore delle imprese artigiane attraverso Artigiancassa, importante polmone finanziario per le circa 47mila imprese del settore».
Questo il commento di Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria, a margine della presentazione di questa mattina in Regione dell’approvazione di 449 domande per agevolazioni, con 1,3 milioni di euro regionali.
«I finanziamenti – dice Costi – serviranno ad abbattere i tassi di interesse su prestiti e leasing che le imprese artigiane intendono accendere per fare investimenti a medio termine in acquisto di scorte, attrezzature o immobili. Le risorse stanziate dalla Regione dimostrano sensibilità nei confronti del settore artigiano che soffre di una sempre maggiore difficoltà nell'accesso al credito. Oltre la flessione dello stock totale di prestito del 2,4% nell'ultimo semestre del 2011, infatti, in Liguria, registriamo l’altissimo costo del denaro per le microimprese (9,87%) che colloca la nostra regione al terzo posto dopo Calabria e Campania. Gli interventi di Artigiancassa, mediante l’abbattimento del tasso d’interesse e con la misura che consente la possibilità di consolidare il debito da breve a medio termine, saranno sicuramente di aiuto per le imprese liguri in forte difficoltà a seguito della crisi economica».

 
Università degli Studi di Pavia PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Mercoledì 18 Luglio 2012 13:08

Prima posizione anche quest’anno per l’Universitù di Pavia: la grande guida di Repubblica premia Pavia e il suo campus con il podio più alto. Nella classifica CENSIS-La Repubblica, Pavia è prima tra i grandi Atenei (da 20.000 a 40.000 iscritti), davanti al Calabria, Parma, Cagliari e Genova. Un primo posto che premia in particolare i servizi agli studenti, le borse di studio, il campus e  le strutture, l’internazionalizzazione.

Anche le facoltà dell’ateneo pavese sono valutate davvero molto bene da Censis-Repubblica: al primo posto in Italia Farmacia, al terzo Lettere e Filosofia e Scienze Matematiche fisiche e naturali.

Il podio più alto per l’Università arriva a pochi giorni dalla pubblicazione della classifica de Il Sole 24 ore, che vede Pavia al quarto posto assoluto.  Nello storico Ateneo che ha da poco celebrato i 650 anni di fondazione ci si laurea in corso, si trova facilmente occupazione dopo la laurea, si studia e si vive in un campus che, grazie anche ai 16 collegi universitari, sa attrarre talenti da tutt’Italia e molti studenti stranieri.

Per orientare al meglio alla scelta, presentare i corsi di laurea e il campus, oggi e domanil’Università di Pavia organizza  due giorni di open day:

- il 18 luglio "Porte aperte" (dalle 9.30 alle 18), giornata dedicata ai corsi di laurea e all’offerta formativa di primo livello, tra cui il corso di Medicina e Chirurgia in lingua inglese;

- il 19 luglio, "Porte aperte + " (dalle 10 alle 17), giornata dedicata alle lauree magistrali, lauree in inglese, master, dottorati di ricerca, scuole di specializzazione e corsi di perfezionamento.

Due giorni nello storico palazzo centrale dell’Università - tra l’Aula del ‘400 e i cortili “Sforzesco” e “delle Magnolie” per ricevere informazioni su facoltà, corsi e sui programmi di orientamento,  dialogare con docenti e studenti, visitare laboratori, scoprire cos'è il programma Erasmus e visitare il campus con i suoi 16 collegi e con modernissime strutture sportive.

E per chi ha già una laurea, domani, per la prima volta, la giornata di  “Porte aperte + ", dedicata a chi è  interessato al II livello di studi, sempre più importante per qualificare la formazione, con un occhio attento alle esigenze del mercato del lavoro.

Si inseriscono qui i corsi di laurea magistrale in lingua inglese. Oltre a Medicina e Chirurgia (laurea a ciclo unico) – Pavia ha attivato cinque corsi di laurea magistrale in inglese: Molecular Biology and Genetics (Scienze), International Business and Economics (Economia) e i nuovi corsi in World Politics and International Relations (Scienze Politiche) e in Electronic Engineering e Computer Engineering (entrambi di Ingegneria).

I laureati e i laureandi avranno a loro disposizione esperti, Docenti, ricercatori e tutor, pronti a illustrare le caratteristiche e l’offerta del campus di Pavia e a fornire le informazioni necessarie per scegliere in modo consapevole il percorso di laurea magistrale, i dottorati di ricerca, le specializzazioni, i master.

In entrambi i giorni, nei cortili saranno allestiti gli Speaker’s Corner (sul modello del celebre Hyde Park di Londra), dove ciascuno potrà fermarsi a parlare davanti a un pubblico che non manca mai.

Il 18 luglio, in contemporanea con Pavia, appuntamento anche a Cremona, presso la sede di Musicologia.

Programma dettagliato e iscrizioni a Pavia e a Cremona sul sito del Centro orientamento Cor

 
PER NON DIMENTICARE A 20 ANNI DALLA STRAGE DI VIA D'AMELIO PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Mercoledì 18 Luglio 2012 11:21

via damelio

Per l’occasione saranno letti alcuni brani tratti dal libro

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

a cura di Antonella Mascali, con una prefazione di Roberto Scarpinato

edito da Chiarelettere


In questo libro gli interventi, le interviste, le parole di Giovanni Falcone (1939--1992) e Paolo Borsellino (1940--1992), due servitori dello Stato, a vent’anni dalla loro morte. Un omaggio doveroso e un necessario ritorno alle fonti, a ciò che veramente hanno detto e scritto, ora che stanno venendo alla luce quelle verità per le quali entrambi hanno sacrificato la vita.

“La realtà che abbiamo vissuto e sofferto con Giovanni e Paolo racconta che, diversamente da quanto si ripete nelle cerimonie ufficiali, il male di mafia non è affatto solo fuori di noi, è anche ‘tra noi’. Racconta che gli assassini e i loro complici non hanno solo i volti truci e crudeli di coloro che sulla scena dei delitti si sono sporcati le mani di sangue, ma anche i volti di tanti, di troppi sepolcri imbiancati. Un popolo di colletti bianchi che hanno frequentato le nostre stesse scuole e che affollano i migliori salotti: presidenti del Consiglio, ministri, parlamentari nazionali e regionali, presidenti della Regione siciliana, vertici dei servizi segreti e della polizia, alti magistrati, avvocati di grido dalle parcelle d’oro, personaggi apicali dell’economia e della finanza e molti altri. Tutte responsabilità penali certificate da sentenze definitive, costate lacrime e sangue, e tuttavia rimosse da una retorica pubblica e da un sistema dei media che, tranne poche eccezioni, illumina a viva luce solo la faccia del pianeta mafioso abitata dalla mafia popolare, quella del racket e degli stupefacenti, elevando una parte a simbolo del tutto.”

Dalla prefazione di Roberto Scarpinato

Giovanni Falcone (1939-1992), dopo il concorso in magistratura nel 1964, diventa pretore a Lentini, per trasferirsi subito come sostituto procuratore a Trapani. Dal 1978 fino al 1991 è giudice istruttore e procuratore aggiunto della Repubblica a Palermo. Durante questo periodo lavora nel pool antimafia di Antonino Caponnetto le cui indagini sfociano nel maxiprocesso a Cosa nostra (1986-1987). Il 21 giugno 1989, Falcone è oggetto di un attentato presso la villa al mare affittata per le vacanze (attentato dell’Addaura) su cui ancora oggi non è stata fatta piena luce. In seguito ai troppi veleni e alle opposizioni all’interno del Palazzo di giustizia di Palermo, ormai isolato, lascia la procura e nel 1991 viene nominato direttore generale degli Affari penali del ministero di Grazia e giustizia. Giovanni Falcone viene ucciso a Capaci il 23 maggio 1992, mentre dall’aeroporto di Punta Raisi stava andando a Palermo. Il tritolo piazzato lungo l’autostrada uccise anche la moglie, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro (capo scorta), Rocco Dicillo e Vito Schifani. L’autista di Falcone, Giuseppe Costanza, rimase ferito come altri agenti di scorta e passeggeri di altre macchine. Tra i suoi libri, oltre alle pubblicazioni giuridiche e ai numerosi articoli apparsi su varie riviste, da ricordare l’intervista di Marcelle Padovani in Cose di Cosa nostra (Bur-Rizzoli) e La posta in gioco. Interventi e proposte per la lotta alla mafia. Presentazione di Giuseppe D’Avanzo, prefazione di Maria Falcone (Bur-Rizzoli).

Paolo Borsellino (1940-1992) nel 1963 è il più giovane magistrato d’Italia. Pretore a Mazara del Vallo e poi a Monreale, nel 1975 viene trasferito a Palermo, dove entra nell’Ufficio istruzione affari penali sotto la guida di Rocco Chinnici, coordinatore del primo pool antimafia. Nel 1986 lascia Palermo e diventa procuratore della Repubblica di Marsala. Nel 1988, dopo la mancata nomina di Falcone a capo del pool (in seguito alle dimissioni di Caponnetto), denuncia l’arretramento della lotta alla mafia e per questo viene messo sotto inchiesta dal Csm. Nel 1991 torna a Palermo come procuratore aggiunto. Due mesi prima di essere ucciso, rilascia un’intervista a Canal Plus parlando dei legami tra la mafia e l’ambiente industriale milanese e del Nord Italia in generale, facendo riferimento anche a indagini su Vittorio Mangan e Marcello Dell’Utri. Paolo Borsellino viene ucciso 56 giorni dopo Giovanni Falcone, il 19 luglio 1992, in via D’Amelio, a Palermo, mentre si stava recando, come ogni domenica, dalla madre. Con lui muoiono Agostino Catalano (capo scorta), Walter Eddie Cosina, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina. Anche di Borsellino si ricordano i molti interventi e saggi apparsi su riviste. Costante il suo impegno nelle scuole. Oltre alle pubblicazioni giuridiche, suoi testi sono raccolti in Oltre il muro dell’omertà. Scritti su verità, giustizia e impegno civile, a cura di Giorgio Bongiovanni, presentazione di Manfredi Borsellino, prefazione di Antonio Ingroia (Bur-Rizzoli).

 
REFERENDUM ABOLIZIONE INDENNITA PARLAMENTARI PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo Tagliabue   
Mercoledì 18 Luglio 2012 08:00

Alzi la mano chi sapeva che presso i Comuni è possibile firmare per un Referendum abrogativo parziale sulla legge per le indennità parlamentari (Art. 2 L. 31/10/1965, n. 1261).

Ben pochi, credo.
Si tratta di un referendum, si, l'ennesimo referendum che però ha un fine più che nobile: il taglio degli stipendi della casta politica.
La raccolta firme si concluderà il 30 luglio 2012 (termine per la presentazione al Comitato promotore 31/07/2012).
 
Cosa occorre fare? Nulla di più semplice: recarsi presso il proprio Comune ed andare a firmare.
Provate però a domandarvi come mai questa notizia non è passata sui giornali.
 
Intanto, con qualsiasi mezzo, DIFFONDETE LA NOTIZA!!!!!
Voglio proprio vedere se anche stavolta la passano liscia.
E poi dopo fate un salto in Comune.
Ci vogliono 500.000 firme altrimenti avremo perso l'ennesima buona occasione per dare un duro colpo alla casta.

lettera firmata

 
<< Inizio < Prec. 11031 11032 11033 11034 11035 11036 11037 11038 11039 11040 Succ. > Fine >>

Pagina 11034 di 11322

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...