Contenuto Principale
Unet Yamamay bella e concreta nel secondo big match consecutivo. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 20 Novembre 2016 01:29

Tags: Pomì Casalmaggiore | Unet Yamamay

IMG 9152 Medium

La Unet Yamamay dopo la vittoria convincente di Bergamo nel secondo sabato sera consecutivo affonda anche la corazzata Pomì Casalmaggiore. Vittoria sofferta al quinto set, in più di due ore di gara,  che vale il primato in classifica proprio a braccetto con le ragazze di Caprara.

In un Palalyamamay che torna a farsi sentire con il pubblico che torna a sentire il cuore tinto di bianco rosso la squadra di Mencarelli, data per defunta nelle prime gare, mette in scena una prova di orgoglio e di rabbia che vale 2 punti. Ci sono ancora delle fasi di sbandamento da migliorare ma il muro fa male e il duo Martinez - Diouf quando ingrana diventa un arma devastante e incontenibile con 50 punti in due . Le ragazze di Caprara perdono il filo dopo il primo parziale e staccano la spina per due set non riuscendo più a trovare il modo di sbrogliare la matassa. Nel quarto c’è l’inversione di tendenza con la Pomì che ritrova il suo gioco e ritrova la sua stella Fabris offuscatasi dietro qualche nuvola. Le “pink lady” però nel quinto partono male e forzano senza risultato al servizio lasciando spazio a una Yamamay che non sbaglia. Crescita impressionante delle ragazze di Mencarelli con una difesa che fa registrare una positività che schizza dal 59% del primo all’81% del terzo.

Mencarelli dovendo fare i conti con l’assenza di Vasilantonaki ferma per un mese a causa della rottura del quinto metatarso del piede sinistro, sceglie al suo posto Fiorin per il resto conferma il sestetto classico. Caprara dall’altra parte della rete non se la passa tanto meglio con Tirozzi e Susic ko, la squadra campione d’Europa parte con Lloyd al palleggio in diagonale con il martello Fabris, al centro la coppia Stevanovic – Gibbemeyer, in banda Bosetti con la giovane Guerra con Sirressi libero. 4

Nel primo parziale Casalmaggiore trova il break in avvio e prende in mano le redini del set e non le lascia più. Busto fatica in fase offensiva con Diouf e Martinez che provano a fare qualcosa ma senza affondare come di consueto. Insolitamente Busto si svegli a un pochino nel finale ma ormai i giochi sono fatti e il martello Fabris non perdona (7 punti con 60%). Le ragazze di Caprara difendono senza lasciare spazi (75%). La seconda frazione si apre con le padrone di casa che cambiano volto e dopo breve botta e risposta schiacciano sull’acceleratore e trovano il break (4-0). Le ospiti non sono affatto perse perché dopo lo stop discrezionale è ancora battaglia con nuova parità. La reazione di Busto però non tarda ad arrivare e vale ancora il vantaggio. Pisane e compagne tentennano un po’ quando c’è da concretizzare e si torna a giocare un finale tutto da vivere punto a punto con Bosetti che scardina il muro e stampa a terra il pareggio (22-22). Poca lucidità in fase finale per le padrone di casa che si fanno recuperare ma alla fine riescono a trovare la parità con la solita Diouf che chiude i conti (25-23). Partenza disastrosa per la Pomì nel terzo che subisce subito il break 5-1. Le ospiti vanno a corrente alternata recuperando prima per mollare poi ancora. Casalmaggiore fatica a trovare soluzioni offensive nonostante doppio cambio in regia e la difesa paga Diouf prorompente che scava una fossa lunga otto lunghezze. Nel finale mancano ancora le idee alla Pomì che ormai ha compromesso i giochi e Busto non spreca i sette palloni che valgono il vantaggio grazie all’errore al servizio di Bosetti (25-18). Il quarto parziale si apre all’insegna dell’equilibrio rotto questa volta da Casalmaggiore che ritrovo sicurezza in attacco capitanato da Fabris (11 punti) e prova a gestire il parziale. Le padrone di casa fanno più fatica e falliscono qualcosa di troppo in fase realizzativa e questo costa caro. Fabris sale in cattedra e regala sei set ball per allungare il match con Bacchi che non sbaglia la seconda palla utile (19-25). Il quinto e ultimo parziale vede Busto partire avanti portandosi subito a più due ma Casalmaggiore rientra a dare battaglia. Dopo la spina si stacca in campo ospite dove Fabris e compagne sembrano alzare bandiera bianca arenandosi al punto numero 3. Quando il gap sale a sei e si gioca sui 15 punti c’è poco da fare. La resa è vicina e arriva quando Fabris spedisce totalmente out il servizio regalando sei palloni per chiudere e subito alla prima si chiudono i conti con Stevanovic che spedisce out (15-8).

La Cronaca :

Unet Yamamay Busto Arsizio: 2 Stufi, 3 Signorile, 6 Fiorin, 8 Martinez, 13 Diouf, 17 Pisani, 7 Witkowska (L). All. Mencarelli, 2° Musso.

Pomì Casalmaggiore: 1 Bacchi, 3 Lloyd, 8 Gibbemeyer, 9 Bosetti, 13 Fabris, 15 Stevanovic, 5 Sirressi (L). All. Caprara, 2° Bolzoni.

Arbitri: Zanussi - Zucca

Primo set, Casalmaggiore parte con il piede giusto trovando lo spunto iniziale e tiene il ritmo con Bosetti che in pallonetto firma il più tre (9-12). Al rientro in campo dopo lo stop Lloyd fa magie in regia e Gibbemeyer risponde presente firmando il più cinque (10-15). Martinez e Diouf provano a tenere la squadra sulle spalle ma Fabris trova l’ace che lancia le compagne a più sei ad un passo dal set (14-20). Nel finale Fabris continua a picchiare duro e nonostante un timido tentativo di rientro, ma Bosetti regala cinque set ball (19-24). Ci pensa la solita Fabris a mettere a terra un missile che chiude i conti (19-25).

Secondo set, botta e risposta in avvio che sembra risolversi in favore delle padrone di casa che trovano il mini break con la tripletta di Diouf (6-2). Caprara ferma il gioco e al rientro in campo le “pink lady” accorciano il gap con Gibbemeyer che fa meno due (7-5). Un ottima intesa sull’asse Lloyd-Stevanovic confeziona il pareggio (8-8). A rompere gli equilibri sono ancora le farfalle che sfruttano l’errore di Fabris per ristabilire il più quattro (12-8). La pomì prova subito a rientrare in gioco ma Busto alza il muro su Bosetti costringendo Caprara a fermare il gioco (16-12). Al rientro in campo le farfalle sbagliano poco nulla e Stufi quando Signorile gioca palla in mano spaglia poco (19-14). Nel finale cala un po’ la concentrazione di Pisani e compagne e le ospiti tornano incollate addosso con Stevanovic che non perdona (20-19). SI gioca tutto punto a punto l’errore della pomì regala due set ball alle padrone di casa (24-22). Buona la seconda con Diouf che chiude i conti (25-23).

Terzo set, avvio nel segno di Diouf che galvanizzata dal finale precedente non perdona e le ospiti vanno in crisi subendo in avvio il break (1-5). La pomì però si risveglia e torna a giocare portandosi a meno uno con Bacchi (5-4). Black out ancora per le ospiti che si inchiodano al 6 con Caprara che cambia la regia inserendo la giovanissima Peric al posto di Lloyd (10-6). Il cambio paga ed è meno due (11-9). Busto continua a martellare con Casalmaggiore che si inceppa in attacco (17-11). Diouf continua a penetrare e i gap diventa consistente sono otto le lunghezze che dividono le due squadre (21-14). Fiorin in diagonale regala sette set ball alle compagne (24-17). Buona la seconda con la palla spedita out da Bosetti al servizio che vale il set (25-18).

Quarto set, equilibrio nelle prime battute che si rompe questa volta in favore delle ragazze in rosa che vanno a più quattro con un ace millimetrico di Fabris (5-9). Le ospiti provano a gestire il gap con Fabris che torna ad incidere in attacco siglando il più cinque (9-14). Busto si innervosisce e sbaglia troppo in attacco l e lunghezze da recuperare salgono a sette (12-19). Le farfalle aggrappandosi alla solita Diouf provano a rifarsi sotto ma il pallonetto millimetrico di Fabris vale il 17-23. Ci pensa ancora Fabris a ingannare tutti e sorprendere la retroguardia bianco rossa con il pallone che vale sei set ball (18-24). Buona la seconda con Bacchi che non sbaglia e porta le compagne al tie break (19-25).

Tie break, Busto parte in quarta alzando il muro che vale 3-1. Diouf trova le mani di Fabris sul diagonale che vale il doppiaggio (6-3). Le ospiti aprono i ranghi e Diouf non se lo fa dire due volte fissando il più cinque all’inversione di campo (8-3). Fabris sbaglia in attacco e le farfalle aprono le ali verso la conquista della gara (11-4). Il timido tentativo di rientrare c’è ma i giochi sono fatti quando Fabris spedisce completamente out il servizio regalando alle padrone di casa sei pallone per chiudere i conti (8-14). Buona la prima con la palla spedita out da Stevanovic che mette fine alle ostilità ( 15-8).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Novembre 2016 16:06
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...