Contenuto Principale
Paola Saulino: attrice partenopea intelligente, sexy, provocante e un lato B da popstar!!! PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 21 Novembre 2016 20:54

Tags: Hollywood | Madonna | Maria Elena Boschi | Paola Saulino

3pao

Chi è Paola nella vita di tutti i giorni?

"Mangio, dormo, mangio ri-dormo ...se non ho nulla da fare non esco di casa... sono molto casalinga, mi sveglio tardissimo, mi piace stare da sola o da sola con un uomo, mi piace la dimensione della casa e del letto, della comodità. Leggo o sto al computer, se invece ho da realizzare qualcosa sono molto attiva e agisco per fare tutto al meglio, soprattutto se ci tengo a quel qualcosa o qualcuno per cui sto agendo"

Fai un riassunto delle tue esperienze lavorative

"Ho più esperienza nella vita che esperienze lavorative, e sono felice così, avrò tanto da dare in futuro... c'è un momento in cui si immagazzina esperienza e un altro in cui, finalmente, si dona ...soprattutto se vuoi fare l'artista, e comunque non vedo l'ora di fare, nel senso di agire. Ho imparato ad 'essere', ora vorrei mettere 'l'essenza' nell'azione"

Hai spaziato dal teatro alla tv, dal cinema alla modella, ma dove ti senti maggiormente realizzata?

"Esatto, ho spaziato tra queste diverse cose. Le foto mi divertono e mi eccitano tanto, mentre le piccole esperienze di cinema in America mi hanno certo fatto crescere, stare sul set, nella stanchezza del set, parlando un'altra lingua e avendo tutti intorno che non si curano se capisci o meno, non è facile, ma mi hanno resa più preparata, e ogni lotta è una vittoria, non si può dunque dire che posso essere realizzata, ci vuole tanta professionalità anche se si fanno ruoli secondari, le dinamiche del set sono spesso crude e non c'è tempo e modo per esprimersi come si vuole, per ora posso solo dire che mi sono divertita, non ho fatto ancora nulla; mentre a teatro ho avuto già più spazio, pur non avendo mai avuto il ruolo 'della mia realizzazione', per tanti anni sono andata in scena tutti gli anni, a volte per periodi lunghi con lo stesso spettacolo, e si impara tantissimo durante le repliche. Ho partecipato a spettacoli diversi, ho cominciato da piccola e, a Napoli, in quegli anni, il teatro era tutta la mia vita, gli spettacoli a cui ho partecipato sono sempre stati fantastici, mai banali, lontani dai cliché teatrali esteriori e finti, ho amato tanto quel periodo, e da allora, da quando ho lasciato Napoli, non ho mai più voluto fare teatro, ho avuto e ho altri obiettivi, ma ad oggi certamente è il teatro il luogo dove maggiormente mi sono sentita realizzata, se così si può dire, ma ripeto, ora si comincia"

8pao

Hai mai provato imbarazzo in scena? Ricordi una gaffe in particolare?

"Beh, imbarazzo è troppo. Un performer non deve imbarazzarsi. L'imbarazzo non esiste e se lontanamente arriva bisogna solo trovare il modo per reagire di conseguenza. Se dovessi dire però qualche momento più difficile, posso solo ricordare i 'vuoti di memoria', una volta mi capitò a teatro, ma ero cosciente del senso che dovevo dare con le mie battute e senza che nessuno se ne accorgesse andai avanti con disinvoltura, più difficile a volte è stato durante la classe, qualche volta non avevo abbastanza tempo per imparare le scene in inglese, e quando devi 'recuperare' in una lingua non tua è un attimo più difficile, ma tutto facilmente superabile"

Da piccola, sognavi di lavorare nel mondo dello spettacolo?

"Ti rispondo: sono ancora piccola! E sogno ancora! Addirittura, da bambina lo spettacolo ero io, vivevo dentro il mio sogno e il mio sogno era il mio grande show che facevo in modi diversi, ogni giorno, onestamente non so se mi sono svegliata ...non mi interessa. La mia vita è il mio grande show, e poi è tutto mio"

Il tuo sogno nel cassetto si è realizzato?

"Penso di averti già risposto. Comunque, credo che il sogno non si è ancora realizzato ovviamente e, a dirla tutta, si sono realizzate fino ad ora tantissime cose che non solo non sognavo, ma non immaginavo proprio ...io sono qua, pronta, si realizzeranno le cose più giuste per me"

Dalla Campania a Los Angeles, perché? Ma Los Angeles perché vuol dire Hollywood o altro? Solo per le offerte di lavoro o diventerà in futuro una scelta di vita?

"Perché ho sempre pensato all'America. Come sogno, e poi per ora mi ci trovo bene, voglio frequentare le classi all'Ivana Chubbuck studio ed è quello che ho fatto e faccio. Vivo nel quartiere di Hollywood perché a me piace così, ma altri preferiscono zone migliori di Los Angeles. Io sto bene qui, potrebbe essere una scelta di vita indipendentemente dal lavoro, ma del futuro non so nulla, mi farò travolgere ben volentieri"

Quante lingue parli?

"Tre. Italiano, inglese e napoletano"

6pao

Dall'altra parte degli States c'è la Florida, Miami. Un pensierino a quel tipo di vita mondana...?

"Adoro Miami, ma ci sono stata solo una volta e per pochissimo tempo. Ad ora preferisco LA. Torno a gennaio a Miami, per qualche bella festa e anche perché un mio corto partecipa a un festival lí. Adoro comunque quel tipo di party, ma credo dovrò tornarci verso maggio, quello è il periodo migliore"

In Italia torni spesso? Con che frequenza? Per lavoro o altro?

"Gli italiani non mi piacciono troppo, ma è una generalizzazione che può far acqua da tutte le parti, me ne rendo conto, questo per dire che non torno ben volentieri in Italia attualmente, forse è solo un mio momento ...Diciamo che non mi manca troppo, sono rientrata due volte, una per questioni di visto e un'altra per lavoro"

I momenti più importanti della tua vita?

"Sarò banale, ma la mia laurea. Per essere precisi la mia prima laurea (ne ho due, ho anche una LM). Quel periodo mi ha cambiato totalmente la vita, sia per questioni personali sia emotive, e il percorso della mia tesi ha accompagnato questo mio profondissimo 'switch'. L'artista che ho portato in seduta di laurea, inoltre, mi ha molto ispirata ...diciamo che studiando lui, ho visto quell'apertura che io avevo, ma forse non avevo mai utilizzato. Lui si chiama Matthew Barney e ha rappresentato quel periodo della mia vita così duro e così fottutamente utile in termini umani. Tutto si è concluso con lode e complimenti per lo stile, ma ciò che ho cominciato in quel periodo ha determinato ciò che sto diventando ancora ora, ed è qualcosa di meraviglioso"

Da chi vorresti ricevere una proposta di lavoro?

"Da chi mi vuole veramente. Da qualcuno a cui piaccio. E farò ogni cosa per non deludere. Ogni".

Calendari?

"Sarebbe un sogno!!!"

Cosa pensi di programmi tv come Veline o miss Italia e delle veline e delle miss in generale?

"Le veline e le miss sono bellissime. Se i programmi esistono significa che piacciono e sono seguiti, sono ciò che la gente vuole. È il pubblico a decidere, ed è giusto così. Questo penso".

Nella tv italiana dove pensi possano spiccare le tue doti?

"Certa TV italiana la preferisco decisamente ad alcune fiction ... mi piace il trash, il mio contenitore perfetto sarebbe un Chiambretti show. O comunque cose di quel tipo, frivole, paiettate, per certi versi più veri di programmi più sobri ...sarebbero belli anche talent e reality, cose che mettono in mostra la vera personalità, sarebbe bello lavorare essendo se stessi, se si ha qualcosa da fare/dire ovviamente"

La bellezza quanto conta in una donna?

"Tanto. Ma conta anche essere sexy, e sexy è dappertutto, nel movimento, nella voce, nel pensiero, nei difetti..."

1pao

Le tue misure?

"Non le so in questo momento. Ma il numero più alto di centimetri si trova alla circonferenza del lato B... (e ride...)"

Pregi e difetti del tuo carattere?

"La mia indipendenza, che è la mia forza, implica la mia solitudine, che è la mia debolezza"

Cosa cambieresti del tuo fisico? E il tuo lato migliore?

"Il mio lato migliore è come per tutti, il tre quarti... del mio fisico non cambierei nulla, tanto 'è il mio corpo che cambia, nella forma e nel colore, è in trasformazione', a volte è una strana sensazione tipo un treno che mi passa dentro senza stazione..."

Romantica e sognatrice, oppure cacciatrice e leonessa?

"Nulla della vita mi è estraneo. Sono ogni cosa. Tutto. A volte anche nello stesso arco temporale. Dipende solo dal momento o dalla persona con cui interagisci. Dipende da quello che vuoi esprimere a quella persona o a quel gruppo di persone, e cosa vuoi ottenere da loro, se vuoi ottenere qualcosa (ma solitamente non agisco senza obiettivi). Diciamo che sono cemento di cristallo ..."

Sei una ragazza da jeans, maglietta e scarpe da tennis oppure minigonna, top e tacchi a spillo?

"Solitamente sono elegante, porto spesso le gonne (non per forza mini mini), amo le giacche, sono quasi sempre sui tacchi, non proprio per forza a spillo, ma tacchi tacchi! Diciamo che se non vivi con me (o siamo abbastanza amici) è difficile vedermi in tuta o particolarmente sportiva. È più facile che sono senza trucco, ma vestita elegante, che sportiva, ma trucco/parruccata".

Come deve essere tuo uomo ideale? Muscoli e testa, o guardi altro?

"L'uomo ideale deve saper fare l'amore. L'uomo ideale ti deve prima far godere, poi se ti fa ridere è meglio. Un fisico innervato può far piacere e come, ma se ti sco.. bene ed è un buon compagno per mangiare e bere, far festa e allo stesso tempo un buon partner per ridere, sdrammatizzare e stare davanti alla TV, quell'uomo è un uomo che ha testa. Una dimensione rispettosa lì sotto fa piacere..., eh, e molto, s'intende"

La prima cosa che guardi in un uomo?

"I suoi amici. Se guardi gli amici del ragazzo che ti piace, puoi capire chi è lui davvero (almeno in quel momento della sua vita)!!!! Basta guardare i suoi amici per capire in un attimo se è simpatico, se è un uomo degno di stima o rispetto, e capisci immediatamente anche in quale range economico si trova! O forse sono solo un po' trasgressiva e mi piace guardare gli amici di un uomo che mi interessa giusto perché sono attratta da un'eventuale collettività amorosa ...ok dai per farla breve la prima cosa che guardo in uomo è il suo fonodoschiena. Adoro gli uomini con un bel lato B!

Cosa significa per te amare una persona?

"Significa tipo che tu hai progettato di vivere in America, ma conosci uno che ha appena scelto di vivere in Italia (o un altro posto) e l'idea di sconvolgere i tuoi fottuti piani non te ne frega niente perché ciò che in quel momento ti interessa è stare bene, e stare bene passa per una via sola: quella persona! Questo è amore! Ma è una faccenda egoista, significa stare bene. A livello altruistico, credo possa significare rispettare il lavoro del proprio compagno, qualunque esso sia, con tutte le conseguenze belle o brutte che ne derivano. Sono cose molto rare eh!!"

2pao

Hobby e tempo libero, cosa fai?

"Ho tanto tempo libero, vivo la vita molto in tempo libero, tipo che il tempo libero a volte è tanto proprio, e non mi dispiace affatto. Quindi il mio hobby è vivere la mia giornata. Se dovessi dire due cose che mi piacciono e che vorrei coltivare di più, sono la magia e cantare"

Parlami della tua giornata tipo, dalla sveglia al calare della notte?

"Dipende dove mi trovo, a Los Angeles mi alzo, chiamo uber vado a fare una colazione, vado un po' in piscina, oppure mi allungo al mare, a Venice o a Malibu, ci resto tutta la giornata, torno (se torno) o ceno fuori o barbecue a casa (mia o di amici). Quando ho la classe, ci vado, e alla fine solitamente ci si trattiene con i colleghi, si mangia si beve. Durante il pomeriggio a volte devo fare le prove, e la sera o esco o sono ospite da qualcuno, o vado a lavoro se mi va (mi esibisco in dei clubs). In Italia quasi nulla, pigiama tutta la giornata, pulisco casa, doccia, scendo vado dal parrucchiere, mi organizzo le mie giornate tra una ceretta, una manicure, un libro, un po' di musica, e la sera se c'è qualcosa di carino da fare esco volentieri (mangiare, bere, spettacoli o club), altrimenti non esco. In linea di massima mi sveglio molto molto tardi e anche se non esco vado a dormire tardissimo. Poi dipende da tante cose, se sono con un ragazzo in quel periodo, sto con lui, con le sue abitudini... cioè io non ho la giornata 'tipo', non ho nulla di tipico, inteso come usuale. Cambio. Sempre. Dentro e Fuori, ma soprattutto nel pensiero, mi evolvo. Non potrei essere abitudinaria".

Vivi molto sui social, il tuo rapporto con loro, pro e contro?

"Mi divertono molto. Sono una mia parte della giornata ora, e mi piace così. Sono una sorta di casa, di showcase, rappresentano una parte di me, ora. Tutti pro, dei contro me ne sbatto, le persone ti massacrano anche dal vivo, io sono molto abituata. Quindi più nemici, tanto onore, nell'eventualità...comunque ho moltissimi sostenitori. E come dico sempre, chi non sa creare, cerca di distruggere. Fuck them!"

E con i paparazzi?

"Beh, qualche volta sono usciti degli articoli che ero uscita o avevo passato la serata con qualcuno, ma perché loro erano conosciuti, neanche per me...con tanto di foto ... solitamente mi va bene, non mi interessa, ma una volta chiamai un giornalista per togliere il nome dall'articolo, perché mi dava noia quello che c'era scritto, soprattutto per l'altra persona implicata"

Come ti tieni in forma? Palestra o altro? Diete?

"Purtroppo, non faccio proprio nulla, no dieta no palestra, sono un po' pigra ... per ora ok sono stata anche fortunata, ma sto valutando che devo proprio cominciare a fare qualcosa, magari uno yoga pensavo, e un po' di alimentazione sana, senza dieta, giusto per mangiare pulito. Vorrei riuscirci. Anzi ci riuscirò!"

Al ristorante cosa prediligi?

"Tanto buon vino (mi piace il bianco). Antipasto. Primo. Secondo. Contorno. Dolce caffè e amaro! Mi piace tutto, ma se devo decidere, adoro il pesce!"

Piatto preferito?

"Il dopocena!! (Ride) dai, Pasta. Con sughi di Pesce"

Dolce preferito?

"Babà! Tiramisù e Cannoli!"

4pao

Meglio cena a due o in compagnia?

"Dipende dalla compagnia. A volte è bello stare con tante persone. Ma forse preferisco a due, poche parole tanta complicità, buon vino buon cibo, buon dopocena .... (anche se non preferisco a stomaco pieno)... ride

Apriamo l'armadio, quanti vestiti hai e di che genere?

"Attualmente non ci capisco nulla. Ho almeno tre armadi e vestiti sparpagliati. E spesso molti vestiti sono stati per mesi in valigia vicino all'armadio. Quindi è un po' semplicistico per me, ora, dire 'apriamo l'armadio' ...quale armadio?? Oltre al fatto che sono disordinata (molto) ...quindi diciamo dipende dove sono, quale armadio apro. Se penso a Napoli ho una costumiera, non un armadio, a Los Angeles ho solo vestitini tacchi e qualche jeans, avevo qualcosa pure a casa del mio fidanzato, mentre a casa mia a Roma c'è un po' di tutto. Per fare un sunto, pochi pantaloni, qualche camicia o magliettina più comode, molte gonne, molti vestiti, soprattutto neri, soprattutto di inverno in Italia, per lo più corti o tubini, qualcuno lungo, giacche e cappotti, a seconda delle stagioni ... tanta roba, a volte troppa..."

Colore preferito?

"Rosa! E anche nero".

E scarpe quante ne hai?

"Tante, e tutte sparpagliate, ne ho alcune bellissime che stanno in Italia per esempio, e a volte le vorrei con me a Los Angeles, che sarebbero perfette con qualcosa che ho comprato... stanno un po' ovunque e per questo mi tocca sempre comprarne delle nuove, e ciò non mi dispiace a dirla tutta ... poche scarpe basse, ma quasi tutti tacchi, stivali, tronchetti, tacchi a spillo e tacchi più larghi, moltissimi sandali, li adoro, anche perché ho dei piedi, mi dicono, bellissimi ..."

Hai dei tatuaggi? Se si, cosa rappresentano?

"Non ne ho. Per ora. Non mi piacciono su di me, per ora. Ma in generale, se sono belli, li apprezzo molto".

L'intimo preferito? E colore?

"Solitamente perizoma e reggiseno. Ma molto spesso gioco con body, meglio se ricamati, autoreggenti, e calze e reggicalze. Amo soprattutto il nero. Quando serve, il bianco o il panna. È facile che posso avere qualcosa di rosso, meglio se seta".

Ti piace viaggiare?

"Amo viaggiare, cioè mi piace conoscere posti nuovi, con relative abitudini e culture, ma vorrei avere il teletrasporto.... a volte mi rompo così tanto di progettare il viaggio, fare la valigia, volare, sistemare le cose ...a volte ho rinunciato a viaggiare per pigrizia ..., ma pur non avendo viaggiato moltissimo non posso lamentarmi, qualcosa ho visto ... prossime mete le faccio in Europa, ho un po' di amici in giro da andare a trovare, 3 città che vorrei visitare a breve sono Praga, Tel Aviv, e Barcellona".

Un posto romantico dove tornare?

"Nel letto di chi mi ha saputo amare bene ..."

7pao

La cosa più pazza che hai fatto, per amore e per lavoro?

"In amore la cosa più pazza in assoluto che si può fare è esprimersi, dichiararsi, questa è davvero pura follia, non altro. Io l'ho fatto, perché mi innamorai. Sul lavoro la cosa più pazza che ho fatto è rinchiudermi a teatro per mesi interi, vivendo solo quella dimensione, e parlare e provare solo con i tuoi colleghi, a volte chi fa teatro può rischiare questo tipo di follia, è un'automatica chiusura che si può verificare molto facilmente... a dire il vero non è poi così brutta, ti allontani solo un po' dal mondo esterno; un giorno vorrò ripetere questo tipo di esperienza del tutto straordinaria, nel senso proprio di 'fuori dalle cose ordinarie'."

Il rapporto con la tua terra, la Campania?

"Mah, io Napoli la amo follemente, sono napoletana io nel mondo, ma poi la odio pure allo stesso modo, me ne sono andata con tutta la rabbia che avevo, con la promessa di non tornarci più, e ancora ora faccio fatica a tornarci ... mi sento attualmente non serena a Napoli, non sono felice di vivere la città e mi sento pure aggredita in qualche modo, c'è qualcosa di irruento nella gente che mi infastidisce, che mi 'violenta'..., ma è pur vero che non si può odiare così tanto una cosa se non la si ama allo stesso modo ... diciamo che per ora preferisco non vivere assolutamente a Napoli, anche perché da lontano amo meglio la mia città ... inoltre credo che se non sei napoletano davvero realmente non puoi capire così significa esserlo, è una cosa fantastica, ha tante sfumature e molte, forse troppe contraddizioni... non è facile, o almeno per me non lo è stato, ma le cose non facili sono pure quelle più dannate, quelle più belle... non sarei potuta essere altro che napoletana io, e se non lo fossi stata, avrei desiderato di esserlo ... se non fossi stata napoletana, avrei potuto anche invidiare chi lo era ... credo seriamente, che a volte i napoletani hanno una marcia in più ... (non sono così regionale, non interpretate le mie parole come chiusura, anzi, mi sento figlia di questo mondo e anche di più, vivo dall'altra parte della terra ..., ma il cuore non mente, e ciò che ho detto lo penso davvero)"

La somiglianza con Maria Elena Boschi, un onore o solo oneri?

"Non è un onore né un onere. Lei è una bella donna, assomigliare a una bella donna è un complimento molto felice per me. Ma io sono io, e mi sento un capolavoro, se questa somiglianza per puro caso può darmi 'una mano' allora anche va bene ... per il resto non è una competizione, io ho solo tanto da imparare dalle donne più adulte di me in carriera, le donne sono meravigliose, sempre!"

Per finire non poteva mancare la domanda sull'aiutino che daresti a Madonna...anzi per il referendum italiano. Direi un gran successo...Un clamore ben diverso da quello di Madonna. Perché in Italia siamo così diversi dagli States come mentalità?

"Mah, io uno stato ho pubblicato, come qualsiasi ragazza che usa FB può fare. I media hanno pubblicato, ripubblicato e condiviso le mie parole ad oltranza, è diventato un po' virale, e va bene così ... penso ciò che ho scritto... mi sono molto divertita a fare tante interviste e tante dirette per questa faccenda del sesso orale. Che poi, sempre viva il sesso orale (ride)!! Credo vivamente che soprattutto in Italia siano decisamente sopravvalutate un po' di cose, tra cui lato B e sesso orale. Forse in America sono più facili da ottenere senza tante storie ...comunque, la libertà sessuale non la fa il posto, ma le persone, ricordiamolo !!!!!"

E negli States che reazione c'è stata? Ma se Madonna ti chiamasse...

"Negli States non mi hanno neanche presa in considerazione ovviamente, non sono così famosa, amici e conoscenti hanno pubblicizzato le mie intenzioni, anche sui social, ma ovviamente non posso avere avuto un riscontro mediatico a Los Angeles, credo ad ogni modo che l'importanza che hanno dato alla dichiarazione di Madonna in America è stata minore della risonanza che ho avuto io in Italia. È chiaro che Madonna è una star, quindi non è la prima stupidata che dice, lì ogni star spara roba simile, e comunque ciò che dicono loro arriva poi in tutto il mondo ovviamente... io mi sento una star, non sto scherzando, è una condizione dell'anima, e nessuno può togliermela, nulla chiedo e nulla credo di essere, ma ciò che io mi sento, in maniera naturale, non posso che rispettarlo ... da ragazzina soprattutto, in tantissimi dicevano che le somigliavo, soprattutto quando ero molto bionda, qualcuno mi chiama a distanza di anni ancora 'miss Ciccone'. Lei è una delle star che mi ispirano, la adoro! Che poi dico sempre 'io da grande voglio fare la pop star' ho tutto delle pop star, una certa 'stranezza' nel carattere che mi riconoscono gli altri, sono abbastanza piccola (tutte le pop star non sono mai molto grosse o alte, si pensi Madonna, Miley Cyrus, Kylie Minogue, lo stesso Micheal Jackson...) ho il lato B delle pop star donne più rispettate (il gigante JLO, e la mia preferita Beyoncé), ma soprattutto sono stonata, come ogni pop star che si rispetti (Britney, la stessa Madonna, Robbie Williams ... ci potrebbe essere una lunga lista di super fortunati) insomma non mi manca proprio nulla... se Madonna mi chiamasse sarebbe un sogno, che sarei assolutamente in grado di sapere vivere. La adoro, e le piacerei. Potrei imparare così tante cose da una donna come lei che se solo lo penso, mi eccito ..."

5pao

Ma cosa farai da grande?

"Ecco. La pop star, ti ho detto (ride). Farò Paola, farò me stessa, e la cosa più bella che mi potesse capitare, essere chi sono io. E non devo fare null'altro, se non migliorarmi giorno per giorno, ma non devo aggiungere nulla, la mia fortuna (anche economica) sarà fare me stessa! Sarà bellissimo, soprattutto perché è ciò che sono per forza destinata a fare ..."

Il futuro immediato cosa riserva?

"Il cinema"

C'è qualcuno che vuoi ringraziare?

"Me stessa".

Manda un saluto e un bacio a tutti i lettori di sevenpress.com

"Cià 'sevenprè' è stat nu piacer e' Pazz!!!"

 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...