Contenuto Principale
Servono cinque set all'Imoco Conegliano per superare la prova Unet Yamamay. PDF Stampa E-mail
Scritto da Roberto   
Domenica 12 Marzo 2017 21:28

Tags: Imoco Conegliano | Unet Yamamay

IMG 3734 Medium

Unet Yamamay che strappa un punto importante nella sfida stellare contro, la prima della classe, le pantere prendi tutto dell' Imoco Conegliano, neo vincitrici della Coppa Italia e dominatrici del campionato. Busto rimane lì incollata ad un solo punto da Modena, al sesto posto, dopo la vittoria nell’anticipo con Firenze.

Servono cinque set per decidere il big match in scena al PalaYamamay, che si conclude con la vittoria per 3-2 delle ragazze di Conegliano. Due punti che confermano solo il primato in classifica delle “pantere”, ma l'altra faccia della medaglia dice di  un punto importante, anzi  importantissimo, per le ragazze di Mencarelli per non farsi scappare il sesto posto. Le ragazze di Mazzanti, nonostante l’incredibile potenziale, arrivano con le batterie un po’ scariche dopo le fatiche di coppa e si vede nel primo e quarto set dove cedono un po’ facilmente al gioco di Busto. Buona la reazione nel secondo e nel terzo dove messo a segno il break sanno amministrare con puntualità e sicurezza. Decisiva la scelta di Mazzanti con Barazza in campo al posto di Folie decisamente in difficoltà, stratosferica invece la prova dell’ altra centrale De Kruijf che chiude la gara con 20 punti, miglior realizzatrice di squadra. Le ragazze di Mencarelli non si fanno strapazzare dalla capolista e mostrano una buona organizzazione di gioco e grande voglia di non arrendersi mai l’emblema di tutto ciò è il lunghissimo punto in favore delle bianco rosse con Spirto che salva in semi rovesciata calcistica una palla che sembra ormai persa. Insomma una buona gara che rivela, seppur contro un team non nel suo momento migliore, la possibilità di dare fastidio anche alle grandi, certo bisogna ancora crescere e migliorare riducendo le fasi black out. Ora due gare dalla fine del campionato da affrontare al meglio partita dopo partita, prima con Monza poi con Novara nell’ultima uscita casalinga.

Mencarelli con Pisani ancora out per i dolori alla schiena scioglie il ballottaggio per il ruolo di libero preferendo Spirto, per il resto avvio con doppio libero con Negretti in campo, Stufi al centro, Signorile in diagonale con Diouf, Fiorin in banda. Mazzanti, neo allenatore azzurro, nonostante l’assenza di Bricio si oppone con Skorupa al palleggio in diagonale con Fawcett, Ortolani – Robinson in banda, De Kruijf e Folie al centro con De Gennaro libero. Nel primo parziale Busto riesce per prima a rompere l’equilibro e condurre per tutto il parziale. La padrone di casa mostrano una buona organizzazione di attacco e difesa capace di arginare l’enorme potenziale offensivo delle “pantere” . Le venete vanno in tilt e non riescono a trovare la quadratura scivolando a sei lunghezze con Fiorin che nel suo unico parziale di grazia si vendica della sua ex squadra. Il cambio in regia ripaga Mazzanti con la sua squadra che torna a girare soprattutto nelle battute finali, dove annulla tre set ball cedendo solo alla quarta. Conegliano con poche idee nella prima frazione e squadra abbastanza scarica rispetto a quella vista trionfare in coppa Italia. Nella seconda frazione, grande equilibrio con le due squadre che ingaggiano un botta e risposta senza fine per oltre metà set. Conegliano riesce a trovare il mini break sull’errore di Fiorin e mette il piede sull’acceleratore con De Kruijf e Fawcett che non perdonano siglando il più quattro. Nel finale non c’è spazio per rimettere in discussione e la coppia Ortolani – Fawcett mette la parola fine al parziale riportando tutto in parità (20-25). Le “pantere” capitalizzano al meglio il break ottenendo il massimo e riportandosi in parità, nonostante qualche fatica iniziale. Crescita assoluta in fase offensiva per le giallo blu che si riassestano su percentuali che gli competono (da 36% a 55%). Ortolani super con 4 punti e 80% di efficienza. Il terzo parziale è una fotocopia dei precedenti con Busto che per due volte prova a scappare ma si fa sempre recuperare allo stesso modo. E’ Conegliano, poi, a trovare il la con il turno di sevizio di Fawcett che regala tre lunghezze di vantaggio. Quando le ospiti sembrano aver trovato lo spunto giusto per prendere il largo ecco che Busto risorge rimettendo tutto in discussione. Sono ancora le “pantere”, però, a trovare lo spunto per riportarsi in vantaggio e condurre nelle battute finali. Mencarelli prova a cambiare le carte con Moneta e Vasilantonaki, ma serve a poco, perché le giallo blu si prendono quattro set ball e capitalizzano alla prima occasione con Ortolani. Quarta frazione, le padrone di casa provano a invertire la rotta subito nelle prime battute trovando il break che vale il più tre. Sembra andare tutto bene fino a quando Diouf si inceppa e le bianco rosse non trovano soluzioni gettando al vento il gap e invertendo la rotta. Si gioca ancora il punto a punto che si interrompe ancora sul break di Busto che dura poco però perché l’Imoco si riporta subito sotto. Diouf è incontenibile e le bianco rosse vanno a più quattro. Si gioca tutto sul filo del rasoio e ad avere la meglio è la Uyba che capitalizza la prima occasione utile con il muro di Berti su De Kruijf. Busto senza forze in avvio del tie break cade sotto i colpi di Conegliano che alza la saracinesca prima su Fiorin e poi su Diouf scappando a più cinque . Le venete tengono alto il ritmo e vanno a prendersi, senza difficoltà, sei match ball con il muro di Fawcett e chiudono la partita alla seconda occasione con l’errore al servizio di Vasilantonaki.

La Cronaca :

Unet Yamamay Busto Arsizio : 2 Stufi, 3 Signorile, 6 Fiorin, 8 Martinez, 13 Diouf, 16 Negretti, 5 Spirtio (L). All. Mencarelli, 2° Musso.

Imoco Conegliano : 1 Ortolani, 3 Robinson, 7 Folie, 8 Skorupa, 14 Fawcett, 15 De Kruijf, 10 De Gennaro (L). All. Mazzanti, 2° Santarelli

Arbitri : Bruno - Ubaldo

Primo set, prime battute all’insegna dell’equilibrio con le padrone di casa che per prime provano a fare il mini break sull’errore di Fawcett (5-3). Ortolani e Fawcett si danno fastidio in seconda linea e Busto trova il più tre (8-5). Le “farfalle” sono ben organizzate e tengono il ritmo costringendo Mazzanti allo stop (11-7). Le venete non carburano e Fiorin sigla il più sei (15-9). Mazzanti con la sua squadra sotto di sette prova il cambio in regia con Malinov ma le lunghezze restano sette sull’errore al servizio di De Kruijf (19-12). Nel finale le ospiti provano a rialzare la testa accorciando a meno cinque (22-17). Ci pensa Diouf a regalare cinque set ball alle compagne (24-19). Chiude i conti alla quarta occasione utile Martinez (25-22).

Secondo set, Busto sulle ali dell’entusiasmo prova a partire forte ma le venete rispondono subito presente (4-4). Le ospiti trovano il mi break ma sprecano tutto e si torna all’equilibrio (9-9). Botta e risposta continuo che si interrompe solo con il mini break in favore delle venete che approfittano dell’errore di Fiorin per andare a più due (16-18). Busto rimane lì sempre a farsi vedere negli specchietti retrovisori, ma De Kruijf chiude a rete la palla vagante del più tre (19-22). Ci pensa Ortolani a regalare quattro set ball alle compagne per il pareggio (20-24). Buona la prima con Fawcett che chiude in conti (20-25).

Terzo set, inizio fotocopia con Busto che per due volte trova il mini break ma per due volte si fa riprendere allo stesso modo (4-4). Break per le venete che vanno a più tre con il muro di Ortolani su Stufi (5-8). Conegliano mette il piede sull’acceleratore e scappa a più quattro con Fawcett (9-13). Busto rimane in scia e ritrova l’equilibrio con la solita Diouf (14-14). Imoco reagisce subito e si riporta avanti sull’erroraccio di Martinez (15-18). Nel finale le padrone di casa, con quattro lunghezze da recuperare, regalano quattro set ball alle avversarie ed è buona la prima con Ortolani che chiude i conti (20-25).

Quarto set, Busto alza il ritmo e trova il break in avvio portandosi a tre lunghezze (5-2). Le ragazze di Mencarelli provano a gestire, ma quando Diouf si stampa sulla rete il gap si riduce a una sola lunghezza (10-9). Stufi spedisce out la fast e Martinez il diagonale invertendo completamente la rotta (11-12). Si torna a giocare botta e risposta che vede Busto avere momentaneamente la meglio (17-14). Diouf sale in cattedra e lancia le bianco rosse a più quattro (21-17). Conegliano non si arrende e si riporta a meno uno rimettendo in discussione (22-21). Martinez mette a terra la palla che regala due set ball e il muro di Berti su De Kruijf vale il quinto set (25-22).

Quinto set, partenza sprint per le ospiti che si portano subito a più quattro con il muro sull’attacco lento di Diouf (1-5). Le ospiti alzano il ritmo scappando a più cinque al giro di boa (3-8). Diouf prova a tenere in partita le compagne, ma Robinson mette a terra la palla del più sei (5-11). Poco da fare nel finale con Fawcett che alza il muro su Vasilantonaki regalando sei match ball alle compagne (8-14). Vasilantonaki spedisce out il servizio che scrive la parola fine alla gara (9-15).

Roberto Bojeri

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Marzo 2017 12:05
 

Collegati o registrati per inviare un commento

Calcio

Tutte le notizie su Professionisti, Dilettanti, Giovanili, Calcio a 5, Calcio Femminile

Sport Acquatici

sportacquatici

Tutte le notizie su Canottaggio, Canoa, Nuoto, Pallanuoto, Pesca Sportiva...

Sport da Combattimento

Tutte le notizie su F.i.j.l.k.a.m., Pugilato e Scherma

    Sport di Squadra

    Tutte le notizie su Basebal, Basket, Football, Hockey, Pallavolo, Rugby...